Thanks Thanks:  1
Likes Likes:  19
Pagina 9 di 9 primaprima ... 789
Visualizzazione dei risultati da 121 a 124 su 124

Discussione: Poesia da Nobel

          
  1. #121
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    I miei occhi scoprono la calma del cielo
    ed ecco che sento passare in me quello che prova un
    albero,
    le cui foglie, socchiuse come coppe, straripino di luce.

    Un pensiero ossessiona la mia mente, come questa nebbia
    che sfiora i prati, si mescola al mormorare dell’acqua,
    agli stanchi sospiri del vento.

    Immagino d'aver già vissuto nell'infinito
    delle cose del mondo, ed è quest'infinito
    che m'ha donato amori e dolori.

    R. Tagore
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  2. #122
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like

    Le pietre - Tomas Tranströmer


    Sento cadere le pietre che abbiamo gettato,

    cristalline negli anni. Nella valle
    volano le azioni confuse dall’attimo
    gridando da cima a cima degli alberi, tacciono
    nell’aria più leggera del presente, planano
    come rondini da cima
    a cima dei monti finché
    raggiungono l’altopiano più remoto
    lungo la frontiera con l’aldilà.
    Là cadono
    le nostre azioni cristalline
    su nessun fondo,
    tranne noi stessi.
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  3. Likes Aleciccio liked this post
  4. #123
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Thomas Stearns Eliot 1888 - 1965

    Nome:   220px-T_S__Eliot,_1923.jpg
Visite:  108
Grandezza:  16.4 KB

    Premio Nobel per la Letteratura nel 1948 « Per il suo eccezionale e pionieristico contributo alla poesia contemporanea »

    Canzone

    Se Tempo e Spazio, come i Saggi dicono,
    sono cose che mai potranno essere,
    il sole che non cede al mutamento
    non è per nulla superiore a noi.
    Così perché, Amore, dovremmo sperare
    di vivere un secolo intero?
    La farfalla che vive un solo giorno
    è già vissuta per l’eternità.

    I fiori che ti diedi allorché la rugiada
    tremolava sul tralcio rampicante,
    prima che l’ape volasse a suggere
    la rosellina di macchia erano già appassiti.
    Così affrettiamoci a coglierne ancora
    senza tristezza se poi languiranno;
    i nostri giorni d’amore sono pochi:
    facciamo almeno che siano divini.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  5. #124
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Una dedica a mia moglie

    A cui devo la gioia palpitante
    che tiene desti i miei sensi nelle ore di veglia,
    e il ritmo che scandisce il riposo
    delle nostre ore di sonno,
    l'accordo del respiro

    di due amanti i cui corpi
    profumano l'uno dell'altro,
    che pensano uguali pensieri
    e non hanno bisogno di parole
    e sussurrano uguali parole
    senza la necessità di un senso.

    Il vento stizzoso dell'inverno non farà gelare
    il sole astioso del tropico non farà seccare
    le rose nel giardino di rose che è soltanto nostro

    ma scrivo questa dedica perché altri la leggano:
    sono parole private indirizzate a te in pubblico.


    T.S. Eliot
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •