Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  0
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 16 a 30 su 31

Discussione: Johann Sebastian Bach

          
  1. #16
    Master Member L'avatar di Sir Galahad
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    1,566
    Post Thanks / Like
    Conoscete Jean-Christian Michel? E' un clarinettista/sassofonista francese , ormai anziano, che suona i "pezzi" di Bach in un modo veramente bellissimo, perlomeno per me.
    Io possiedo due vecchi 45 giri (regalo di un'amica francese) che presentano, fra le altre, due aranjements di Bach :
    My soul longeth to depart in peace e
    Unto thee i cry, o Lord Jesus

    Se trovo questi pezzi sul web li "posto".

  2. #17
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Il "Concerto italiano" di Johann Sebastian Bach eseguito da un pianista eccezionale Arturo Benedetti Michelangeli.


  3. #18
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    La "Grande messa in si minore" di Johann Sebastian Bach, capolavoro immenso, nacque dalla necessità del compositore di Eisenach di proporre sempre nuovi Cantate domenicali alla corte del Principe di Sassonia. In questo ambito realizzò delle "Parodie" riutilizzando sue musiche adattandole alla necessità del momento. La pratica della parodia, allora largamente diffusa, fu usata per molte opere che consideriamo i più alti vertici della musica di Bach come gli Oratori di Pasqua e di Natale, le Passioni e anche la "Grande messa in si minore"


  4. #19
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Questa è una clip di Jean-Christian Michel tratta dal suo sito www.jean-christian-michel.com

    http://www.jean-christian-michel.com...p-musique.html

  5. #20
    Master Member L'avatar di Sir Galahad
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    1,566
    Post Thanks / Like
    Grazie, Chomsky, di aver trovato il sito. Consiglio a tutti di esplorarlo, merita veramente!

  6. #21
    Senior Member L'avatar di Baudin
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    294
    Post Thanks / Like
    Era il tempo di Cartesio, il padre del razionalismo moderno, che aveva scelto di non considerare il gusto in quanto variabile troppo legata all’individuo. La sua sola ratione di giudizio della musica rispondeva a precise leggi percettive in cui intervalli e ritmi dovevano confluire nella perfezione della composizione. Altre componenti come il timbro e l’intensità, puramente soggettivi, erano considerate proprietà secondarie, imperfette. Nello stesso periodo anche Leibniz ribadiva il concetto di perfezione musicale dettato dalle leggi dell’armonia. Ma introduceva il concetto di sensibilità, cioè tendere all’equilibrio e alla risoluzione perfetta anche sperimentando la dissonanza, alla quale pur nella sua negatività viene riconosciuta una funzione vivificatrice. E’ il modo di distinguersi, il modo in cui la stessa identità di armonia produce il nuovo.
    E’ il desiderio di fuga che proprio Bach avrebbe esaltato nella sua opera terminale, la straordinaria Arte della fuga.

    Glenn Gould-J.S. Bach-The Art of Fugue




    Arte della Fuga - Contrapunctus I-IV

  7. #22
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Nel 1747 Bach fece visita al re Federico II di Prussia alla cui corte lavorava come cembalista il figlio Karl Philipp Emanuel. La cronaca di questa visita fu documentata così in un giornale locale: "Si apprende che domenica scorsa 7 maggio è giunto il Famoso Maestro di Cappella di Lipsia il signor Bach. (...) Immediatamente Sua Maestà impratì l'ordine di farlo entrare e, una volta entrato, si portò al cosiddetto Forte e Piano e si compiacque di suonare di persona, senza alcuna preparazione, un tema che il Kapellmeister Bach doveva elaborare in una Fuga. La qual cosa fu fatta così abilmente da citato Kapellmeister che non soltanto Sua Maestà volle manifestare il suo graziosissimo compiacimento, ma anche tutti i presenti rimasero meravigliati. Il signor Bach trovò il tema che gli era stato dato così straordinariamente bello che egli intende metterlo sulla carta ed elaborarlo in una Fuga regolare e quindi inciderlo su lastra."
    Il risultato di questa famosa visita è "L'offerta musicale" raccolta formata da due fughe, dieci canoni e un trio.

  8. #23
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Oltre alla "Passione secondo Matteo" Bach compose anche la "Passione secondo Giovanni", eseguita per la prima volta il venerdì Santo del 1724 a Lipsia.

  9. #24
    Senior Member L'avatar di Baudin
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    294
    Post Thanks / Like

    Jethro Tull
    - J.S.Bach - Bourée


  10. #25
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Uno dei tanti brani ispirati alle musiche di Bach è la celebre canzone "A Whiter Shade of Pale" che prende spunto da "Aria sulla quarta corda" e dalla cantata Wachet auf, ruft uns die Stimme




  11. #26
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Il decimo movimento"Jesus bleibet meine Freude"
    della cantata "

    Herz und Mund und Tat und Leben",BWV 147 è forse uno dei più famosi brani di Bach, dove l'afflato religioso e il genio musicale del compositore tedesco raggiungono vertici sublimi difficilmente eguagliabili.




  12. #27
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    Il genio di Bach è stato celebrato in un famoso saggio di Douglas Hofstadter "Godel, Escher, Bach: un'eterna ghirlanda brillante" chiamato anche GEB in cui si mettono a confronto questi tre giganti del pensiero per dare un panorama delle vette raggiunte dalla mente umana.

    http://www.anobii.com/books/Gödel,_Escher,_Bach/9788845907555/0063280633dfe23696/


  13. #28
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    La "Passacaglia" di Bach


  14. #29
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like

  15. #30
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,478
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Chomsky Visualizza il messaggio
    Grazie Sir Galahad, festeggio le cinque stellette con le "Variazioni Goldberg" suonate magnificamente da Glenn Gould. Questa esecuzione ha un ruolo fondamantele nel romanzo di Thomas Bernhard "Il soccombente" in cui il musicista canadese assume una dimensione titanica che induce il narratore ad abbandonare la musica, consapevole che non potrà mai raggiungere questa perfezione
    a volte si arriva ai capolavori per vie traverse...
    so che abbasserò il tono di questa "discussione", le Variazioni di Goldberg sono citate nel libro delle Sfumature, questo mi ha spinto a cercarle, di solito mi muovo così nella classica, essendo,ignorantissima. Se qualcuno cita un'opera vado a sentirla, e così è stato.
    ho scoperto che le variazioni sono anche nella scena del Silenzio degli innocenti, quando lui è nella gabbia e uccide i due poliziotti.
    ho scoperto che Glenn Gould è considerato il miglior esecutore di Bach
    ho scoperto che Glenn Gould era bellissimo da giovane, un vero Figo. (assomiglia a Ethan Hawke)
    ho scoperto che era un pazzo, ipocondriaco e perfezionista
    ho scoperto che è morto troppo presto.

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •