Thanks Thanks:  10
Likes Likes:  8
Pagina 2 di 14 primaprima 123412 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 16 a 30 su 204

Discussione: Oggi ricordiamo

          
  1. #16
    Patrizia
    Guest
    Che bello trovare il calendario aggiornato! Grazie Walt!

    Aggiungo William Burroughs, nato il 5 febbraio 1914 e morto il 2 agosto 1997 alla "giovane" età di 83 anni nonostante la sua vita sregolata.
    È stato uno scrittore e saggista statunitense, padre spirituale della beat generation.
    Una curiosità: Burroughs appare mentre chiude gli occhi nella scena finale del videoclip "Last night on earth" degli U2. Le riprese sono state effettuate pochi giorni prima della sua morte, come un nefasto presagio.


  2. #17
    lettore L'avatar di walt
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    genova
    Messaggi
    200
    Post Thanks / Like
    è un piacere, e lo è ancora di più ricordare uno scrittore meno celebrato di tanti altri, ma meritevole di citazione per aver rappresentato una corrente letteraria importante come il decadentismo in Francia
    adoro parlare del nulla, è l'unico argomento di cui so tutto

  3. #18
    Patrizia
    Guest
    Ugo Foscolo, 6 febbraio 1778 – 10 settembre 1827.
    Poeta e scrittore che non ha bisogno di presentazioni.

    “T’amai dunque, t’amai e t’amo ancor di un amore che non si può concepire che da me solo”
    (Ultime lettere di Jacopo Ortis)







  4. #19
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Patty, aggiungo anche lui:

    François Truffaut
    - Parigi 6 febbraio 1932 - Parigi 21 ottobre 1984

    Regista.

    Che cos'è un regista? Un regista è uno a cui vengono fatte in continuazione domande... domande su qualsiasi cosa... A volte lui sa la risposta, a volte no...

    François Truffaut
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  5. #20
    lettore L'avatar di walt
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    genova
    Messaggi
    200
    Post Thanks / Like
    200 anni fa a Portsmouth nasceva Charles Dickens, uno dei massimi scrittori inglesi, il primo a rendere protagonisti dei suoi i ragazzini, memorabili tra le sue tante opere Il Circolo Pickwick,Le avventure di Oliver Twist,David Copperfield,La bottega dell'antiquario,( appena terminato di leggerlo),Grandi speranze, Iracconti di Natale; e tante altre opere.
    adoro parlare del nulla, è l'unico argomento di cui so tutto

  6. #21
    Io L'avatar di dolores
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    856
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da walt Visualizza il messaggio
    200 anni fa a Portsmouth nasceva Charles Dickens, uno dei massimi scrittori inglesi, il primo a rendere protagonisti dei suoi i ragazzini, memorabili tra le sue tante opere Il Circolo Pickwick,Le avventure di Oliver Twist,David Copperfield,La bottega dell'antiquario,( appena terminato di leggerlo),Grandi speranze, Iracconti di Natale; e tante altre opere.
    Walt mi ha preceduta, ma mi accodo a lui ben volentieri segnalando un link ad un articolo che riporta alcune tra le tante celebrazioni di questa ricorrenza che ci saranno in tutto il mondo.

    http://www.unita.it/culture/buon-200...ckens-1.378334

    e aggiungo anche un ritratto

    “Non ho bisogno di tempo per sapere come sei: conoscersi è luce improvvisa” (P. Salinas)

  7. #22
    Outsider Member L'avatar di Tregenda
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    591
    Post Thanks / Like
    Ecco un frammento del saggio di George Orwell Charles Dickens:

    "Quando si legge un qualsiasi brano di narrativa fortemente caratterizzato, si ha l’impressione di vedere un volto da qualche parte dietro la pagina. Non è necessariamente il vero volto dello scrittore. Questa sensazione è per me particolarmente intensa quando leggo Swift, Defoe, Fielding, Stendhal, Thackeray, Flaubert, anche se in molti casi non so quale aspetto avessero queste persone né mi preme saperlo. Ciò che si vede è il volto che lo scrittore dovrebbe avere.
    Ebbene, nel caso di Dickens vedo un volto che non è proprio quello delle immagini di Dickens, anche se in qualche modo lo ricorda. E’ il volto di un uomo di circa quarant’anni, con una piccola barba di colore luminoso. Ride, ma c’è una traccia di rabbia nella sua risata, senza trionfo però, né malignità. E’ il volto di un uomo che ha sempre combattuto contro qualcosa, ma che combatte alla luce del sole e non ha paura, il volto di un uomo che è generosamente arrabbiato – in altre parole, di un liberale del diciannovesimo secolo, di un’intelligenza libera, di un tipo odiato con uguale odio da tutte le piccole puzzolenti ortodossie che in questi momenti si stanno contendendo la nostra anima."

  8. #23
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Tregenda Visualizza il messaggio
    Ecco un frammento del saggio di George Orwell Charles Dickens:

    "E’ il volto di un uomo che ha sempre combattuto contro qualcosa, ma che combatte alla luce del sole e non ha paura, il volto di un uomo che è generosamente arrabbiato – in altre parole, di un liberale del diciannovesimo secolo, di un’intelligenza libera, di un tipo odiato con uguale odio da tutte le piccole puzzolenti ortodossie che in questi momenti si stanno contendendo la nostra anima."
    Ho sempre ammirato Orwell e la sua libertà intellettuale, ma dopo aver letto queste parole non posso che accrescere a dismisura la mia stima nei suoi confronti.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  9. #24
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Vorrei aggiungere a un grande letterato un grande e sfortunato atleta: Dorando Pietri scomparso 70 anni fa che, nonostante fortissimo nella sua specialità, divenne famoso per una drammatica sconfitta alle Olimpiadi di Londra del 1908 che suscitò una fortissima emozione dando altresì vita a una ondata di solidarietà che ebbe nel suo principale promotore Sir Arthur Conan Doyle.

    Nome:   Dorando_Pietri_BN.jpg
Visite:  85
Grandezza:  35.4 KB
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  10. #25
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    L'8 Febbraio del 1828 nasceva a Nantes uno dei più straordinari scrittori di avventure: Jules Verne

    Ho letto solo poche delle sue innumerevoli e straordinarie opere ma devo dire che sono state una sorta di "imprinting" che ancora adesso mi accompagna nel mio navigare nel mondo letterario.
    Quando, in un libro, leggo la descrizione di un personaggio, il metro di paragone che, inconsciamente, uso ancora adesso per valutare quanto sia ben fatta è la descrizione che Verne fece di Phileas Fogg nel "Giro del mondo in 80 giorni"
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  11. #26
    Io L'avatar di dolores
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    856
    Post Thanks / Like
    Anche io non ho letto molto di Verne, ma ho dei felici ricordi d'infanzia legati a "I figli del Capitano Grant".
    Così quando il mese scorso su un mercatino dell'usato ho trovato questa copia del libro l'ho subito acquistata e intendo rileggermela al più presto.

    “Non ho bisogno di tempo per sapere come sei: conoscersi è luce improvvisa” (P. Salinas)

  12. #27
    Patrizia
    Guest
    Oh, così sì che si ragiona. La discussione si è trasformata. Devo assentarmi più spesso! ihihih

    Giuseppe Ungaretti
    nasce l'8 febbraio 1888 e muore il 2 giugno 1970.
    Uno scrittore e poeta che amo moltissimo e di cui apprezzo la modestia.

    "poesia è poesia quando porta in sé un segreto"





    Ruskin John (8 febbraio 1819 - 20 gennaio 1900)
    Pittore, poeta, scrittore, critico d'arte.

    "Gli uomini si volgono a guardare ai giorni dell'infanzia come alla maggiore felicità, perché quelli erano i giorni del maggiore incanto, della maggiore semplicità e della più forte immaginazione"

  13. #28
    lettore L'avatar di walt
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    genova
    Messaggi
    200
    Post Thanks / Like
    Questo lo avrei voluto pubblicare io, in assoluto il mio poeta preferito!!!!!!!!!!
    adoro parlare del nulla, è l'unico argomento di cui so tutto

  14. #29
    Patrizia
    Guest
    Josep Carner 9 febbraio 1884 - 4 giugno 1970
    Fu poeta, drammaturgo e giornalista catalano


    John Maxwell Coetzee, nato il 9 febbraio 1940. Scrittore sudafricano, Premio Nobel per la letteratura nel 2003:
    "i suoi romanzi sono caratterizzati da una buona costruzione, un dialogo pregnante e brillantezza d'analisi".

  15. #30
    Patrizia
    Guest
    Il 10 febbraio è il giorno del ricordo, per non dimenticare le persone massacrate in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia.




    Boris Pasternak, 10 febbraio 1890 - 30 maggio 1960.
    Scrittore e poeta sovietico. Famosissimo il suo romanzo “Il dottor Zivago”
    Nel 1958 gli fu assegnato il Premio Nobel per la letteratura: “per il ragguardevole contributo alla lirica contemporanea e alla grande tradizione dei prosatori russi”
    (Pasternak fu costretto a rifiutare per la censura e l’opposizione del governo sovietico. Il Premio fu ritirato nel 1989 da suo figlio)





    Bertolt Brecht, 10 febbraio 1898 – 14 agosto 1956. Lirico e drammaturgo tedesco.

    Questa lettura non mi sembra malvagia se perdoniamo l'errore ortografico

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •