LAS VEGAS

Grandi macchine e limousine e dappertutto, sale giochi, slot machine, roulette, tavoli da gioco… proprio come nei film.
Prendiamo una stanza al motel 6 storica catena per chi viaggia on the road…ci accoglie una tipa con dei improponibili (per l’epoca) capelli arancioni..”Hallo dear”….e ci mostra una stanza piccola senza bibbia nel cassetto ( lo dico perche’ in quasi tutti i motel ne abbiamo trovata una).

In compenso c’Ŕ un catalogo con i numeri di telefono se per caso
avessimo bisogno di compagnia. In effetti giravano belle ragazze con minigonne inguinali disponibili a intrattenere vincitori e vinti all’uscita del casino’. La prostituzione e il gioco d’azzardo in Nevada sono legali. Cosi almeno ci dicono…
Qui adocchiamo in un country store due sorelle gemelle con cappelli da cow girl
sicuramente americane al 100% !
Infatti sono di …Genova. Dopo aver passato con loro una giornata curiosando qua e la
ci propongono un'altra deviazione…. stavolta in taxi. Ma non ne troviamo disponibili per sei persone…Alberto e Giulio pur non avendo il demone del gioco optano per tentare la fortuna al casino’, e troveranno il modo di perdere centomila lire del vecchio conio.
Il tassista, un ex vietnam, e' un bel soggetto, con i capelli legati a coda di cavallo e un berretto "Las Vegas Outlaws" che e' una squadra di football. Lo scambiamo con un altro della A.S.Roma calcio che loro chiamano soccer...una sorta di gemellaggio.
Ogni tanto ci segnala qualcosa, una deviazione della strada, un tipo di vegetazione…
ha un crocefisso appeso allo specchietto retrovisore con un crocefisso e dallo stereo esce la musica dei Doors.
Dove siamo? Sulla Highway 375, oggi piu’ conosciuta come Extraterrestrial Highway
verso atmosfere misteriose alla X-files. In questa zona si trova l'area 51
I cartelli hanno nomi tipo Skeleton hill, Funeral Mountains… allegria! avrebbe detto il vecchio Mike Buongiorno.
Comunque niente ufo in vista…solo qualche mucca che placidamente dorme sulla strada.
Intanto io e il professorino “simpatizziamo” molto con le due sorelline…praticamente ci fidanziamo.
Ora che ci penso…cavolo, posso dire di essermi fidanzato a Las Vegas!
Dopo aver preso atto che se vogliamo possiamo sposarci con matrimoni a tema tipo Biancaneve e i sette nani oppure farlo nella famosa Cappella Graceland con tanto di limousine abiti a noleggio e con estimone ...Elvis !


incontriamo un tizio parlante italiano che vuole convincerci a fare il famoso passo
Io e la ragazza genovese prima stiamo un po’ al gioco poi decliniamo gentilmente le proposte e ce ne andiamo…e quello dietro
“Qui si sono sposati Frank Sinatra e Mia Farrow! E pure Paul Newman e Joann Woodward !
E noi continuiamo a camminare.
E insiste “preferivate un ambientazione egiziana o horror tipo Dracula?”

Alche’ mi fermo…e lui si avvicina speranzoso.
E cosi gli dico ... mi scusi ma nel caso del rito vampiresco….
.vale sempre la formula “finche’ morte non vi separi”?

Le gemelle l’indomani faranno un “salto” allo Yosemite Park ( in aereo).Un area naturale ricca di cascate montagne e ruscelli.
Facciamo cosi un'altra mattata che da una un colpo ferale al nostro budget… ma vi giuro, a parte la dolce compagnia avevo bisogno di allontanarmi
dal kitsch dilagante…Alberto e Giulio capita la situazione optano per la Death valley.

Yosemite Park

Qui si respira quel clima tipico da Bubu e Orso Yoghi…con tanto di panche di legno dove le famigliole consumano il pic nic
Con scoiattoli alla cip e ciop che ti saltellano vicino mentre i rangers girano con le jeep e ti dicono di non dare da mangiare agli orsi (ah perche'...c'Ŕ pure questa possibilita...)
Non e’ facile da visitare data la sua estensione. Abbiamo scelto
oltre le cascate Yosemire Fall le sequoie Mariposa Grove , il punto panoramico Glacier Point.
Di piu’ impossibile in una giornata.Pernottiamo fuori il parco con le due sorelline che avevano prenotato una camera dall’Italia.
Ma basta stringersi un po’….

Al ritorno ci separiamo…loro stanno andando a San Francisco. E ci piacerebbe , davvero!
La citta’ della beat generation, del summer of love,del golden gate e della strada vista in moltissimi film, Lombard street…
Stavolta pero ‘ prevale la ragione. Non vogliamo vedere posti solo per il gusto di mettere la bandierina, non so se mi spiego.
I posti vanno anche gustati. E noi tra imprevisti, deviazioni e casini vari siamo in ritardo sulla tabella di marcia…
qualcosa dobbiamo sacrificare anche di quello programmato. E poi vogliamo fare una
giornata al mare, in pieno relax
A malincuore salutiamo le sorelline…che verranno a trovarci due mesi dopo a Roma ad agosto….poi ci siamo persi ma questa e’ tutta un'altra storia.
La nostra prossima destinazione…e’ SANTA MONICA…

continua...