Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 31 a 45 su 54

Discussione: VIVIAN LAMARQUE

          
  1. #31
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Che belle!
    Meno male che ci siete voi... L'aquilone e Cerco casa sono stupende.
    grazie
    Potessimo anche noi guardare la vita con lo sguardo di Vivian Lamarque!

    LA SIGNORA DEL PARASOLE

    Come nel famoso quadro, ma non lui a lei, lei a lui teneva il
    verde parasole.
    Era un parasole speciale.
    Chi stava lì sotto era protetto da tutti i mali del mondo.
    La signora stava ben attenta a coprire perfettamente tutto il
    signore, a non lasciarne fuori, in pericolo, nemmeno un pezzetto.


    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  2. #32
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    IL SIGNORE PUNTINO

    Non potendolo vedere sempre, quando infine poteva vederlo lo
    guardava moltissimo, fino all'ultimo minuto, fino all'ultimo
    secondo, e anche dopo si voltava indietro, si voltava indietro.
    Il signore diventava sempre più piccolo, ormai era quasi del
    tutto irriconoscibile, eppure lei lo riconosceva benissimo,
    anche sottoforma di minuscolo puntino laggiù.


    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  3. #33
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    IL SIGNORE NELL'ARIA

    Alle ore venti ognuno tornava alla sua casa.
    Non avevano una stessa casa?
    No, ma nell'aria sì.
    Nell'aria?
    Sì, a destra e a sinistra nel mezzo dell'aria avevano una stessa
    casa. Con le porte e le finestre gli uccelli le cene le voci e il riposo.
    Non i colori?
    Sì, colori splendenti erano appesi nei quadri nell'aria della casa.


    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  4. #34
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    IL SIGNORE DELLA BUONANOTTE

    Da un letto lontano con tutta la migliore stessa buonanotte
    gli augurava.
    C'era la luna?
    Oh sì la luna e anche le mille stelle, più le fronde degli alberi e le
    addormentate acque, con tutto tutto buonanotte gli augurava.
    E il signore sentiva?
    Sì, il signore piano piano sentiva, mentre si addormentava.


    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  5. #35
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    FATE PIANO

    Fate piano si è addormentata
    la televisione se l’è cullata
    fate piano non sia svegliata
    sta sognando di essere amata.

    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  6. #36
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    Code

    Non mi dispiace fare le code,
    c'è tempo per pensare,
    per guardare dentro la borsa,
    dentro la tasca dell'auto,
    tempo per programmare i giorni a venire
    domani dopodomani,
    per guardare negli occhi di quell'extra gentile
    (che vetro scintillante mi ha fatto,
    gli ho chiesto il sinistro domani il destro,
    ogni giorno un pezzetto diverso)
    tempo per guardare quel bel geranio al quarto piano,
    sta bagnandolo una vecchina pulita, bellina,
    tempo per leggere i titoli, il nome di una via,
    tempo per cominciare questa poesia.

    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  7. #37
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    "Era la sua baciatrice preferita.
    Con lei si appartava un momento dal mondo, poi vi ritornava.
    Era felice la baciatrice?
    Oh sì, e anche il signore baciato lo era, e anche i baci di essere dati, tutti i conti erano tornati."

    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  8. #38
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    "Lui era notturno e lei era solare da guardare.
    Uniti producevano una luce esatta e una fresca ombra.
    Erano un signore e una signora proprio adatti.
    Anche di notte?
    Sì, di notte l’oscurità li avvolgeva e li univa, come emisferi".

    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  9. #39
    Senior Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    2,053
    Post Thanks / Like
    "A un signore per le vacanze partito una signora inviò in fretta in fretta una lettera con dentro – se stessa.
    Quando il signore aprì la busta la signora sorridendo ne uscì, era arrivata.
    E il signore cosa disse?
    Il signore fece un salto e non disse, un poco si arrabbiò e un poco rise."

    Vivian Lamarque
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  10. #40
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    733
    Post Thanks / Like
    Se sul treno ti siedi al contrario
    con la testa girata di là
    vedi meno la vita che viene
    vedi meglio la vita che va.

    FINE

    Vivian Lamarque (Tesero, 1946), da Poesie 1972-2002 (Mondadori, 2002)
    La poesia , non è un arte di arrangiare i fiori , ma di afferrarsi a un bordo della tempesta . Erri De Luca

  11. #41
    Moderator L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    2,959
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Aleciccio Visualizza il messaggio
    Se sul treno ti siedi al contrario
    con la testa girata di là
    vedi meno la vita che viene
    vedi meglio la vita che va.

    FINE



    Vivian Lamarque (Tesero, 1946), da Poesie 1972-2002 (Mondadori, 2002)
    deliziosa! Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  12. #42
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    733
    Post Thanks / Like
    LA SIGNORA IN FRETTA

    Il persempre era ormai cortissimo diventato.

    Quanti Natali erano rimasti?

    Una manciata.

    Allora bisognava non sprecare nemmeno un minuto?

    Sì, bisognava spicciarsi, per questo lei, in fretta,

    lo adorava.

    La poesia , non è un arte di arrangiare i fiori , ma di afferrarsi a un bordo della tempesta . Erri De Luca

  13. #43
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    733
    Post Thanks / Like
    LA SIGNORA DELL’ULTIMA VOLTA

    L’ultima volta che la vide

    non sapeva che era l’ultima volta che la vedeva.

    Perché?

    Perché queste cose non si sanno mai.

    Allora non fu gentile quell’ultima volta?

    Sì, ma non a sufficienza

    per l’eternità.


    Vivian Lamarque


    La poesia , non è un arte di arrangiare i fiori , ma di afferrarsi a un bordo della tempesta . Erri De Luca

  14. #44
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    733
    Post Thanks / Like
    IL SIGNORE DI FRONTE

    Era un signore seduto di fronte a una signora seduta di fronte a lui.

    Alla loro destra/sinistra c’era una finestra, alla loro sinistra/destra c’era una porta.

    Non c’erano specchi, eppure in quella stanza, profondamente, ci si specchiava.

    La poesia , non è un arte di arrangiare i fiori , ma di afferrarsi a un bordo della tempesta . Erri De Luca

  15. #45
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    733
    Post Thanks / Like
    I mattini ghiro mio

    I mattini ghiro mio
    come vorrei che tu imparassi ad amare i mattini
    soffriresti meno ad alzarti forse
    se da te fosse come qui
    che quando apri le finestre
    subito hai lì alberi perfetti
    immobili ma a guardare bene
    con anche un punto dove le foglie tremano
    per un uccello appena volato via
    al rumore della finestra
    (o forse ghiro mio avresti sonno lo stesso).

    Vivian Lamarque
    La poesia , non è un arte di arrangiare i fiori , ma di afferrarsi a un bordo della tempesta . Erri De Luca

  16. Likes DarkCoffee liked this post

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •