Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  2
Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Gravity - Alfonso Cuarón - 2013

          
  1. #1
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,499
    Post Thanks / Like

    Gravity - Alfonso Cuarón - 2013

    G R A V I T Y

    Un film di Alfonso Cuarón
    Sceneggiatura Alfonso Cuarón, Jonás Cuarón, Rodrigo Garcia
    Con Sandra Bullock, George Clooney, Ed Harris, Orto Ignatiussen, Phaldut Sharma.
    Fantascienza, 92 min.
    USA, Gran Bretagna 2013.
    Warner Bros

    Nome:   gravity.jpg
Visite:  38
Grandezza:  16.5 KB

    Bello.
    Trama semplice, film corto, per fortuna.
    Perchè? La trama è presto detta, basta un qualsiasi trailer. Durante le riparazioni su un satellite, un imprevisto scaraventa la dottoressa Ryan Stone alla deriva nello spazio. La voce del capitano Matteo Kowalsky in contatto radio cercherà di aiutarla.
    Altro non vi dico: c'è una donna perduta nello spazio, che vuole tornare a casa. Ce la farà?
    Un film d'ambientazione fantascientifica, ma non è un film di fantascienza, almeno secondo me. Non ci sono mondi da esplorare, alieni da incontrare... si tratta di una metafora esistenziale.
    Nello spazio, con la Terra alle tue spalle magnifica e grandiosa, tu sei solo, nel silenzio.
    Il mondo è lì davanti ai tuoi occhi, così come la voce, lontana, di chi vuole aiutarti, ma non hai speranza alcuna, se tu non hai occhi per guardare e orecchie per ascoltare.


    Alcune note sul regista

    "Regista, sceneggiatore, produttore e montatore, Alfonso Cuarón è uno dei cineasti messicani più talentuosi della sua generazione, al fianco di Guillermo del Toro e Alejandro González Iñárritu, a cui è legato da un rapporto di amicizia. Ottenuto il successo internazionale nei primi anni Novanta con la commedia Sólo con tu pareja, Cuarón si è dimostrato regista sicuro ed eclettico, capace di passare con disinvoltura da una brillante e fresca produzione messicana, come quella di Y tu mamá también, a un blockbuster hollywoodiano del calibro di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. Senza mai sbagliare un colpo. "
    (Tratta da http://www.mymovies.it/biografia/?r=6134)


    Y tu mamá tanbièn è molto bello.

  2. #2
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,680
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    G R A V I T Y

    Un film di Alfonso Cuarón
    Sceneggiatura Alfonso Cuarón, Jonás Cuarón, Rodrigo Garcia
    Con Sandra Bullock, George Clooney, Ed Harris, Orto Ignatiussen, Phaldut Sharma.
    Fantascienza, 92 min.
    USA, Gran Bretagna 2013.
    Warner Bros


    Bello.
    Trama semplice, film corto. Per fortuna.
    Perchè? La trama è presto detta, basta un qualsiasi trailer. Durante le riparazioni su un satellite un imprevisto scaraventa la dottoressa Ryan Stone alla deriva nello spazio. La voce del capitano Matteo Kowalsky in contatto radio cercherà di aiutarla.
    Altro non vi dico. Qui di c'è una donna perduta nello spazio che vuole tornare a casa. Ce la farà?
    Un film d'ambientazione fantascientifica, ma non è un film di fantascienza, almeno secondo me. Non ci sono mondi da esplorare, alieni da incontrare... Si tratta di una metafora esistenziale.
    Nello spazio, con la Terra alle tue spalle magnifica e grandiosa, tu sei sola, nel silenzio.
    Il mondo è lì davanti ai tuoi occhi, così come la voce lontana di chi vuole aiutarti, ma non hai speranza alcuna, se tu non hai occhi per guardare e orecchie per ascoltare.


    Alcune note sul regista

    "Regista, sceneggiatore, produttore e montatore, Alfonso Cuarón è uno dei cineasti messicani più talentuosi della sua generazione, al fianco di Guillermo del Toro e Alejandro González Iñárritu, a cui è legato da un rapporto di amicizia. Ottenuto il successo internazionale nei primi anni Novanta con la commedia Sólo con tu pareja, Cuarón si è dimostrato regista sicuro ed eclettico, capace di passare con disinvoltura da una brillante e fresca produzione messicana, come quella di Y tu mamá también, a un blockbuster hollywoodiano del calibro di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. Senza mai sbagliare un colpo. "
    (Tratta da http://www.mymovies.it/biografia/?r=6134)


    Y tu mamá tanbièn è molto bello.
    Appena finito di vedere.
    Film carino, ma non capisco perchè ne hanno parlato così tanto bene.
    Questo genere, una persona rimasta sola che vuole tornare a casa, lo si può ritrovare in molti film, da "Cast Away" a "La vita di Pi".
    A mio parere Gravity non è niente di eccezionale.
    L'uniche due note positive che ho trovato sono state:
    - L'attrice è stata brava. Ho sentito proprio la fatica e la mancanza di gravità.
    - Gli effetti sono elaborati e ben riusciti.

    P.S.: Come dice Kaipirissima... per fortuna era corto...
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  3. Likes kaipirissima liked this post
  4. #3
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,227
    Post Thanks / Like
    La resa di questo film (che non definirei di fantascienza) e’ legata alla sua visione sul grande schermo e in 3D. …che qui e’ assolutamente necessario.Lo spazio e’ ricco di insidie ma ha una sua luminosa bellezza,un suo fascino, un suo mistero…...e questo nel film si percepisce.
    Le immagini sono suggestive. C’è anche un omaggio a “2001 odissea nello spazio” …
    Pero’ devo dire la verita’: non mi ha coinvolto piu’ di tanto…non lo so forse non sono riuscito ad entrare in empatia coi personaggi .

    Cosi si e' espressa sul film la nostra astronauta Samantha Cristoforetti :
    “Andate a vederlo: e’ meraviglioso…sarete inevitabilmente commossi dalla bellezza estetica del film” anche se poi ha precisato che ci sono un sacco di cose irrealistiche o di errori fate voi….( ne ha annotate 16)…esempio...
    le mutande culotte con microcanottiera che fa tanto la Ripley di Alien….in realta’ durante le passeggiate spaziali si indosanno magliette a maniche lunghe fuori moda ma termiche e protettive…e nei veicoli spaziali i portelli si aprono verso l’interno non il contrario altrimenti non sarebbero tanto sicuri ...senza contare che andrebbero pressurizzati….e i movimenti nello spazio degli astronauti nella realta’ avvengono a velocita’ ridottissima senza rimbalzare qua’ e la’ come palle….ma questa e’ la magia del cinema…. e poi si anche io da bambino volevo fare l’astronauta….




    Ryan:
    "La colpa non sarà di nessuno! Comunque vada, è stato un grande viaggio!"
    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  5. Likes kaipirissima liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •