Nome:   corr.jpg
Visite:  155
Grandezza:  8.6 KB

Un film di Giuseppe Tornatore.
Con Jeremy Irons, Olga Kurylenko, Simon Anthony Johns, James Warren, Shauna Macdonald.
Drammatico, 116 min.
Italia 2015


Trama 1
Ed Phoerum, professore di astrofisica sessantenne, intrattiene una relazione extraconiugale con una sua ex studentessa fuori corso, Amy Ryan. Li lega una "corrispondenza" amorosa costellata di sms, chat, registrazioni video e chiacchierate via Skype, come si conviene ad un rapporto 2.0. Amy vede proseguire questa corrispondenza virtuale attraverso le tante missive che lui le fa pervenire anche dopo un evento decisivo, con l'aiuto di una serie di "complici" e del piano di consegne scadenzato del servizio postale. Ma questa conversazione mai interrotta sarà per lei un sollievo o una dannazione? (Mymovies)

Trama 2
Una giovane studentessa universitaria impiega il tempo libero facendo la controfigura per la televisione e il cinema. La sua specialità sono le scene d'azione, le acrobazie cariche di suspence, le situazioni di pericolo che nelle storie di finzione si concludono fatalmente con la morte del suo doppio. Le piace riaprire gli occhi dopo ogni morte. La rende invincibile, o forse l'aiuta a esorcizzare un antico senso di colpa. Ma un giorno il professore di astrofisica di cui è profondamente innamorata sembra svanire nel nulla. E' fuggito? Per quale ragione? E perché lui continua a inviarle messaggi in ogni istante della giornata? Con queste domande, che conducono la ragazza lungo la strada di un'indagine molto personale, inizia la storia del film. (Coming soon)


Commento
Diversamente dal solito ho inserito due trame prese da due siti diversi. In entrambe si tace una cosa fondamentale e di conseguenza mi asterrò dal comunicarvela, ma davvero è una cosa che accade dopo 5 minuti di film e su cui Tornatore costruisce tutta la storia.
Davvero non capisco.
Quindi niente spoiler e... il film racconta una storia d'amore.
Disturbante.
Devo ammettere che più di una volta mi sono ritrovata non dico a soffiare, ma quasi.
Lui sessantenne lei boh... Di certo potrebbe essere sua figlia e neppure la primogenita. Ok. Già ne L'offerta migliore si parlava d'amore tra un uomo maturo e una giovane donna. Un uomo freddo che si ritrovava perdutamente innamorato.
Qui perdutamente innamorato è Ed, perdutamente innamorata è Amy.
Il film è disturbante, è fastidioso, con una sceneggiatura a volte traballante, palesemente costruita per sanare perplessità piuttosto lecite. Personaggi che nel giro di un ciak passano da ostili a super disponibili. Attori (non protagonisti) che sembrano presi dalla strada, rigidi e assurdamente estemporanei, come se venissero fuori da un libro di favole pronti ad aiutare la bella addormentata in difficoltà.
Insomma, più di una volta avrei voluto urlare... alla fine invece mi sono commossa, perché sono un'inguaribile romantica e le storie d'amore, quelle vere, mi toccano sempre.
La sensazione che il film lascia è quella di una volta stellata che si affaccia sull'infinito della nostra finitezza e non so perché mi ha panicamente proiettata in un dipinto di Van Gogh.


Rispetto a L'offerta migliore ė meno patinato. Il cielo ė cinerino, l'acqua è fredda e l'appartamento spoglio. Ma d'altra parte come potrebbe essere diverso?

Bella musica. Attori principali convincenti.



Consigliato? Sì.