Con Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini. Regia di Peter Farrelly

Green Book racconta la storia di Tony Lip, un buttafuori italoamericano dalla dubbia scolarizzazione alle prese con un momento economico difficile, che lo costringe ad accettare un lavoro al limite dello scandalo per il costume dell’epoca (anni Sessanta): diventare l’autista di un afroamericano. Don Shirley Ŕ un pianista jazz di fama mondiale, risiede a New York ma deve affrontare un tour negli Stati americani del sud, per niente accoglienti nei confronti delle persone di colore. Negli anni Sessanta l’apartheid Ŕ un dato di fatto, accettato dai pi¨ come lo stato naturale delle cose. Inizia cosi un viaggio che mette in luce le contraddizioni feroci della disuguaglianza razziale.

dal web



Mi ricordo che quando usci’ “Balla coi lupi” , qualcuno disse che piu’ che essere un film dalla parte dei nativi americani , era un film dalla parte …degli oscar. Qui la stessa cosa.Una certa critica e probabilmente anche una parte del pubblico ha detto che questo e’ un film politicamente corretto sul razzismo un po' furbetto e quindi acchiappa oscar. In effetti ho letto che ne ha vinti tre.
Sara’…a me e’ piaciuto e ne consiglio senz'altro la visione.Un road /movie basato su una storia vera, attraverso l’America del sud, (siamo nel 1962 e il 68 e’ ancora lontano ) con due attori straordinari con una bella fotografia e neanche troppo retorico ( a parte il finale).
Le due ore tra commedia e dramma filano via che e’ un piacere e le tematiche anche se qualcuno pensa di no sono ancora attuali . Dai dialoghi tra i due attori principali infatti,emerge infatti tutta la complessita’ della questione razziale. "Per cambiare i cuori delle persone ci vuole coraggio" dice a un certo punto un musicista. Credo sia vero.



Curiosita’:
Il titolo fa riferimento a una guida nata nel 1936 per aiutare gli afroamericani a trovare motel e ristoranti che li avrebbero accettati…e non erano molti. L’ultima edizione e’ datata 1966.

Viggo Mortensen e’ ingrassato venti chili per interpretare il logorroico e ciondolante Tony Lip…insomma scordatevi Aragorn del Signore degli Anelli.