Thanks Thanks:  12
Likes Likes:  19
Pagina 27 di 27 primaprima ... 17252627
Visualizzazione dei risultati da 391 a 401 su 401

Discussione: Volevo dire che

          
  1. #391
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    790
    Post Thanks / Like
    Sono stanchissima Mauro, torno a casa che la giornata è praticamente finita.
    Al lavoro mi lasciano spesso sola e mi sento un po' insicura, anche se, ripeto, le mansioni sono semplici.
    Ma mi fa bene, sono costretta a parlare al telefono e stavo perdendo le mie capacità di normale interazione umana, stando sempre a casa.
    Anche se la sensazione di essere impacciata mi accompagna sempre.
    Grazie per l'interessamento, sei gentile.
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  2. Likes daniela, DarkCoffee liked this post
  3. #392
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    466
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Estella Visualizza il messaggio
    Sono stanchissima Mauro, torno a casa che la giornata è praticamente finita.
    Ma mi fa bene, sono costretta a parlare al telefono e stavo perdendo le mie capacità di normale interazione umana
    Anche se la sensazione di essere impacciata mi accompagna sempre.
    Brava Estella, tieni duro...i tirocinii sono sempre pesantucci, perchè si tende a stare molto attenti e concentrati per imparare...pensa che col mio lavoro attuale feci ben 500 ore di tirocinio in 3 posti diversi.......

    Poi ti faccio ridere sul rispondere al telefono
    il mio primissimo lavoro a 17 anni per pagarmi i libri delle superiori è stato tipo questo tuo tirocinio da un commercialista,
    un giorno rispondo così a una telefonata: "Chi è che parla?"
    appena ho messo giù il telefono un urlo disumano mi chiama davanti al commercialista...vado e mi dice:
    "Paola chi sei un commissario di polizia??????????????non si chiede mai "Chi è" al telefono.....
    beh da allora (e ho lavorato ben 18 anni in un ufficio) non ho mai più risposto "chi è?"...

    Estella, ma dopo il tirocinio c'è qualche possibilità di rimanere al lavoro o dopo devi arrangiarti nella ricerca ?


  4. Thanks Estella thanked for this post
    Likes daniela, DarkCoffee liked this post
  5. #393
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    790
    Post Thanks / Like
    Non saprei proprio Fosca, di solito queste aziende che prendono tirocinanti li prendono a ciclo continuo e a costo gratuito perché tanto il tirocinante lo paga la regione (come nel mio caso) quindi dubito che mi assumeranno, penso che dopo di me prenderanno invece un altro tirocinante, un tirocinante non costa nulla all'azienda perché tanto la segretaria amministrativa ce l'hanno già, il tirocinante è per loro solo una figura di supporto in ufficio e facilmente sostituibile.
    In più io ho una timidezza patologica, pensa che oggi ero in ufficio con la segretaria e il titolare e dovevo chiamare dei dipendenti, beh mi sentivo talmente sotto esame che non riuscivo a parlare, balbettavo, quando rimango da sola vado benissimo ma loro non possono saperlo questo.
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  6. Likes daniela liked this post
  7. #394
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,447
    Post Thanks / Like
    Ed allora, quando ti succede pensa a questo... anche la segretaria ed il titolare si trovano almeno una volta al giorno sulla tazza del bagno... immaginateli!
    Vedi che invece di balbettare in quel momento, dovresti tenerti dal ridere
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  8. Thanks Estella thanked for this post
    Likes daniela liked this post
  9. #395
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    790
    Post Thanks / Like
    In realtà Dark ero molto nervosa anche perché il titolare, appena arrivata in ufficio, come prima cosa mi ha chiesto di scendere al bar e di portargli su il caffè.
    Questo mi ha parecchio innervosita e purtroppo quando ho della rabbia repressa balbetto, c'è chi somatizza sotto forma di dermatite o di bruciore di stomaco ma io balbetto.
    L'altro ieri col mio tutor sono rimasta in ufficio oltre il mio orario perché era rientrato tardi, insomma devo farmi rispettare altrimenti mi agito troppo, io non sono una loro dipendente.
    Sinceramente mi sono stufata di farmi mettere i piedi in testa, scusate lo sfogo, magari non vi interessa ma sono ancora arrabbiata.
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  10. Likes DarkCoffee, daniela liked this post
  11. #396
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    466
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Estella Visualizza il messaggio
    In realtà Dark ero molto nervosa..Questo mi ha parecchio innervosita e purtroppo quando ho della rabbia repressa balbetto, c'è chi somatizza sotto forma di dermatite o di bruciore di stomaco ma io balbetto.
    Sinceramente mi sono stufata di farmi mettere i piedi in testa, scusate lo sfogo, magari non vi interessa ma sono ancora arrabbiata.
    No, no ci interessa Estella, perchè parlarne fa bene...e te lo dice una che come carattere ti somiglia molto e somatizza parecchio...(io con un disturbo alimentare) e che ha poche occasioni di parlare con qualcuno...
    immagino che sarai giovanissima rispetto a me e posso dirti che col passare del tempo vedrai che alcune situazioni si sistemeranno,
    perchè è l'esperienza la vera scuola...
    anche io sono molto timida, ma nessuno lo direbbe...anzi da poco ho avuto uno scambio di idee con una collega...che dice che non sono timida visto che parlo, rido e scherzo con i pazienti (lavoro in ospedale), ma io le ho detto semplicemente che facevo il mio lavoro con professionalità, ma se mi incontra fuori non è proprio così...ad esempio faccio una fatica enorme ad andare nei posti pieni di gente, il supermercato in primis...
    se ti va di parlare io ci sono comunque...di dove sei? se ti va di scriverlo....così guardo una cosa che ho in mente che potrei suggerirti per il lavoro...

  12. Thanks Estella thanked for this post
    Likes kaipirissima liked this post
  13. #397
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    790
    Post Thanks / Like
    Giovanissima non sono Fosca, ho 39 anni.
    Abito nel Lazio, comunque ti ringrazio moltissimo per le tue parole.
    Ti capisco, quando vuoi parlare sono qui.
    Un abbraccio forte.
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  14. Likes kaipirissima liked this post
  15. #398
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,717
    Post Thanks / Like
    Cara Estella, mi pare di capire che la timidezza sia un tratto comune dei frequentatori di questo Forum e anch'io non faccio eccezione ma, come ha detto giustamente Fosca, la vera scuola, o se preferisci la miglior cura, in questo caso è l'esperienza ... ho avuto anche io un periodo (facevo manutenzione ad apparecchiature elettroniche) in cui tendevo a fare le poche cose che mi venivano assegnate lasciando ai colleghi più esperti i lavori più impegnativi o comunque un po' più complessi.
    La cosa che mi ha un po' sbloccato è stato il mio responsabile di allora che mi disse una cosa del tipo: "Mauro, quando c'è un problema complesso segnalalo pure a qualcuno più esperto, ma poi seguilo, vedi cosa fa ed eventualmente mettici tu le mani ... se non vai oltre, non crescerai mai", parole sagge e la lezione che ne traggo, che vale per me ancora oggi, è che non si deve avere paura dell'impegno, ma affrontarlo pensando che tutto ciò che riusciamo a conoscere in più oggi rispetto a ieri ci arricchisce prima di tutto come persone e poi ci rende più facile calarci in un contesto sociale.

    Non farti spaventare da nulla, vai avanti concentrata su te stessa e ... in bocca al lupo.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  16. Thanks Estella thanked for this post
    Likes Estella, kaipirissima liked this post
  17. #399
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    790
    Post Thanks / Like
    Grazie Mauro, se io lavorassi in modo continuativo credo che il mio disagio diminuirebbe di molto.
    Ho sempre lavorato a periodi, alternando periodi di lavoro a lunghi periodi in cui ero a casa, con il risultato di dover continuamente ricominciare da capo nell'acquistare sicurezza in me stessa, è la continuità che mi farebbe bene, comunque quello che dici è giustissimo.
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  18. Likes Mauro, kaipirissima, daniela liked this post
  19. #400
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,227
    Post Thanks / Like
    Nella vita convenzionalmente ci sono imposti dei criteri per giudicare la realizzazione di un individuo
    un lavoro, sicuro, retribuito onestamente
    una relazione stabile
    figli
    amici
    vacanze
    macchina
    proprietà
    ...

    quando questi passaggi saltano, ogni giorno è una messa in discussione, una partenza in salita, una piccola malinconia... Perché alcuni di questi criteri, al di la delle statistiche, sono desideri innati.

  20. Likes daniela, DarkCoffee, Estella liked this post
  21. #401
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    865
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Mauro Visualizza il messaggio
    "Mauro, quando c'è un problema complesso segnalalo pure a qualcuno più esperto, ma poi seguilo, vedi cosa fa ed eventualmente mettici tu le mani ... se non vai oltre, non crescerai mai"
    ... che una volta si sintetizzava con l'adagio "impara l'arte e mettila da parte". La sagezza popolare ha millenni d'esperienza (appunto) che tendiamo a negligere nell'era digitale del del tutto e subito.

    Quote Originariamente inviato da Estella Visualizza il messaggio
    Grazie Mauro, se io lavorassi in modo continuativo credo che il mio disagio diminuirebbe di molto.
    Ho sempre lavorato a periodi, alternando periodi di lavoro a lunghi periodi in cui ero a casa, con il risultato di dover continuamente ricominciare da capo nell'acquistare sicurezza in me stessa, è la continuità che mi farebbe bene, comunque quello che dici è giustissimo.
    Questo è il grande problema dei programmi occupazionali e degli incentivi statali slegati da un impegno sociale delle aziende. Finiscono per alimentare un circolo vizioso di sfruttamento del precariato.
    Non ti abbattere però, Estella, perché comunque stages e tirocinii offrono almeno due prospettive interessanti (malgrado tutto). La prima è proprio quella citata da Mauro, la capitalizzazione dell'esperienza. Intendo soprattutto quel tipo di esperienza che qualsiasi azienda richiede quando seleziona nuovi addeti, ma che mai nessuno offre in sede di formazione reale delle competenze. Dove si supponga che un giovane consegua tali esperienze è chiaramente un mistero ben celato.
    La seconda prospettiva interessante, spesso sottovalutata, è quella data dalla possibilità di costruirsi ed ampliarsi una rete di contatti e conoscenze, che possonoportare nuove opportunità. Ma bisogna osare e soprattutto evitare di sottovalutare le proprie capacità e le proprie risorse.


    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Nella vita convenzionalmente ci sono imposti dei criteri per giudicare la realizzazione di un individuo
    (...)
    quando questi passaggi saltano, ogni giorno è una messa in discussione, una partenza in salita, una piccola malinconia... Perché alcuni di questi criteri, al di la delle statistiche, sono desideri innati.
    È profondamente vero, perché comunque le nostre attività e i nostri ruoli hanno parte integrante nella nostra identità di persona.
    Questo è proprio quello che mi mette a disagio quando mi trovo sull'altro lato della barricata e mi capita (per fortuna raramente) di dover selezionare un collaboratoreo una collaboratrice.
    per un posto vacante ricevo decine di curricola ai quali posso dedicare pochi superficiali istanti. Guardo il tipo di formazione dei candidati e le loro esperienze profesionali. Poi mi tocca selezionare. Vale a dire scartare. Ma proprio considerando quello che dici, Kaipi, ogni selezione equivale a una botta per qualcuno. Più o meno forte. Più o meno inaspettata. Più o meno avvilente.
    Chiaramente non mi passa neppure per l'anticamera del cervello di voler giudicare le persone, le loro scelte di vita, i loro percorsi umani. Ma sebbene usi criteri strettamente funzionali l'effetto che produco quando respingo una candidatura è proprio quello. E non mi piace affatto.
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  22. Thanks Estella thanked for this post
    Likes daniela liked this post

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •