Thanks Thanks:  78
Likes Likes:  524
Pagina 2 di 28 primaprima 123412 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 16 a 30 su 408

Discussione: La poesia del giorno

          
  1. #16
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    Esigenze dell’età

    Dicono che l’ultima cosa che si perde è la speranza,
    ma se hai perso il senso dell’umorismo,
    a che ti serve la speranza?
    Ho il doppio dei tuoi anni
    dormo la metà di te
    fumo tre volte di più
    ogni giorno guadagno la pazienza che ogni giorno tu perdi,
    e credi ancora che noi siamo anime gemelle…?
    Dopo l’amore arriva sempre il sonno
    e mentre tu russi io divoro sigarette,
    la tua ansia ha un limite
    la mia una fine.
    Quando perderai il sonno
    scoprirai che l’amore è sempre
    un’altra cosa,
    ciò che per te è un mito
    per me è solo una leggenda.
    E’ l’età quella che non perdona
    non ammette crediti, restituzioni o cessioni,
    possiamo condividere una vita
    ma della morte dovremo ridere da soli.



    Uberto Stabile (Valencia, 1959), da Cien días de mayo (Ed. Homoscriptum – México, 2006)

    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  2. #17
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    Questa mi tocca profondamente!
    ciao
    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  3. #18
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    Lei è all’orizzonte.
    Mi avvicino di due passi,
    lei si allontana di due passi.
    Cammino per dieci passi e
    l’orizzonte si sposta
    dieci passi più in là.
    Per quanto io cammini,
    non la raggiungerò mai.
    A cosa serve l’utopia?
    Serve proprio a questo: a camminare.
    Eduardo Hughes Galeano
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  4. #19
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like

    Avvenire

    Ti chiamano avvenire
    perché non vieni mai.
    Ti chiamano: avvenire,

    e aspettano che tu arrivi
    come un animale mansueto
    a mangiare dalle loro mani.
    Ma tu rimani
    al di là delle ore,
    rintanato chissà dove.
    ...Domani!
    E domani sarà un altro giorno tranquillo
    Un giorno come oggi, giovedì o martedì,
    o qualunque altra cosa ma non quello
    che continuiamo ad aspettare, ancora, sempre.

    Angel Gonzàles

    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  5. #20
    old crone L'avatar di Indigowitch
    Registrato dal
    Feb 2012
    Messaggi
    453
    Post Thanks / Like
    Anni fa, una persona mi fece innamorare, inconsapevolmente, mandandomi questi versi. Conosco solo questo componimento del poeta in questione, me ne vergogno. Volevo condividerlo con voi.
    ehi mi senti. mi senti. sono vivo. / per questo non mi senti. non è il cuore. / è questa carne qui che fa rumore. / come corresse. attesa dal suo arrivo. / intanto nelle tempie. mentre scrivo / di quanto assordo. assorto nel motore / che sanguina. la vita. col vigore / di sempre. e mio malgrado recidivo. / ma quanta forza. e quanta furia intesse. / questa materia intenta a trattenersi. / che il varco di chi va mai non recide. / e se non senti. è solo perché spersi / il tuo silenzio. in quanto ancora stride / di me vivo di queste vite smesse Gabriele Frasca
    La vita morde forte alle spalle e quando sorride ti fa solo del male (Mauro Berchi)

  6. #21
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,389
    Post Thanks / Like
    Non so se l'ho capita.
    parla di morte e reincarnazione?
    Oppure che il corpo è la macchina dell'esistenza che ci strascina nella vita e che non vuole cedere alla morte?
    ma se non è il cuore a fare rumore chi è che parla? l'anima?

  7. #22
    old crone L'avatar di Indigowitch
    Registrato dal
    Feb 2012
    Messaggi
    453
    Post Thanks / Like
    Be' ho sempre sentito questi versi ermetici e complessi, perciò mi sono affidata all'intuito. Mi viene da pensare che si parli dell'energia vitale che, nonostante tutto, pulsa e continua a spingere alla vita. E questo malgrado le ferite, malgrado un cuore che non riesce a farsi sentire (forse ammutolito dalle delusioni?) e la stanchezze delle "vite smesse". Sarebbe interessante leggere un commento dell'autore stesso, anche perché ogni interpretazione è puramente personale.
    La vita morde forte alle spalle e quando sorride ti fa solo del male (Mauro Berchi)

  8. #23
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    Non saprei dare un'interpretazione; a pelle ti dico che sono bellissimi versi. Ciao Indigo,
    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  9. #24
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Curioso l'utilizzo dei punti, dà il senso di un ingranaggio che gira a fatica, di un flusso che si interrompe e poi riprende a scorrere.

    Ho visto che insegna all'Università di Salerno, è scrittore e traduttore: magari Annamaria lo conosce...
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  10. #25
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Per la verità più che una poesia è una filastrocca...ma è così carina.

    Dall'uovo di Pasqua

    Dall'uovo di Pasqua
    è uscito un pulcino
    di gesso arancione
    col becco turchino.
    Ha detto: "Vado,
    mi metto in viaggio
    e porto a tutti
    un grande messaggio".
    E volteggiando
    di qua e di là
    attraversando
    paesi e città
    ha scritto sui muri,
    nel cielo e per terra:
    "Viva la pace,
    abbasso la guerra".

    Gianni Rodari

    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  11. #26
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    959
    Post Thanks / Like
    Ritratto interiore


    Non sono dei ricordi
    a trattenerti in me;
    né ti fa mia la forza
    di un bel desiderio.


    Quanto ti fa presente
    è quella curva ardente
    che una lenta tenerezza
    descrive nel mio sangue.


    Io non sento il bisogno
    di vederti apparire;
    è bastato nascessi
    per perderti un po' meno.


    Rainer Maria Rilke
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  12. #27
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Andrea Visualizza il messaggio
    Ritratto interiore


    Non sono dei ricordi
    a trattenerti in me;
    né ti fa mia la forza
    di un bel desiderio.


    Quanto ti fa presente
    è quella curva ardente
    che una lenta tenerezza
    descrive nel mio sangue.


    Io non sento il bisogno
    di vederti apparire;
    è bastato nascessi
    per perderti un po' meno.


    Rainer Maria Rilke

    Mi permetto di postare anche l'originale francese (e non tedesco come ci si aspetterebbe) del bellissimo ritratto interiore di Rilke, perché -come sempre- nella traduzione (per altro ben fatta) sono andate smarrite alcune sfumature che i nostri non pochi forumisti francofili saranno felici di poter recuperare.
    Grazie per aver scelto questo bellissimo componimento.




    Portrait intérieur

    Ce ne sont pas des souvenirs
    qui, en moi, t’entretiennent ;
    tu n’es pas non plus mienne
    par la force d’un beau désir.

    Ce qui te rend présente,
    c’est le détour ardent
    qu’une tendresse lente
    décrit dans mon propre sang.

    Je suis sans besoin
    de te voir apparaître ;
    il m’a suffi de naître
    pour te perdre un peu moins.
    R. M. Rilke, Vergers.

  13. #28
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    Ogni volto fotografato
    è un immagine bellica,
    il punto di tangenza
    tra l’aereo nemico e la nave
    nell’attimo che precede l’esplosione.
    Fermo nell’istantanea,
    nel contatto flagrante tra due sguardi
    immolato, ripreso
    mentre le fiamme covano già
    nella fusoliera crescendo
    dentro i suoi tratti, vive
    soltanto il tempo necessario
    a compiere la missione del ricordo.


    Valerio Magrelli
    (Roma, 1957), da Nature e venature (Mondadori, 1987)
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  14. #29
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    E intanto era aprile

    E intanto era aprile,
    e il glicine era qui, a rifiorire.

    Prepotente, feroce
    rinasci, e di colpo, in una notte, copri
    un’intera parete appena alzata, il muro
    principesco di un’ocra
    screpolato al nuovo sole che lo cuoce.
    E basti tu, col tuo profumo, oscuro,
    caduco rampicante, a farmi puro
    di storia come un verme, come un monaco:
    e non lo voglio, mi rivolto – arido
    nella mia nuova rabbia,
    a puntellare lo scrostato intonaco
    del mio nuovo edificio.

    Tu che brutale ritorni,
    non ringiovanito, ma addirittura rinato,
    furia della natura, dolcissima,
    mi stronchi uomo già stroncato
    da una serie di miserabili giorni,
    ti sporgi sopra i miei riaperti abissi,
    profumi vergine sul mio eclissi,
    antica sensualità.

    Pier Paolo Pasolini
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  15. #30
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Claire Visualizza il messaggio
    E intanto era aprile

    E intanto era aprile,
    e il glicine era qui, a rifiorire.

    Prepotente, feroce
    rinasci, e di colpo, in una notte, copri
    un’intera parete appena alzata, il muro
    principesco di un’ocra
    screpolato al nuovo sole che lo cuoce.
    E basti tu, col tuo profumo, oscuro,
    caduco rampicante, a farmi puro
    di storia come un verme, come un monaco:
    e non lo voglio, mi rivolto – arido
    nella mia nuova rabbia,
    a puntellare lo scrostato intonaco
    del mio nuovo edificio.

    Tu che brutale ritorni,
    non ringiovanito, ma addirittura rinato,
    furia della natura, dolcissima,
    mi stronchi uomo già stroncato
    da una serie di miserabili giorni,
    ti sporgi sopra i miei riaperti abissi,
    profumi vergine sul mio eclissi,
    antica sensualità.

    Pier Paolo Pasolini

    Che bella! Meraviglia!
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •