Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  1
Pagina 10 di 10 primaprima ... 8910
Visualizzazione dei risultati da 136 a 140 su 140

Discussione: Maurizio De Giovanni

          
  1. #136
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    De Giovanni mi sta accompagnando in questa estate: ho letto anche l'autunno, poi il Natale del commissario (Per mano mia) e la Pasqua (Vipera).
    Ogni libro è un gioiello, una lettura piacevolissima e poetica.
    Mi piace molto la figura del commissario Ricciardi, però... per quanto riguarda l'amore, mi sembra un po' troppo indeciso.
    Ho iniziato anche I bastardi di Pizzofalcone, ma forse sarebbe meglio leggere prima Il metodo del coccodrillo. Peccato però che non ci sia più il Commissario Ricciardi...
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  2. #137
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,445
    Post Thanks / Like
    Io invece ho finito con grande rammarico i Bastardi di Pizzofalcone. Rammarico perché a volte si vorrebbe i libri non finissero, per non abbandonare i nostri amici. L'ispettore Lojacono é un personaggio che mi piace, cosí come mi piace la sensualitâ che aleggia nella sua serie. Anche se ad occasioni mancate anche Lojacono mica scherza!
    promosso il romanzo e i suoi personaggi, per il giallo accontentiamoci, di più é chiaro che a De Giovanni non si puó chiedere. ( stile Signora in giallo)

  3. #138
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    Mio commento a questo bellissimo ( ed inaspettato) romanzo.

    I BASTARDI DI PIZZOFALCONE

    Maurizio De Giovanni ci ha regalato un ennesimo gioiello.
    Dopo la serie – imperdibile- del commissario Ricciardi, avevamo conosciuto un altro poliziotto, il commissario Lojacono,con una storia avvincente ambientata, questa volta, ai giorni nostri.
    Lojacono aveva brillantemente risolto il caso del “Coccodrillo”,ed era salito nella stima dei suoi superiori e collaboratori, avendo alle spalle una triste( e falsa) storia di connivenza con la mafia, che gli era valsa la carriera, l’allontanamento dai familiari, dal suo paese, la Sicilia.
    In questa nuova vicenda troviamo il nostro commissario, sempre tormentato quanto basta ,entrato a fare parte di un commissariato nella zona degradata di Napoli- i Quartieri Spagnoli – Pizzofalcone; qui sono stati “raccolti”un gruppo di poliziotti eterogenei,rifiutati( in un certo senso) dagli altri commissariati. Ognuno di loro infatti ha avuto problemi di vario genere, che li hanno resi indesiderati. Quali siano questi problemi, è bello scoprirlo leggendo, perchè vengono a fuoco lentamente....
    Dopo un primo momento di disorientamento,la Squadra prende avvio, rendendosi conto che non può permettersi passi falsi o errori, o il commissariato di Pizzofalcone verrà chiuso.
    Il “caso” arriva, puntualmente: con l’omicidio di una donna della buona società , a detta di tutti perfetta;uccisa con il cranio sfondato da una “palla”di vetro con la neve, di cui era accesa collezionista. Lojacono ed il suo collega Aragona( una vera macchietta) partono con le indagini, e in un vortice di indizi, interrogatori, persone che si rivelano diverse...arrivano a risolvere brillantemente il caso. Il Commissariato è salvo, ed i Bastardi di Pizzofalcone, com’è chiamata con disprezzo la squadra,risalgono lentamente la china della stima generale!
    Una curiosità importante: il romanzo termina con ...fatti in sospeso, da cui deduco arriverà un prossimo episodio! Per fortuna dei lettori, aggiungo io.
    Storia avvincente, come tutte le precedenti.
    Io l’ho amata in particolare perchè De Giovanni ha saputo tracciare un ritratto così profondamente umano di questo commissariato e dei suoi componenti,da”raffigurarmelo”, mentre leggevo.
    Ed il personaggio di Lojacono è all’altezza di altri suoi predecessori (poliziotti ) tormentati: Wallander di Mankell, Erlendur di Indridason,Lucchesi di G.Simoni,Ricciardi, dello stesso De Giovanni.
    Per gli amanti del genere, imperdibile.
    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  4. #139
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,445
    Post Thanks / Like
    Una mia amica mi ha prestato una raccolta di racconti REGALO DI NATALE
    C'è un raccontìno di DE GIOVANNI, Un giorno di Settembre a Natale. Molto simpatico. Un giallo... Alla de Giovanni rovesciato Con un protagonista donna, naturalmente tettona, come piacciono a Maurizio, due uomini ai suoi piedi e nessun bambino muore!

  5. #140
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,445
    Post Thanks / Like
    2017 - Rondini d'inverno. Sipario per il commissario Ricciardi, Einaudi

    Letto in due giorni. Credo che al 10 capitolo ormai ci siamo e possiamo mettere un punto.
    La storia della prostituta mi è piaciuta molto.
    Il giallo non ci sarei mai arrivata
    Brava la Nelide, concreta eppure romantica.

  6. Likes daniela liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •