Nome:   silo.jpg
Visite:  72
Grandezza:  32.4 KB


La Trilogia del Silo è una serie di 9 romanzi di fantascienza dello scrittore statunitense Hugh Howey, raccolti successivamente in tre libri:

Wool,

Shift

Dust.


La storia di Wool è ambientata sulla Terra in un mondo post apocalittico.
In seguito a quello che comunemente possiamo intendere come "disastro ambientale", l'aria è diventata irrespirabile. Prevedendo il pericolo è stato costruito un bunker, silo, nel quale si preserva la vita in attesa che l'aria torni pura.
Sotto terra, lungo una scala a chiocciola che si snoda nelle viscere della terra, vivono gli uomini, suddivisi per piani-livelli, ognuno con il proprio compito, regolando le nascite, rigidi a ferree e mai discusse regole.
Il primo romanzo inizia così con le prime domande che spingono i protagonisti alla ricerca della verità.
Wool nonostante sia decisamente claustofobico si snoda come un giallo, un thriller avvincente e sembra al suo termine giungere ad una conclusione, invece...

Shift riapre i giochi e ci riporta a quello che è stato prima della fine del mondo. Ci mostra la camera dei bottoni, dove tre personaggi hanno creato l'ordine di Wool. (World order operation fifty)
La lettura si fa complicata muovendosi tra periodi diversi, luoghi diversi. Eppure non si perde mai il filo, basta avere pazienza e lentamente il secondo romanzo ci porta là dove si conclude il primo libro per avviarsi alla conclusione con ...

Dust
Forse tra i tre romanzi è quello più pauroso poiché ci sono molte dinamiche pronte a innescare una reazione distruttiva.
A fare paura è l'uomo capace di trasformarsi in una macchina folle e omicida. Pronto a saccheggiare, stuprare, razziare, uccidere pensando solo a se stesso, alla propria sopravvivenza.
A fare paura è l'uomo fagocitato nella massa indistinta e irrazionale della rivolta. Pronto a seguire acriticamente voci anonime che inneggiano il sospetto, la paura...
A fare paura è l'uomo quando si unisce a sette e a predicatori folli.
A fare paura è l'uomo che si nasconde dietro piani di salvezza seminando morte.
A fare paura è l'uomo, poiché nella sua visione antropocentrica conduce l'umanità (senza nome e ignara) all'autodistruzione.
A fare paura è il sacrificio dei migliori, il dolore che essi devono sopportare per mantenere vivi i loro valori e non lasciare che l'odio o la vendetta consumino come un cancro il loro essere.


Una trilogia avvincente, claustofobica, ricca di colpi discesa e personaggi indimenticabili.
Una trilogia che non si legge soltanto ma ci mette di fronte ai limiti stessi della civiltà e dell'uomo.

La lettura non scorre velocissima ma non si arresta mai perché la curiosità di conoscere come andrà a finire è troppo pressante.