Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  2
Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7

Discussione: Amore e sesso nell'antica Roma-Alberto Angela

          
  1. #1
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,064
    Post Thanks / Like

    Amore e sesso nell'antica Roma-Alberto Angela



    "A Venere e al suo mondo che ha acceso sogni, infiammato cuori e inebriato i sensi fin dagli inizi dei tempi”

    “Omnia vincit amor” Virgilio


    Con queste due dediche iniziali,Alberto Angela ci introduce in un mondo lontano e affascinante ( che ha tante analogie con il nostro)affrontando con leggerezza elinguaggio semplice,un argomento accattivante che per alcuni e’ ancora tabu’.Siamo ai tempi di Traiano nel 115 d.c. , con Roma all’apice del suo potere. Stavolta non si parla di grandi conquiste ,delle grandi opere d’ingegneria o di grandi personaggi ma di come ci si baciava, se gli innamorati regalavano fiori alle proprie donne, dove si poteva portar fuori la propria fidanzata, che tipi di contraccezione esistevano,.come si “rimorchiava” e si tradiva, le posizioni amorose,il fatto che divorziare era molto piu’ facile , che gia’ allora si praticava la chirurgia estetica,le prime proteste “femministe”, di una legge anti-stalking (Lex de adtemptata pudicizia) e tantissime altre curiosita’.
    Che l’impero romano fosse culla di concetti per noi intollerabili è risaputo (società estremamente maschilista, matrimoni combinati ecc) ma su di una cosa erano paradossalmente più avanti di noi:

    pag.199 “…mentre noi viviamo il sesso con il senso del peccato, i romani lo vivono come uno dei piaceri della vita. Senza per questo cadere nella volgarità, nella depravazione o nella trasgressione. È semplicemente uno dei regali degli dèi, da cogliere e assaporare al volo…

    Per ricostruire un quadro completo ci si e’ basati su centinaia di reperti nei musei ,affreschi, statue e da una consistente bibliografia antica (Catullo Cicerone Marziale ma soprattutto Ovidio, maestro d’amore, i cui consigli sono ancora attuali) e anche di recenti studi moderni.
    C’e’ un accenno anche ai “Florialia” feste in onore della dea Flora con cinque giorni di strip femminili...vedete?
    Io lo dico sempre,ecco dove dovevo vivere,all’epoca dell’Impero Romano ! ...sai gli sbaciucchi...
    Nome:   00035001.gif
Visite:  131
Grandezza:  9.5 KB


    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  2. #2
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio

    Io lo dico sempre,ecco dove dovevo vivere, all’epoca dell’Impero Romano ! ...sai gli sbaciucchi...
    Nome:   00035001.gif
Visite:  131
Grandezza:  9.5 KB
    Sì , ma... Ci si dimentica sempre di qualche dettaglio. La vita (non solo sessuale) spensierata poteva essere nell'orizzonte di una sparutissima minoranza di extrafortunati. Bisognava essere:

    • di sesso maschile
    • di classe senatoriale
    • estremamente facoltosi
    • residenti nell'Urbe e dintorni


    tutte queste condizioni restringevano considerevolmente il novero dei fortunati fruitori di questa mitologica gioia di vivere. e non parlo nemmeno di malattie, guerre, intrighi politici e normali accidenti della quotidianità.

    Le probabilità per una persona di nascere nel primo secolo d. C ed adempiere a tutte le felici condizioni sopra elencata equivale più o meno alla probabilità di nascere miliardario oggi in una pololazione mondiale di 7.5 miliard
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  3. Likes daniela liked this post
  4. #3
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,064
    Post Thanks / Like
    Ciao Rupert...non mi sono dimenticato di qualche dettaglio...la mia era una battuta.
    Sono d'accordo con te riguardo le probabilita' e la fortuna di nascere uomo di potere e estremamente facoltoso
    ( oggi come ieri....)
    Solo una cosa...quando scrivi

    tutte queste condizioni restringevano considerevolmente il novero dei fortunati fruitori di questa mitologica gioia di vivere. e non parlo nemmeno di malattie, guerre, intrighi politici e normali accidenti della quotidianità.
    Converrai con me che dopo duemila anni poco o nulla e' cambiato...sotto questo aspetto non siamo messi molto meglio.
    Scusate il piccolo o.t.
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  5. #4
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio
    Ciao Rupert...non mi sono dimenticato di qualche dettaglio...la mia era una battuta.
    Sono d'accordo con te riguardo le probabilita' e la fortuna di nascere uomo di potere e estremamente facoltoso
    ( oggi come ieri....)
    Ciao Enribello.
    Non era una critica a te, ma al libro di Alberto Angela, che per altro fa un ottimo lavoro di divulgazione. La mia collega che insegna latino propone il suo testo sulla vita quotidiana nell'antica Roma come lettura obbligatoria. Il problema è che volendo spettacolarizzare e divulgare in modo accattivante si finisce per deformare la realtà, che di solito e in qualunque epoca è poco spettacolare e non sempre divertente.
    Mi rendo conto che la mia prospettiva è fortemente deformata dalla mia professione di insegnante di storia.
    Non ci sarebbe nessun problema, in sé, nella scelta editoriale della divulgazione accattivante, se non fosse che nei programmi scolastici italiani è sparita l'antichità (e secondo me questo è un crimine contro la cultura italiana e dell'intera umanità). Per questo motivo l'unica fonte di conoscenza della storia antica rimane la versione semplificata e spettacolarizzata della televisione e dei libri derivati dalle trasmissioni televisive.
    Non è quindi un problema di chi per fortuna ancora fa divulgazione, ma un problema di cultura di base. Questo potrebbe essere un argomento interessante per un'altra discussione.

    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio
    Converrai con me che dopo duemila anni poco o nulla e' cambiato...sotto questo aspetto non siamo messi molto meglio.
    Scusate il piccolo o.t.


    Concordo e quoto in pieno.
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  6. Likes Enribello liked this post
  7. #5
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,064
    Post Thanks / Like
    Sono assolutamente d’accordo su tutto Rupert...per quanto riguarda la "divulgazione accattivante" io penso che ci vuole qualcuno che racconti la cultura o magari la scienza in maniera comprensibile, entrando nel cuore delle persone anche semplici che magari non hanno avuto la possibilita’ di studiare.
    Comunque e' vero...argomento interessante per un' altra discussione-
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  8. #6
    Junior Member L'avatar di primopierotz
    Registrato dal
    Oct 2016
    Messaggi
    25
    Post Thanks / Like
    Sono molto interessato alla vita quotidiana, sia nell'antica Roma che in altri luoghi ed epoche... Angela ha scritto altri libri interessanti su questo versante? Penso che li cercherò, tenendo sempre conto che, come dite voi, in alcuni casi si può tendere a spettacolizzare la realtà.
    Adoro lasciarmi inebriare dai libri.
    Siti che consiglio di visitare: World Open News - Fatti strani dal mondo

  9. #7
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,064
    Post Thanks / Like
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •