I DUE VOLTI DI GENNAIO

Film di Hossein Amini
Con Viggo Mortensen, Oscar Isaac, Kirsten Dunst, David Warshofsky, Daisy Bevan, Yigit Ízsener
Drammatico, Thriller, 96 min.
Sceneggiatura: Hossein Amini
Gran Bretagna, USA, Francia 2014

Nome:   gennaio.jpg
Visite:  13
Grandezza:  28.1 KB

Il film non mi Ŕ piaciuto. Lo trovo davvero inutile, cosý tanto che non riesco neppure a fare la sinossi perci˛ mi avvalgo della traccia presa da cooming soon.it


"Grecia 1962. Tre esistenze si incrociano in un torbido triangolo: quella di Chester, elegante e carismatico consulente d'affari americano, di sua moglie Colette, giovane seducente e inquieta, e di Rydal, una guida turistica in fuga dai fantasmi del passato. Tra le rovine del Partenone, Rydal resta affascinato dalla bellezza di Colette e impressionato dalla ricchezza e raffinatezza del marito. Ma non tutto Ŕ come sembra: l'apparente affabilitÓ di Chester nasconde un labirinto di segreti, sangue e bugie. Gli eventi prendono una piega sinistra e, dopo un omicidio, in un crescendo di tensione e mistero, nessuno dei tre avrÓ pi¨ sotto controllo le proprie emozioni e i propri istinti..."


Dei tre personaggi non ce n'era uno che mi abbia, anche solo per un attimo, creato una sorta di empatia.
Di tutto il film una cosa era secondo me interessante ma il regista-sceneggiatore non Ŕ riuscito a tirarla fuori lasciandola in ombra.
Rydal ha da poco perso il padre, non Ŕ andato al suo funerale e si capisce da varie cose che il loro rapporto era molto difficile. Quando Rydal vede la coppia americana non Ŕ attratto dalla bella Colette, ma da Chester, perchŔ gli ricorda il padre. Tra i due Ŕ subito un rapporto di simpatia davanti, diffidenza dietro. Eppure tra un dialogo e l'altro anche Chester sente per Rydal qualcosa che assomiglia a un rapporto padre figlio. Forse l'attrazione per la donna di Chester va letta in chiave Edipica, o come sfregio alla casa paterna seducendo la moglie-matrigna... Insomma questa parte secondo me nel film andava approfondita di pi¨, invece Ŕ lasciata molto ai margini.
Hanno creato un thriller, un film d'azione... Bah... Io ero cosý stufa delle loro sciarade, e non me ne fregava assolutamente nulla di loro. Cinici ed egoisti. Mi sono ritrovata a tenere per la polizia. Ma solo per passare il tempo. Per fortuna era corto.


Consigliato? No.


CuriositÓ: il titolo Ŕ stato tradotto letteralmente, ma lo stesso non ho capito a cosa si riferisse. Mistero.