Thanks Thanks:  6
Likes Likes:  37
Pagina 2 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 16 a 30 su 53

Discussione: Poesie... in viaggio

          
  1. #16
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,816
    Post Thanks / Like
    Addio,
    dimentica
    e perdona.
    E brucia le lettere,
    come un ponte.
    E che sia il tuo viaggio
    coraggioso,
    che sia dritto
    e semplice.
    E che ci sia nell’oscurità
    a brillare per te
    un filo di stelle argentato,
    che ci sia la speranza
    di scaldare le mani
    vicino al tuo fuoco.
    Che ci siano tormente,
    nevi, piogge
    e lo scoppiettio furioso della fiamma,
    e che tu abbia in futuro
    più fortuna di me.
    E che possa esserci una possente e splendida
    battaglia
    che risuona nel tuo petto.
    Sono felice
    per quelli che forse
    sono
    in viaggio con te.

    Iosif Brodskij
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  2. Likes Rosy liked this post
  3. #17
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    Andiamocene in viaggio

    Andiamocene in viaggio, senza muoverci,
    per vedere la sera di sempre
    con altro sguardo,
    per vedere lo sguardo di sempre
    con diversa sera.

    Andiamocene in viaggio, senza muoverci.

    Xavier Villaurrutia
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  4. #18
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    DOVE COMINCIANO LE DISTANZE

    Vecchia storia dell’infanzia
    il sud mi segue
    come un vento freddo;
    come un pesce moribondo e palpitante
    mi raggiunge in strade
    polverose e mute.

    Il sud dove cominciano le distanze
    e i treni scivolano
    tra la notte e la rugiada,
    lanciando al cielo
    il fumo dei passaggi
    e facendo del fischio
    il più rauco saluto dell’aurora.

    Treni di viaggiatori solitari
    che si giocano alle carte i loro destini.

    MARINO MUÑOZ LAGOS


    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  5. #19
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    PEREGRINO

    Tornare? Torni chi ha
    dopo lunghi anni, dopo un lungo viaggio,
    stanchezza del cammino e una gran voglia
    della sua terra, della sua casa, dei suoi amici,
    dell'amore che al ritorno fedele lo aspetta.

    Piuttosto, e tu? tornare? non pensi a tornare,
    ma a proseguire libero avanti,
    disponibile per sempre, giovane o vecchio,
    senza un figlio che ti cerchi, come Ulisse,
    senza un'Itaca che aspetti e senza Penelope.

    Prosegui, vai avanti e non tornare indietro,
    fedele fino alla fine del cammino e della tua vita.
    Non sentire nostalgia di un destino più facile,
    i tuoi piedi sopra la terra non calpestata prima,
    i tuoi occhi di fronte a ciò che non hai mai visto prima.

    Luis Bidon Cernuda

    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  6. #20
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    955
    Post Thanks / Like
    A primavera io viaggio


    A primavera io viaggio
    ma sei tu
    sei tu che muovi veloce
    ritrovata presenza così forte
    in ogni città di primavera:


    New York fiore di ciliegio
    malva glicine a Roma
    ippocastani a Parigi fiori misteriosi
    Genova: bianche ninfee nei bacini


    tu già sei qui già la voce
    chi?
    dissoluzione del tu
    dell’io
    nebbia d’angoscia.


    Jacqueline Risset

    traduzione dell'autrice
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  7. #21
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    COMPAGNI DI VIAGGIO

    Lungo la spiaggia di Ansedonia ci accompagnano,
    allegre e un po’ insolenti, le orme di una piccola volpe.
    Forse adesso ci scruta dalla macchia con lo sguardo fisso.
    Forse stanotte annuserà le nostre orme,
    così disordinate e tracotanti.
    Quanti compagni di viaggio invisibili
    sulla strada, quanti fratelli.

    Paolo Polvani
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  8. #22
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    VIAGGIARE

    Volare non è perdere peso
    ma avere qualcuno, qualcosa
    che ti alza al teso
    azzurro del cielo.

    Una gioia, un amico che rompe il velo
    della noia.
    Viaggiare è vedere i prati, laggiù
    le case e andare nel disegno così vario
    delle nubi lassù.

    O scoprire le profondità
    del viso. E amare
    il viaggio straordinario.

    Per andare non serve il mezzo di trasporto,
    e chi non viaggia è come un uomo morto.

    D.Rondoni ( Le parole accese).

    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  9. #23
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile Nulla

    La vita
    dovresti poterla
    ricordare
    come un viaggio all’estero

    e con amici o con amiche
    parlarne poi
    e dire

    è stata bella, no?
    la vita,
    e vedere frammenti di donne, segreti
    e paesaggi

    e lasciarsi poi ricadere soddisfatti
    ma i morti non possono lasciarsi ricadere.
    E nemmeno nient’altro possono fare.

    CEES NOOTEBOOM.
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  10. #24
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    A cosa mi è servito correre per tutto il mondo,
    trascinare, di città in città, un amore
    che pesava più di mille valigie; mostrare
    a mille uomini il tuo nome scritto in mille
    alfabeti e un’immagine del tuo volto
    che io giudicavo felice? A cosa mi è servito

    respingere questi mille uomini, e gli altri mille
    che fecero di tutto perché mi fermassi, mille
    volte pettinando le pieghe del mio vestito
    stanco di viaggi, o dicendo il tuo nome
    così bello in mille lingue che io mai
    avrei compreso? Perché era solo dietro a te

    che correvo il mondo, era con la tua voce
    nelle mie orecchie che io trascinavo il fardello
    dell’amore di città in città, il tuo nome
    sulle mie labbra di città in città, il tuo
    volto nei miei occhi durante tutto il viaggio,

    ma tu partivi sempre la sera prima del mio arrivo.

    Maria do Rosário Pedreira


    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  11. Thanks Rosy thanked for this post
    Likes Rosy liked this post
  12. #25
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Arrivo dove sono straniero

    Nulla è precario come vivere
    Nulla è effimero come esistere
    E’ un po’ come lo squagliarsi della brina
    Come per il vento essere leggero
    Io arrivo dove sono straniero

    Un giorno tu passi la frontiera
    Ma da dove vieni, o dove vai dunque
    Domani che importa e che importa ieri
    Il cuore cambia con il cardo
    Tutto è senza rima né perdono

    Passa il dito sulla tua tempia
    Tocca l’infanzia dei tuoi occhi
    E’ meglio lasciare basse le lampade
    La notte ci piace assai più
    E’ il lungo giorno che diventa vecchio

    Gli alberi sono belli in autunno
    Ma il bambino che cosa è diventato
    Io mi riguardo e mi stupisco
    Di questo viaggiatore sconosciuto
    Del suo viso e dei suoi piedi nudi

    Poco a poco tu ti fai silenzio
    Ma non così in fretta tuttavia
    Per non sentire la tua dissonanza
    E per non sentire cadere sul te stesso
    di una volta il colpo del tempo

    E’ duro invecchiare al termine del conto
    La sabbia ci scappa tra le dita
    E’ come un’acqua fredda che sale
    E’ come una vergogna che cresce
    Una pelle che grida? Mi sbatti?

    E’ duro essere un uomo una cosa
    E’ duro rinunciare a tutto
    Le senti le metamorfosi
    Che accadono dentro di noi
    Come piegano lentamente le nostre ginocchia

    O mare amaro o mare profondo
    Qual è l’ora delle tue maree
    Quanti anni occorrono all’uomo
    quanti secondi per abiurare l’uomo
    perché perché queste sgomitate

    Nulla è precario come vivere
    Niente è effimero come essere
    E’ un po’ come lo squagliarsi della brina
    E per il vento esser leggero
    Giungo dove sono straniero.

    Louis Aragon
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  13. #26
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    RESISTENZA

    Non ci sono tesori, dicono i pellegrini che ritornano.
    Se ne stanno lì, sul ciglio delle strade, sulle sponde di mari e
    fiumi, senza dormire e senza poter toccare l'acqua, maleodoranti e
    allucinati, a indicare impauriti l'orizzonte.
    Non ci sono tesori, dicono e chiudono gli occhi, e spezzano i
    bastoni, e si gettano a terra e non aspettano.
    Non implorano più, non supplicano più. Il cielo non risponde e
    non c'è speranza nei sogni.
    È una menzogna la storia dei galeoni sommersi. Non
    esistono i forzieri sepolti sul fondo degli oceani, con
    tutto l'oro delle antiche corti, coi rubini, gli
    smeraldi e le corone degli imperi scomparsi.
    Non c'è mai stato un simile sfavillio in mezzo ai pesci,
    ripetono, deliranti, i pellegrini che tornano.
    Ignori perché si sono stancati, chi li ha dissuasi, quale
    demone dell'impazienza ha spento tra le alghe la luce
    dell'oro e delle pietre preziose.
    Tu ti fermi un istante.
    Non ci sono tesori, gridano disperati.
    (Non voltare la testa. Non li vedere con gli occhi vuoti. Non
    li sentire. La strada è lunga e non c'è tempo da perdere.)

    ABILIO ESTEVEZ
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  14. #27
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like

    Lasciando Dublino, puntando verso Achill

    la grande città non è il paese
    è solo una sua parte – tutto intorno campi verdi
    e pecore e bestiame e uno stormo d’uccelli

    immersi nell’aria grigia che avvolge il cielo
    a chiudere del tutto lo sguardo
    verso un contatto più azzurro con l’alto –

    viaggiare è uguale ovunque si vada
    si può andare di città in città
    perdendo il contatto con la terra

    ecco perché la città non è il paese intorno
    ma solo una sua piccola parte


    Roberto Cogo
    (Schio, 1963), da Senza il peso di un pensiero (Ladolfi, 2011)



    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  15. #28
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    955
    Post Thanks / Like
    Partire é la più bella e coraggiosa di tutte le azioni.

    Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui
    che sa dare valore alla libertà.

    Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e
    tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista
    del mondo.

    Isabelle Eberhardt
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  16. Likes Rosy liked this post
  17. #29
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like

    "Nel mezzo del cammin": la poesia è (anche) viaggio

    Viaggio tra le parole, viaggio nellanima e nel profondo, viaggio nel paesaggio, viaggio tra gli splendori e le miserie dell'umanità. Vaggio relativistico e viaggio verso l'assoluto.
    la poesia calca perdorsi ovvi e inusitati e porta il lettore a scoprire luoghi sconosciuti o a vecere luoghi ben noti, ma mai veramente osservati o capiti o amati.
    Poesia è viaggio.
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  18. Thanks kaipirissima thanked for this post
  19. #30
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    IL CARRO DI VETRO

    Il sole della mattina,
    in me, che acuta spina.
    Al carro tutto di vetro
    perché anch’io andavo dietro?

    Portavano via Annina
    (nel sole) quella mattina.
    Erano quattro i cavalli
    (neri) senza sonagli.

    Annina con me a Palermo
    di notte era morta, e d’inverno.
    Fuori c’era il temporale.
    Poi cominciò ad albeggiare.

    Dalla caserma vicina
    allora, anche quella mattina,
    perché si mise a suonare
    la sveglia militare?

    Era la prima mattina
    del suo non potersi destare.


    Giorgio Caproni
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  20. Likes kaipirissima liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •