Thanks Thanks:  6
Likes Likes:  50
Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 31 a 37 su 37

Discussione: XX° GdL (Libero) - Il velo dipinto di William Somerset Maugham

          
  1. #31
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,563
    Post Thanks / Like
    Finito anche io!
    Ringrazio Estella che l'ha proposto. Ovviamente, come altri libri, senza Gruppo di Lettura, forse, non l'avrei mai letto.

    Parto con i miei commenti un po' confuzionali e sparsi come al solito...

    L'ultimo capitolo mi ha commosso. Le lacrime sono uscite soprattutto quando Kitty dichiara di desiderare una figlia per insegnargli ad essere libera, ad essere se stessa senza condizioni, senza emulazioni, senza seguire una società che il primo ed il secondo ordine (come la classificano loro) si mescolano senza capire quale è l'uno e quale è l'altro.
    Kitty sciocca e frivola si trova a crescere costretta a confrontarsi con la realtà. La realtà fuori dai salotti e fuori dalle etichette. La realtà dove la gente muore, dove le persone affrontrano le difficoltà con la dignità che dentro l'elite non esiste. Comunque, mi fa sorridere il fatto che Kitty, una volta a Londra, vuole di nuovo andare a vivere in un paese lontano, come se scappasse da quelle radicini che l'avevano cresciuta così "banale".
    Il libro, la provocazione al mondo occidentale dei primi del 1900, è un viaggio allo sguardo rivolto al di là di quel velo dipinto (a proposito del significato del velo, mi è piaciuto il commento di Daniela. Lo trovo molto interessante e concordo).
    La storia racconta di occidentali che si credono sempre superiori anche quando si trovano in un paese così lontano. Infatti, nel libro ci sono frasi che non mi aspettavo.
    Cinesi che si decimano come mosche all'interno delle mura di un paese dove all'interno è presente un convento.
    Il tempio di Budda fuori dalla città, ma il convento all'interno della città? (sono un po' polemica?)

    Finisco dicendo che mi ha colpita la costante necessità della protagonista di quell'abbraccio che alla fine gli viene regalato dal padre.

    Piccolo sondaggio.
    Personaggio amato: Walter
    Personaggio odiato: Charlie
    Personaggio che mi fa innervosire: Kitty
    Personaggio inutile: la moglie di Waddington
    Personaggio antipatico: la madre superiora
    Personaggio che mi fa pena: Walter
    Personaggio che prenderei a schiaffi: la madre di Kitti

    Lascio qui anche il link del thread dedicato http://www.scompaginando.it/showthre...merset-Maugham
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  2. Likes Estella liked this post
  3. #32
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    La mia classifica dei personaggi:

    Piccolo sondaggio.
    Personaggio amato: Walter
    Personaggio odiato: la madre di Kitty
    Personaggio che mi fa innervosire: Charlie
    Personaggio inutile: Charlie
    Personaggio antipatico: Charlie
    Personaggio che mi fa pena: Kitty
    Personaggio che prenderei a schiaffi: Charlie

    Personaggio simpatico: Waddington
    Personaggio ammirevole: la madre superiora

    Ho trovato molto "sottili" e ironiche le ultime parole pronunciate da Walter, quasi una beffa:
    "A morire fu il cane", l'ultimo verso dell'elegia di Oliver Goldsmith. Cioè muore quello che non doveva morire.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  4. Likes Estella, DarkCoffee liked this post
  5. #33
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,224
    Post Thanks / Like
    Non leggo i vostri commenti perchè ancora non sono riuscita a finirlo. Mi piace moltissimo e non vedo l'ora di sapere come va a finire, ma in questi giorni ho proprio poco tempo e non riesco ad andare più veloce

    Vi dico solo che sto leggendo un'edizione piuttosto vintage! E' del 1967 traduzione di Elio Vittorini! Il linguaggio è alquanto sorpassato e questo non fa che aggiungere fascino alla narrazione già di per sè accattivante

  6. Likes Estella, DarkCoffee, daniela liked this post
  7. #34
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,384
    Post Thanks / Like
    ma guarda un po' che mi combinate! brave! come al solito Daniela è velocissima, di questo titolo ho visto il film.... e mi sa che non avrei letto il libro! ma dopo il commento di Daniela che dice che il finale è diverso... potrei magari farci un pensierino!...naaa

  8. Likes daniela, Estella liked this post
  9. #35
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,563
    Post Thanks / Like
    È vero, il finale del film è diverso. È brutto! Non mi è piaciuto per nulla. Il finale del libro ha un senso e mi è piaciuto molto. C'è un punto di riflessione molto importante a mio parere
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  10. Likes daniela, kaipirissima, Estella liked this post
  11. #36
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,224
    Post Thanks / Like
    Finito!

    Grazie di avermi suggerito questo titolo, diversamente non l'avrei mai letto. Il film non l'ho ancora visto, ma ho visto qualche scena e mi viene il sospetto di come va a finire. Mi sembra che abbiano banalizzato la storia, rendendola prevedibile e simile a tante altre, mentre invece quella del libro è proprio perfetta, logica, soddisfacente e non si potrebbe immaginare un finale migliore

    A me dispiace per Kitty, perchè nessuno le vuole bene e lei non ha nessuno a cui voler bene. Nè la famiglia, nè gli uomini hanno un sentimento sincero con lei

    Almeno alla fine ha la figlia!

  12. Likes daniela, DarkCoffee, Estella liked this post
  13. #37
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,563
    Post Thanks / Like
    Sono d'accordo. Il film ha banalizzato la storia.
    Il bello è che avrà la figlia per insegnargli ad essere libera. Libera da ogni condizione. Quello è stato il passaggio che mi è piaciuto di più
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  14. Likes daniela, Estella liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •