Nome:   Bartimeus 7.jpg
Visite:  81
Grandezza:  22.3 KB


La Trilogia di Bartimeus è una trilogia di romanzi scritta dall'inglese Jonathan Stroud,

L'amuleto di Samarcanda
L'occhio del Golem
La porta di Tolomeo

Una trilogia fantasy molto interessante e originale, pubblicata tra il 2003-2006.


L'ambientazione di questo fantasy si fonde con il romanzo distopico, immaginando un presente diverso da quello attuale ma con analogie sconcertanti.
L'Inghilterra è titolare di un potere che si estende su tutta l'Europa dopo che ha sconfitto l'egemonia di Praga ed è impegnata nella repressione della rivolta nelle colonie britanniche in America.
Il potere politico è nelle mani della classe dei maghi che governa sulla popolazione di comuni (uomini senza poteri e cultura magica) costringendo ai loro ordini e servizio tutta una serie di demoni che non possono rifiutarsi di obbedire loro.
In questa atmosfera ottocentesca la metropolitana attraversa la città, gli aerei solcano i cieli...

Nome:   barty.jpg
Visite:  54
Grandezza:  5.2 KB


Bartimeus è il demone protagonista della saga. Il suo punto di vista ci pone immediatamente di fronte a una classe dirigente corrotta, avida, ipocrita e ambiziosa. La sete di potere, le alleanze e le congiure sono smascherate con ironia attenta e scanzonata da questo demone simpaticissimo, che con intelligenza ci porta a riflettere su vari corsi e ricorsi storici.
Arguto, divertente, saggio, a volte cinico ma in fondo speranzoso, Bartimeus ci conduce, passo dopo passo, all'interno di un'avventura che non nasconde però un retrogusto amaro.


Quando Bartimeus viene convocato da un bambino-mago-prodigio, pieno di orgoglio e desiderio di vendetta, inizia una collaborazione tra i due che non smette mai di stupire, divertire e far pensare.
Nathaniel non è il solito maghetto orfano e simpatico. È un bambino solo, immerso in un mondo fatuo e falso, che si protegge con una corazza di freddezza e arroganza mista a un orgoglio che nel tempo si trasforma in presunzione e vanità. Non è simpatico Nathaniel, anzi è piuttosto irritante, eppure non è malvagio e forse è per questo che Bartimeus lo aiuta, pur criticandolo continuamente.
A questo duo si unisce poi una giovane comune, Kitty, che da subito entra nelle vite di questi due dipendenti governativi in quanto fa parte di una associazione che combatte il governo corrotto dei maghi.


Di storia in storia i tre sono chiamati a sventare i colpi di stato orditi dagli stessi maghi corrotti.
Una lettura avvincente, forse il secondo romanzo è più lento, ma serve per caratterizzare meglio i personaggi, facendoci appassionare sempre più alle loro vite... Fino all'ultimo capitolo conclusivo.