Thanks Thanks:  1
Likes Likes:  8
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 23

Discussione: Una finestra sul mondo

          
  1. #1
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like

    Una finestra sul mondo

    Nome:   la mia finestra sul mondo logo.jpg
Visite:  199
Grandezza:  17.6 KB

    Qui flash ,curiosita', notizie dal mondo che meritano un commento...

    All about dreams...

    e’ il motto di una societa’ di San Diego, la” I Winks”….che ha lanciato il “progetto Aurora”… per gestire i propri”sogni lucidi”.
    Avevo letto tempo fa’ di una ricerca di Richard Wiseman, psicologo dell’Universita’ di Hertfordshire e del suo “Dream on” dove al costo di Euro 0,79 l’uno, si poteva scegliere una ventina di tipi di sogni… con il telefonino vicino alla testa, sul cuscino.
    Qui invece dalle prime indiscrezioni sembra che si tratti di una fascia bluetooth dotata di sensori da indossare sulla fronte a coprire occhi e orecchie ed una app per smartphone….questo software riconoscera’ le fasi Rem grazie alla misurazione di onde cerebrali e promette di influenzare i sogni magari modellarli con la musica che si preferisce o secondo altri parametri personalizzabili….cosa volete sognare stanotte…una rilassante passeggiata in un bosco…un tuffo nelle acque cristalline di un mare caraibico… o magari vestiti da Batman o da Cat Woman frustare il capoufficio o il vicino di casa….
    ecco io ho un sacco di sogni…pensate che a volte mi piacerebbe rimanere dentro ai mondi dei libri che leggo….

    incuriosito ho chiamato la societa’ in questione ed ho chiesto se era possibile un sogno di questo tipo….ambientazione generale: sulla terra regna la pace e sono scomparse le piu’ brutte malattie…..c’è lavoro per tutti e tutti sorridono
    ambientazione specifica : sbaciucchiarmi con chi dico io al Bridge Suite nelle Paradise Island
    alle Bahamas….25.000 dollari a notte, vista oceano, fragole e champagne sauna jacuzzi massaggi con musica lounge di sottofondo e maxi schermo al plasma dove vedo la Roma vincere lo scudetto.... mi hanno risposto che tutto si poteva fare meno l’ultimo punto…sto scherzando….


    E se invece i sogni potessero essere condivisi, se piu’ persone potessero sognare lo stesso sogno e interagire….tipo quel film, “Inception”…. ? Magari ci si arrivera'....ma poi come sarebbe il risveglio…?
    Allora che dite… una inaccettabile intromissione nei nostri cervelli o un alternativa piacevole…?


    “Siamo della materia di cui sono fatti i sogni; nello spazio e nel tempo di un sogno è racchiusa la nostra intera vita"
    William Shakespeare


    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    In un ristorante il cameriere avvicinandosi al tavolo vicino, chiede alle due coppie li sedute “Gradite fotografare ancora qualcosa…o vi porto il conto?”
    La mania ossessiva che ha contagiato un po’ tutti di inviare agli amici/e quello che si sta mangiando, dilaga. Conosco il direttore di un ristorante che mi ha confessato di essere un po’ disorientato…non capisce perche’ condividere su FB su whatsapp o su Instagram un normalissimo piatto di tagliolini o un souffle’ di asparagi…
    mi ha detto che molti durante il pasto non fanno che stare al cell e a rispondere ai commenti. Io posso capire se sei in un posto memorabile o particolare.
    Alcuni ristoranti newyorchesi espongono il contrassegno “divieto di fare fotografie” …con tanto di motivazione “ per proteggere gli ossessivi da loro stessi, perché possano godere pienamente del momento”.
    Proprio ieri sera in un locale ho sentito dire uno all’amico “guarda secondo me non e’ “impiattato” bene….

    ho pensato adesso questo va dal cuoco e gli dice… "togliti il grembiule, sei fuori dalla cucina di MasterChef. !!!…


    Forse a questo si riferiscono quando si parla della "fuga dei cervelli"... battute a parte....
    io sono per la liberta’ …..ho sopportato per anni il vicino di tavola che mi affumicava con le sigarette posso sopportare quello che fotografa la lombatina... certo e' che stiamo perdendo il senso della misura….. d'altronde
    ora quando si esce la sera la preoccupazione e’ quella trovare il wi-fi….noi cercavamo altre cose…..ma si sa i tempi cambiano..de gustibus….
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  3. Likes daniela, Mauro liked this post
  4. #3
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    Da un vecchio articolo di Vanzina sul quotidiano “Il Messagero” prendo spunto....
    Vedere gente che a una certa eta’ si atteggia a “giovane” mi fa un po’ tristezza. Avvocati col Moncler cavalcare HarleyDavidson che quando tirano su il cavalletto li frega il colpo della strega, zie minigonnatissime, stivaloni ed extension da paura sembrano pronte per entrare nei piu’ famosi reality. Uomini in andropausa che si tingono i capelli, giovani nonne che portano a spasso i nipotini al parco con look alla AmyWinehouse e unghie da panterone o nonni che si sentono qualcuno con i giubbotti da aviatore. Ah poi e’ bello quando si fanno chiamare dai figli Patrizia,Francesca,Cristina….eh si , si sentono ancora giovani, guai a chiamarle mamma. E il ritocchino? Beh ormai non si nega a nessuno.
    Ieri all’ufficio postale l’impiegata sembrava Lady Gaga…
    Io non mi formalizzo, capirai ne ho viste di tutti i colori… pero’ essere anziani significa anche avere una dignita’. Una volta, penso all’antica Roma,ai popoli pellerossa, l’anziano era venerato e rispettato. Certo ora non e’ piu’ cosi ma neanche si puo’ essere teen-ager tutta la vita. Il poeta inglese Jhon Donne ci ricorda: “Nessuna bellezza primaverile,nessuna bellezza estiva ha una tale grazia,quale ho visto in un volto autunnale” Non e’ vero forse che Michelangelo scolpiì “La Pieta” in vecchiaia e che anche Tiziano e Picasso crearono capolavori in tarda eta’?. Cerchiamo di non far invecchiare la mente.
    Aver cura di noi stessi si...non lasciarsi andare va bene....senza cadere nel ridicolo pero'.
    Ed ora scusate attendo un ospite,ho fatto un patto con lui….si chiama Faust.
    Perche’ poi alla fin fine, detto tra noi,il tempo che passa cosi velocemente…..beh incavolare un po’ fa’.
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  5. Likes Mauro liked this post
  6. #4
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like

    Probabilmente "La carica dei 101" bel film disneyano, in qualche modo avra' influenzato gli autori di un manualetto trovato su una bancarella dal titolo
    "101 luoghi dove fare sesso prima di morire" di tal Marsha Normandy e Joseph St.James.
    Allora....dovremmo cercare di farlo in aereo. Ma l'avete mai visto il "bagno" degli aerei?
    Sulle poltrone poi lo vedo complicato… poi con le cinture di sicurezza....
    e' raccomandato farlo al cinema. E qui si puo' essere d'accordo.
    Con i films che girano….

    l'unico problema e' come sistemare i pop-corn e la coca cola,ma con un po' di buona volonta'… altro posto suggeritoci e' il confessionale. Senza prete dentro immagino e ci vuole proprio il vecchio confessionale di una volta,quello barocco,un po' cupo…
    lo so ci siete rimasti/e male....voi che consideravate la macchina col sedile ribaltabile il massimo della libidine e delle acrobazie (sopratutto chi ha un utilitaria) oppure sognavate location romantiche tipo spiaggia o posti
    trasgressivi come l'ascensore...
    una simpatica nonnina mi ha detto "Ma vuoi mettere le confortevoli comodita' del lettone? "
    102! 102!
    Ah la saggezza degli anziani......


    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  7. Likes DarkCoffee liked this post
  8. #5
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,633
    Post Thanks / Like
    E' ovvio che, essendo l'argomento di quelli che hanno sempre appeal, basta costruirci sopra qualche invenzione e il minimo di copie vendute è assicurato.
    Dico invenzioni perché non è la prima volta che saltano fuori suggerimenti del genere e sfido chiunque a realizzare un amplesso degno di tal nome, anche solo in metà dei posti assurdi citati in questi manualetti buoni solo a creare nuova clientela ai fisioterapisti specializzati in traumi alla schiena.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  9. #6
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,369
    Post Thanks / Like
    Per tornare all'aereo... ma veramente? Oltre alla grandezza, non ci vuoi mettere anche la puzza? Bleah!
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  10. #7
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,633
    Post Thanks / Like
    Ma sì, se ci pensi bene quando si verificano amplessi del genere finiscono dritti sui giornali perché sono talmente rari da fare notizia (evidentemente c'è gente in giro che ha dei raptus erotici irrefrenabili) e, in realtà, sono più fantasie da film che da persone normali, mentre il suggerimento del cinema ha più o meno l'età dei fratelli Lumiére ... insomma si direbbe un saggio sull'acqua calda.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  11. #8
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    Scusate...volete un po' di fi.Ga.?
    No. non sono impazzito...almeno non ancora. E' il nome di una bevanda analcolica, a base di fiori di guarana' uscita gia' da qualche anno a dire il vero. Allora...
    in Brasile la "figa" , chiamata anche "higa" e' un amuleto portafortuna ,per attirare la buona sorte o rimuovere qualsiasi tipo di problema, ad esempio la sterilita' .
    E' fatto di vari materiali , anche se il piu' usato e' il legno.
    Rappresenta un braccio con legaccio al polso e la mano chiusa a pugno con il pollice tra l'indice e il medio. Gia' utilizzato nell'antica Roma come rappresentazione dell'atto sessuale.
    Sicuramente hanno giocato con il doppio senso della parola. Che cervelloni...
    comunque vorrei proprio vedere al bar entrare qualcuno/a e dire ad alta voce
    " Scusi vorrei una f...
    ehmmm...quella bevanda li....


    http://www.fioridiguarana.it/index1.asp
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  12. Likes DarkCoffee, Mauro liked this post
  13. #9
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    A proposito di Teutoburgo….e della piccola spiegazione che avevo promesso su altro topic....basta andare sul web….in breve fu chiamata dagli storici romani “la disfatta di Varo”
    Publio Quintilio Varo generale romano fu annientato grazie a un tradimento da una coalizione di tribu’ germaniche nel 9 d.C .
    Mi ricordo che alzai il sopracciglio quando qualche anno fa’ vidi la facciona tutta euforica della Merkel in tv che festeggiava la ricorrenza della vittoria brandendo un piede di marmo dissepolto durante scavi archeologici,dicendo che forse era quello di Augusto …ora alla Merkel vorrei dire due cose. La prima e’ questa….i Romani decisero dopo aver vendicato con una campagna durata sette anni l’onta della sconfitta,di rinunciare a conquistare terre al di la’ del Reno perche’ il territorio germanico era coperto da acquitrini e aveva poche materie prime…e il gioco non valeva la candela. Fu quello il confine per altri 400 anni all’interno del quale si cerco’ di assicurare la pax romana. Del resto e questo lo dice la storia,da una parte c’era la luce come diceva il Gladiatore,cioe’ la civilta’…
    da una parte un popolo veramente "barbaro "


    Sentite che scriveva Publio Cornelio Tacito ...


    “Nessuno considera un disonore trascorrere il giorno e la notte in continue bevute...come e' ovvio tra ubriachi scoppiano frequenti risse che spesso si concludono con morti e feriti
    .Preferiscono bere che mangiare. Riescono a soddisfare la fame con cibi semplici... frutti selvatici latte appena cagliato,selvaggina...a loro basta essere sdraiati su pelli d'orso a ubriacarsi.”

    Quindi cara Merkel ecco la seconda cosa….mi dispiace…quella vittoria e’ stata un autogol……avreste potuto civilizzarvi, avere diritti, cultura e arte oltre a molti piu’ reperti che oggi tutti cercano e valorizzano.
    E quel piede che sventoli soddisfatta forse apparteneva a un imperatore che accolse ogni razza e ogni religione nel suo potentissimo Impero. A quel tempo nessuno pretendeva di avere la verita’ in tasca, tutti gli dei andavano bene. (Bastava pagare le tasse)

    LA CIVILTA' E' AMPIEZZA DI CONFINI SOPRATTUTTO MENTALI

    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  14. #10
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,633
    Post Thanks / Like
    Un post che condivido al 101% però ... ho sempre quella spiacevole impressione che noi ci si culli su glorie antiche due millenni e di cui ormai restano solo venerabilissime vestigia da sventolare in occasioni del genere, un po' per orgoglio e un po' per la malcelata frustrazione di essere ormai una realtà molto più piccola e ininfluente rispetto alla magnificenza Imperiale Romana
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  15. Likes Enribello liked this post
  16. #11
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,369
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio
    A proposito di Teutoburgo….e della piccola spiegazione che avevo promesso su altro topic....basta andare sul web….in breve fu chiamata dagli storici romani “la disfatta di Varo”
    Publio Quintilio Varo generale romano fu annientato grazie a un tradimento da una coalizione di tribu’ germaniche nel 9 d.C .
    Mi ricordo che alzai il sopracciglio quando qualche anno fa’ vidi la facciona tutta euforica della Merkel in tv che festeggiava la ricorrenza della vittoria brandendo un piede di marmo dissepolto durante scavi archeologici,dicendo che forse era quello di Augusto …ora alla Merkel vorrei dire due cose. La prima e’ questa….i Romani decisero dopo aver vendicato con una campagna durata sette anni l’onta della sconfitta,di rinunciare a conquistare terre al di la’ del Reno perche’ il territorio germanico era coperto da acquitrini e aveva poche materie prime…e il gioco non valeva la candela. Fu quello il confine per altri 400 anni all’interno del quale si cerco’ di assicurare la pax romana. Del resto e questo lo dice la storia,da una parte c’era la luce come diceva il Gladiatore,cioe’ la civilta’…
    da una parte un popolo veramente "barbaro "


    Sentite che scriveva Publio Cornelio Tacito ...


    “Nessuno considera un disonore trascorrere il giorno e la notte in continue bevute...come e' ovvio tra ubriachi scoppiano frequenti risse che spesso si concludono con morti e feriti
    .Preferiscono bere che mangiare. Riescono a soddisfare la fame con cibi semplici... frutti selvatici latte appena cagliato,selvaggina...a loro basta essere sdraiati su pelli d'orso a ubriacarsi.”

    Quindi cara Merkel ecco la seconda cosa….mi dispiace…quella vittoria e’ stata un autogol……avreste potuto civilizzarvi, avere diritti, cultura e arte oltre a molti piu’ reperti che oggi tutti cercano e valorizzano.
    E quel piede che sventoli soddisfatta forse apparteneva a un imperatore che accolse ogni razza e ogni religione nel suo potentissimo Impero. A quel tempo nessuno pretendeva di avere la verita’ in tasca, tutti gli dei andavano bene. (Bastava pagare le tasse)

    LA CIVILTA' E' AMPIEZZA DI CONFINI SOPRATTUTTO MENTALI
    Concordo a pieno sull'ultima frase, ma purtroppo la Germania, su diversi aspetti, sta meglio di noi ora... ahimé
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  17. Likes Enribello liked this post
  18. #12
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,369
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio
    A proposito di Teutoburgo….e della piccola spiegazione che avevo promesso su altro topic....basta andare sul web….in breve fu chiamata dagli storici romani “la disfatta di Varo”
    Publio Quintilio Varo generale romano fu annientato grazie a un tradimento da una coalizione di tribu’ germaniche nel 9 d.C .
    Mi ricordo che alzai il sopracciglio quando qualche anno fa’ vidi la facciona tutta euforica della Merkel in tv che festeggiava la ricorrenza della vittoria brandendo un piede di marmo dissepolto durante scavi archeologici,dicendo che forse era quello di Augusto …ora alla Merkel vorrei dire due cose. La prima e’ questa….i Romani decisero dopo aver vendicato con una campagna durata sette anni l’onta della sconfitta,di rinunciare a conquistare terre al di la’ del Reno perche’ il territorio germanico era coperto da acquitrini e aveva poche materie prime…e il gioco non valeva la candela. Fu quello il confine per altri 400 anni all’interno del quale si cerco’ di assicurare la pax romana. Del resto e questo lo dice la storia,da una parte c’era la luce come diceva il Gladiatore,cioe’ la civilta’…
    da una parte un popolo veramente "barbaro "


    Sentite che scriveva Publio Cornelio Tacito ...


    “Nessuno considera un disonore trascorrere il giorno e la notte in continue bevute...come e' ovvio tra ubriachi scoppiano frequenti risse che spesso si concludono con morti e feriti
    .Preferiscono bere che mangiare. Riescono a soddisfare la fame con cibi semplici... frutti selvatici latte appena cagliato,selvaggina...a loro basta essere sdraiati su pelli d'orso a ubriacarsi.”

    Quindi cara Merkel ecco la seconda cosa….mi dispiace…quella vittoria e’ stata un autogol……avreste potuto civilizzarvi, avere diritti, cultura e arte oltre a molti piu’ reperti che oggi tutti cercano e valorizzano.
    E quel piede che sventoli soddisfatta forse apparteneva a un imperatore che accolse ogni razza e ogni religione nel suo potentissimo Impero. A quel tempo nessuno pretendeva di avere la verita’ in tasca, tutti gli dei andavano bene. (Bastava pagare le tasse)

    LA CIVILTA' E' AMPIEZZA DI CONFINI SOPRATTUTTO MENTALI
    Concordo a pieno sull'ultima frase, ma purtroppo la Germania, su diversi aspetti, sta meglio di noi ora... ahimé
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  19. Likes Enribello liked this post
  20. #13
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    853
    Post Thanks / Like
    So di essere il solito rompipalle ma tendo a digerire piuttosto male questo uso addomesticato e deformato della storia. Mi permetto di sollevare qualche obiezione.


    • Quella portata da Varo con i mezzi impiegati da Varo è la "civiltà"? Non credo che a chiunque piacerebbe essere "civilizzato" in quel modo
    • Chi è "noi" e chi è "loro"? Nel 9 d. C. la spaccatura tra Impero romano (il presunto "noi" e il territorio presidiato dalle tribù germaniche non federate (il presunto "loro") non corrisponde affatto alle nostre percezioni di contrapposizione colturale tra nord e sud (se poi di fatto esiste).
    • Attenzione alla retorica. La "luce dela civiltà" giustifica invasione, massacri di civili e schiavizzazione di chi descriviamo come "popolo veramente barbaro? Ovvero: se se barbaro posso farti schiavo e sacrificarti per la civiltà. E tu, schiavo, devi essere felice di morire di stenti per la mia civiltà? Non so perché, ma credo che vista dalla parte dei Cherusci quella prospettiva di "civiltà" non avese poi tanto fascino.
    • Ancora attenzione alla retorica. La memoria dell'identificazione forzata tra la grandezza dell'impero romano e dei suoi fasti militari con la grandezza del popolo italiano e del suo destino di grandezza non ha portato grande splendore all'Italia, anzi è finiza piuttosto maluccio.
    • Un nota bene su Tacito. La tesi di Tacito è che la vera decadenza e la vera "barbarie" sia quella dell'impero, che avrebbe, secondo lui, perso rettitudine morale e capacità di sacrificio, cosa che, sempre secondo Tacito, i popoli germanici, nella loro rude semplicità avrebbero mantenuto e per questo risultano temibili e rispettabili in quanto minaccia per il limes. Da non dimenticare il fatto che Tacito scriva nel secolo successivo ai fatti di Teuteburgo.
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  21. Likes Enribello liked this post
  22. #14
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    Caro Rupert sara' un piacere argomentare con te...ma devo avere un po' di tempo, magari durante le feste avro' un po' di relax. Cosi al volo , ti dico che alcune cose che scrivi le condivido pure...pero' quando dici "uso addomesticato e deformato della storia" mi dispiace non sono d'accordo. Naturalmente spieghero' il perche'. Ci ritroviamo qui.
    Un abbraccio
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  23. #15
    Senior Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    772
    Post Thanks / Like
    “La grandezza di Roma fu il risultato non solo della sua potenza militare ma soprattutto dalla sua abilita’nel tenere insieme ed integrare politicamente le varie parti di un impero.Il dominio politico romano fu il piu’ capace tra quelli dell’antichita’ di suscitare consensi e gettare radici,lasciando segni nel passaggio,nella lingua nella cultura, nel diritto delle nazioni.”

    Giorgio Ruffolo “Quando l’Italia era una super potenza” Einaudi - pag 19 -20


    Scusate potrei su questo argomento papireggiare ma cerchero’ di essere come Pipino…il breve.
    La tua visione Rupert e’ troppo severa….e mi domando il perche'. L'’uso deformante della storia lo fa chi nega l’olocausto…non chi afferma che Roma ha portato arte leggi e cultura che il mondo circostante non aveva. E’ retorica dire che la vita era avanzata civilmente rispetto alle altre popolazioni?
    L’Impero Romano era un impero di impronta greco/romana bilingue e biculturale (si insegnava anche il greco…Marco Aurelio in questa lingua annotava i suoi pensieri) La sua vera forza fu il suo modus vivendi che le permise di sopravvivere per un tempo inimmaginabile . Certo noi vediamo con gli occhi di oggi….e certe cose ci sembrano assurde. Qui stiamo parlando di duemila anni fa. Ovviamente non penso che i romani siano stati teneri o che avessero sempre ragione. Anzi a volte furono anche brutali...come dice anche Mary Beard docente a Cambridge e una delle classiciste piu' note, Roma fu dura e geniale. Detto questo…..
    Quando si parla di Roma si pensa sempre alle legioni in marcia ,alle imprese militari di gente come Cesare e Traiano, o si pensa al Colosseo e ai gladiatori…e le accuse che si fanno generalmente sono sempre le stesse: I Romani avevano la schiavitu’ , erano sempre in guerra perche’ volevano conquistare il mondo ed erano crudeli
    La schiavitu’ e’ sempre esistita…anche i Sumeri o gli Egizi avevano schiavi. Eppure proprio i romani promulgarono diverse leggi per mitigare l’asprezza di questa condizione (Lex Cornelia 82.a.C. o la Lex Petronia 52 d.C.) Comunque lo schiavismo come lo intendiamo noi e’ durato fino al XIX secolo… la Chiesa l’ha praticato e legittimato per secoli …nella Serenissima Venezia dei Dogi andavano di moda gli schiavetti neri. Anche oggi ci sono gli schiavi se pensiamo alle fabbriche lager, ai bambini soldato e a quelli pakistani e il loro crudele impiego per fare i palloni da calcio…sono invisibili ma schiavi. L’ha detto pure il Papa l’altro giorno. Anche oggi ci sono i massacri di civili…anche oggi si “esporta democrazia”. ..ma qui il discorso andrebbe o.t. Torniamo a noi.
    Molto e’ stata criticata la dominazione romana sugli altri popoli senza tenere conto che all’ epoca i propri confini erano sempre minacciati per cui o si attaccava o si era attaccati. L’invasione dei Galli ad esempio risale al 390°.a.C. Se si fossero solo difesi sarebbero durati ben poco. Poi sicuramente ci furono guerre anche per glorie personali

    Il termine “barbaro”designava tutti i popoli non romani e considerati inferiori nelle leggi nei costumi nell’arte nei combattimenti…i romani non consideravano barbara la cultura greca o egiziana anzi…. hai ragione su Tacito… come scrivi anche tu si servi’ dei germani che sicuramente per certi versi ammirava, per puntare il dito contro la decadenza dei costumi.Lui auspicava un ritorno a una certa moralita’ che si era persa. Gia’ sapevamo qualcosa di questi popoli grazie a Giulio Cesare e a Plinio il Vecchio. Tu dici che non piacerebbe a nessuno essere civilizzato a quel modo…i romani costruivano meraviglie nei territori conquistati ( visibili oggi in tante parti del mondo) alcune volte citta’ intere, frutto di conoscenze ingegneristiche estremamente innovative. ..cosi quel popolo poteva conoscere i bei vestiti, l’arte, la cucina e il piacere delle terme e dell’acqua. Ecco l’acqua meriterebbe un discorso a parte. Roma ha riempito le citta’ di fontane e giardini trasformandosi in un popolo a suo modo raffinato e pulito visto che le terme erano aperte anche agli schiavi. In ogni palazzo c’era una fontana. I romani si rasavano barba e peli ed esistevano le lavanderie per chi non avesse il bagno in casa. Quindi ti assicuro che molti popoli sono stati ben contenti di integrarsi. I barbari premevano alle frontiere non per distruggere Roma ma per farne parte. Esattamente come oggi… chi vive nel Terzo Mondo vuole venire in Occidente per godere dei suoi “privilegi”
    Tra l’altro i Romani rispettavano usi e costumi e religione dei popoli ( al contrario di religioni intolleranti di oggi) Un caso a parte cristiani ed ebrei …ma questi promulgavano le loro divinita’ come le uniche vere, insegnando che tutte le altre erano false….impensabile per la mentalita’ romana. Sai cosa ho sempre pensato? L’effetto che doveva fare a un “barbaro” che viveva nelle tende entrare a Roma e vedere che so, il Colosseo o una casa con giardini mosaici e affreschi e con l’acqua …( ovviamente c'erano anche le zone povere o malfamate esattamente come oggi).
    vogliamo parlare della scuola? L’alfabetizzazione era obbligatoria…e nell’eta’ imperialequasi tutti sapevano leggere e scrivere, fatto straordinario se pensiamo che Roma con 1 milione e passa di abitanti aveva solo il 25% di romani, il resto erano stranieri (tenuti ad integrarsi…e vorrei vedere.) Quella romana fu la prima società multietnica del mondo, una specie di “melting pot” come si usa dire oggi. Oltre alle scuole ordinarie inferiori superiori e universita’c’erano quelle di medicina e chirurgia gratuite alcune ad uso degli schiavi. L’imperatore Adriano favori’ la diffusione dell’insegnamento anche nelle regioni lontane dell’Impero convincendo i maestri esentandoli dal pagamento delle tasse. Non dimentichiamo che una volta caduto l’impero romano per lungo tempo non ci furono piu’ lo studio dei classici della medicina della pittura della filosofia e delle scienze… I romani sono stati nonostante grandi combattenti e menti razionali , protettori di artisti scienziati e pensatori creatori di capolavori che ancora oggi lasciano di stucco. Vogliamo parlare delle leggi?
    Roma ha concepito il sistema legislativo piu’ razionale illuminato e completo del mondo su cui si fondano tutte le civilta’ odierne. Non per niente il nostro sistema giuridico si basa sul diritto romano
    Di che cosa dovremmo parlare poi…? Dell’ingegneria navale, dell’architettura,dell’economia, dei macchinari, dei ponti ,degli acquedotti alcuni ancora funzionanti, delle vie consolari dei Fori delle bellissime domus, degli anfiteatri delle biblioteche e dei grandissimi letterati da Orazio a Virgilio o di personaggi come Seneca e Cicerone …questo volevo dire alla Merkel che faceva tanto la “splendida” come si dice qui…..cosa ci hanno lasciato invece i Cherusci i Catti o gli Iceni? Le facce dipinte e gli elmi con le corna? (passami la battuta)
    Quindi mi dispiace ma credo proprio che “la luce” era Roma.

    Dopo la sua caduta Rutilio Namaziano, poeta di origine gallica, così scriveva:


    “Hai fatto di genti diverse una sola patria, ha giovato a chi era senza legge entrare sotto il tuo dominio, e offrendo ai vinti l’unione nel tuo diritto, hai fatto una città di quel che prima era il mondo”.

    Io non ho paragonato la grandezza dell’Impero romano con quello italiano e se siamo finiti male non credo che lo possiamo imputare ai nostri antenati. Il fatto che Mussolini ed Hitler e anche Napoleone si siano serviti dei simboli della romanita’ha accentuato forse questa visione falsata della storia .
    Non so neanche quale siano “le nostre percezioni di contrapposizione culturale”… anche l’Impero Arabo dei secoli VIII-XIII, fu vasto, ricco e splendido nella sua arte….ma noi siamo nati sul suolo di “Roma” essendo europei e italiani e forse,come dice Mauro, guardare indietro da incosciamente una maggiore “nobilta’” alle nostre origini.Io personalmente forse perche’ sono nato qui, ne vado fiero.
    La Merkel si sente tanto teutonica ma forse non ha capito che gli antichi romani non appartengono a Roma ne’ all’Italia ma al mondo e che buona parte della vita odierna non ne e’ che l’evoluzione ,come l’alfabeto che usiamo su internet e tantissime altre cose della vita quotidiana di oggi. Con buona pace della Merkel e anche di Salvini e company…

    Ma poi Rupert tu sei di Lugano…ma non lo sai che lo stemma della tua citta’ lo hanno dato i romani?
    LEGIO V GAUNICA AUXILIARES

    Tranquillo e’ solo una teoria ( vista su Wikipedia) non lo sapevo, non voglio fare lo “splendido” nemmeno io…tra l'altro ho dovuto fare ricorso a un bellissimo sito per rinverdire la memoria su alcuni aspetti
    http://www.romanoimpero.com/

    Un abbraccio.
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •