Nome:   6836-670-4_1c08ee371bfb41ebb3133012ff7dca0b.jpg
Visite:  10
Grandezza:  17.7 KB

Trama:

Ernest Pettigrew, ex maggiore dell'esercito britannico, è un uomo tutto d'un pezzo. Non perde tempo in frivolezze, né in inutili chiacchiere di paese. Ama la vita tranquilla, retta da valori solidi e intramontabili: decoro, senso del dovere e una tazza di tè fatto come Dio comanda. Ma la morte del fratello sembra aprire una breccia nel suo cuore, ed è allora che si abbandona all'amicizia per Jasmina Ali: la signora di origini pachistane che gestisce l'emporio del villaggio. Ad accomunarli non è solo lo stato civile (sono entrambi vedovi), ma anche la passione per la lettura. E così, il tè della domenica pomeriggio nella biblioteca del maggiore Pettigrew diventa ben presto un appuntamento fisso, atteso con trepidazione per tutta la settimana. Letto da Mrs Ali, Kipling è tutta un'altra cosa. Tuttavia, quando dalle amabili chiacchierate sui libri preferiti si accende qualcosa di più di una semplice amicizia, l'insolita coppia si ritrova al centro dei pettegolezzi e dei pregiudizi della piccola comunità di campagna. Perché, anche se Mrs Ali è nata a Cambridge e non si è mai spinta più in là dell'Isola di Wight, agli occhi di quel mondo chiuso resta sempre una straniera. Per non parlare del biasimo delle rispettive famiglie. A quel punto, starà al maggiore Pettigrew scegliere se piegarsi sobriamente alle tradizioni o combattere un'ultima, decisiva battaglia. Ma stavolta in nome dell'amore.

Commento:

Romanzo che nella sua semplicità mi ha conquistata pagina dopo pagina, è genuino e puro.
Avrei preferito si fosse mantenuto il titolo originale, sicuramente più frizzante, così come è il carattere del maggiore Ernest Pettigrew e della signora Jasmina Ali, inglese lui e pachistana lei. La descrizione dell'emporio gestito da Mrs Ali come luogo accogliente e deliziosamente esotico è una delle parti del libro che ho maggiormente apprezzato, così come la descrizione della verde campagna e dei semplici cottage inglesi, immersi in una natura che lotta per rimanere incontaminata e libera da cinici interessi commerciali che la vorrebbero neutralizzare in favore di anonime e lussuose villette a schiera.
Ernest e Jasmina amano vivere nel loro microcosmo fatto di pomeriggi dove discutere delle poesie di Kipling tra una tazza di tè e l'altra e passeggiate sul lungomare.
La nascita del loro amore è lenta ma forte finché non si scontra con il loro macrocosmo fatto di battute di caccia e di balli a tema organizzati dal comitato cittadino e dove sono presenti uomini e donne per cui il riconoscimento sociale è di fondamentale importanza, questo per quanto riguarda la cultura inglese, da una parte (anche se non mancano personaggi positivi); per quanto riguarda la cultura pachistana, dall'altra parte, di fondamentale importanza sono i ruoli all'interno della famiglia e l'osservanza religiosa (che in alcuni casi può arrivare a gesti estremi).
Non mancano episodi comici e le battute del maggiore Pettigrew a volte mi hanno davvero entusiasmato per il loro aspetto dissacrante.