Thanks Thanks:  4
Likes Likes:  68
Pagina 1 di 7 123 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 103

Discussione: La poesia del ricordo

          
  1. #1
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like

    La poesia del ricordo

    non puoi far crescere il ricordo

    Non puoi far crescere il Ricordo
    quando ha perduto la Radice -
    consolidargli il Suolo intorno
    e collocarlo eretto
    Inganna forse l'Universo
    ma non recupera la Pianta -
    la vera Memoria, come i Piedi del Cedro
    ferrata col Diamante -
    n puoi abbattere il Ricordo
    quando una sola volta sia cresciuto -
    le sue Gemme di Ferro spunteranno di nuovo
    Anche se rovesciato -
    disperso - ucciso -

    Emily Dickinson
    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  2. Likes Estella liked this post
  3. #2
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Ho cos paura di perdere nuovamente
    tutti quelli che amo.
    Ora cullo e accumulo l'amore
    delle persone.
    E se qualcuno ride - non ho paura:
    verranno i giorni
    in cui la mia inquietudine profetica
    sar compresa.

    Ol'ga Berggol'c
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  4. #3
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    I ricordi, un inutile infinito,
    ma soli e uniti contro il mare, intatto
    in mezzo a rantoli infiniti…

    Il mare,
    voce d’una grandezza libera,
    ma innocenza nemica nei ricordi,
    rapido a cancellare le orme dolci
    d’un pensiero fedele…

    Il mare, le sue blandizie accidiose
    quanto feroci e quanto, quanto attese,
    e alla loro agonia,
    presente sempre, rinnovata sempre,
    nel vigile pensiero l’agonia…

    I ricordi,
    il riversarsi vano
    di sabbia che si muove
    senza pesare sulla sabbia,
    echi brevi protratti,
    senza voce echi degli addii
    a minuti che parvero felici…

    Giuseppe Ungaretti
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  5. #4
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    In me il tuo ricordo

    In me il tuo ricordo un fruscio
    solo di velocipedi che vanno
    quietamente l dove l'altezza
    del meriggio discende
    al pi fiammante vespero
    tra cancelli e case
    e sospirosi declivi
    di finestre riaperte sull'estate.
    Solo, di me, distante
    dura un lamento di treni,
    d'anime che se ne vanno.

    E l leggera te ne vai sul vento,
    ti perdi nella sera.

    Vittorio Sereni
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  6. #5
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Ricordo di Marie A.

    Un giorno di settembre, il mese azzurro,
    tranquillo sotto un giovane susino
    io tenni l'amor mio pallido e quieto
    tra le mie braccia come un dolce sogno.
    E su di noi nel bel cielo d'estate
    c'era una nube ch'io mirai a lungo:
    bianchissima nell'alto si perdeva
    e quando riguardai era sparita.
    E da quel giorno molte molte lune
    trascorsero nuotando per il cielo.
    Forse i susini ormai sono abbattuti:
    Tu chiedi che ne di quell'amore?
    Questo ti dico: pi non lo ricordo.
    E pure certo, so cosa intendi.
    Pure il suo volto pi non lo rammento,
    questo rammento: l'ho baciato un giorno.
    Ed anche il bacio avrei dimenticato
    senza la nube apparsa su nel cielo.
    Questa ricordo e non potr scordare:
    era molto bianca e veniva gi dall'alto.
    Forse i susini fioriscono ancora
    e quella donna ha forse sette figli,
    ma quella nuvola fior solo un istante
    e quando riguardai spar nel vento.

    B. Brecht
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  7. #6
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Amo tutto ci che stato,
    tutto quello che non pi,
    il dolore che ormai non mi duole,
    l’antica e erronea fede,
    l’ieri che ha lasciato dolore,
    quello che ha lasciato allegria
    solo perch stato, volato
    e oggi gi un altro giorno.

    Pessoa
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  8. #7
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Il mio passato

    Spesso ripeto sottovoce
    che si deve vivere di ricordi solo
    quando mi sono rimasti pochi giorni.
    Quello che e’ passato
    e’ come se non ci fosse mai stato.
    Il passato e’ un laccio che
    stringe la gola alla mia mente
    e toglie energie per affrontare il mio presente.
    Il passato e’ solo fumo
    di chi non ha vissuto.
    Quello che ho gia’ visto
    non conta piu’ niente.
    Il passato ed il futuro
    non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
    Devo liberarmi del tempo
    e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
    che questo meraviglioso istante.

    Alda Merini
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  9. Likes Estella liked this post
  10. #8
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    Questa, di tutte, la MIGLIORE!
    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  11. #9
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile Passato

    I ricordi, queste ombre troppo lunghe
    del nostro breve corpo,
    questo strascico di morte
    che noi lasciamo vivendo
    i lugubri e durevoli ricordi,
    eccoli gi apparire:
    melanconici e muti
    fantasmi agitati da un vento funebre.
    E tu non sei pi che un ricordo.
    Sei trapassata nella mia memoria.
    Ora s, posso dire che
    che m'appartieni
    e qualche cosa fra di noi accaduto
    irrevocabilmente.
    Tutto fin, cos rapido!
    Precipitoso e lieve
    il tempo ci raggiunse.
    Di fuggevoli istanti ord una storia
    ben chiusa e triste.
    Dovevamo saperlo che l'amore
    brucia la vita e fa volare il tempo.
    -- Vincenzo Cardarelli
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  12. #10
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    I RICORDI


    I ricordi sono camere senza serratura,
    camere vuote in cui non si osa pi entrare
    perch un tempo vi morirono vecchi parenti.
    Si vive nella casa di queste camere chiuse…
    Si sa che ci sono, com’ loro costume; si tratta
    della camera azzurra, e poi della camera rosa…
    La casa si riempie cos di solitudine
    e continuiamo a viverci sorridendo…
    Quando vuole lo accolgo, il ricordo che passa,
    gli dico: "Mettiti l… torner a vederti…"
    Lo so definitivamente che ben sistemato,
    ma talvolta dimentico di tornare a vederlo.
    Ce n’ molti cos, nella vecchia dimora.
    Ormai son rassegnati a essere dimenticati,
    e se non vengo stasera, oppure adesso,non siate
    esigenti con il mio cuore come con la vita…
    So che dormono l, dietro le pareti,
    andare a riconoscerli, pi non mi serve;
    vedo le loro piccole finestre dalla strada,
    e sar cos fino a che ne morremo.
    Tuttavia sento talvolta, nell’ombre quotidiane,
    non so qual fredda angoscia, un certo brivido,
    e non capisco donde vengano, questi dolori,
    e procedo…
    Orbene, ogni volta, un lutto succede.
    Un turbamento un segreto venuto ad avvertirci
    che morto un ricordo, oppur che se n’ andato…
    Non si distingue bene quale sia, quel ricordo,
    perch si tanto vecchi, non ci si ricorda affatto…


    Eppure sento palpebre che si chiudono in me.


    Henry Bataille
    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  13. #11
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    ABBANDONO

    Il mio giorno finisce
    dentro coltri di vento,
    fra le stoppie annerite
    del ricordo di te.


    In un pugno di sole
    nei capelli dorati
    mhai lasciato una sera,
    trafitto di fiamme.


    E mi sorprende lautunno
    dentro vesti gi smesse,
    e mi corrompe il silenzio
    col ricordo di te.

    Maurizio Romanelli
    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  14. #12
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Passato


    I ricordi, queste ombre troppo lunghe
    del nostro breve corpo,
    questo strascico di morte
    che noi lasciamo vivendo
    i lugubri e durevoli ricordi,
    eccoli gi apparire:
    melanconici e muti
    fantasmi agitati da un vento funebre.
    E tu non sei pi che un ricordo.
    Sei trapassata nella mia memoria.
    Ora s, posso dire che
    che m'appartieni
    e qualche cosa fra di noi accaduto
    irrevocabilmente.
    Tutto fin, cos rapito!
    Precipitoso e lieve
    il tempo ci raggiunse.
    Di fuggevoli istanti ord una storia
    ben chiusa e triste.
    Dovevamo saperlo che l'amore
    brucia la vita e fa volare il tempo.

    Vincenzo Cardarelli


    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  15. #13
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    I ricordi mi vedono

    Un mattino di giugno, troppo presto
    per svegliarsi, troppo tardi
    per riprendere sonno.

    Devo uscire nel verde gremito
    di ricordi, e mi seguono con lo sguardo.

    Non si vedono, si fondono totalmente
    con lo sfondo, camaleonti perfetti.

    Cos vicini che li sento respirare
    bench il canto degli uccelli
    sia assordante


    Tomas Transtrmer
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  16. #14
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Gazzella del ricordo d'Amore


    Non portar via il tuo ricordo.
    Lascialo solo nel mio cuore,
    tremore di bianco ciliegio
    nel martirio di gennaio.


    Mi separa dai morti
    un muro di brutti sogni.
    Soffro pene di giglio fresco
    per un cuore di gesso.


    Tutta la notte nell'orto
    i miei occhi come due cani.
    Tutta la notte, mangiando
    le cotogne di veleno.


    A volte il vento
    un tulipano di paura.
    un tulipano malato
    l'alba d'inverno.


    Un muro di brutti sogni
    mi separa dai morti.
    L'erba copre in silenzio
    la valle grigia del tuo corpo.


    Sull'arco dell'incontro
    aumenta la cicuta.
    Ma lascia il tuo ricordo,
    lascialo solo nel mio cuore.

    Federico Garca Lorca


    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  17. #15
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Sventatezza


    Ricordo un pomeriggio di settembre,
    sul Montello. Io, ancora una bambina,
    col trecciolino smilzo ed un prurito
    di pazze corse su per le ginocchia.
    Mio padre, rannicchiato dentro un andito
    scavato in un rialzo di terreno,
    mi additava attraverso una fessura
    il Piave e le colline; mi parlava
    della guerra, di s, dei suoi soldati.
    Nell'ombra, l'erba gelida e affilata
    mi sfiorava i polpacci: sotto terra,
    le radici succhiavan forse ancora
    qualche goccia di sangue. Ma io ardevo
    dal desiderio di scattare fuori,
    nell'invadente sole, per raccogliere
    un pugnetto di more da una siepe.


    Antonia Pozzi
    "...Comme on na pas le choix il nous reste le cur"

  18. Likes Estella liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •