Thanks Thanks:  3
Likes Likes:  4
Visualizzazione dei risultati da 1 a 13 su 13

Discussione: Il poeta e il pendolo - Annamaria Vargiù

          
  1. #1
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like

    Il poeta e il pendolo - Annamaria Vargiù

    Modifica di DarkCoffee:

    Nome:   41hPRnnYjoL._SX323_BO1,204,203,200_.jpg
Visite:  124
Grandezza:  21.2 KB



    Descrizione


    Una storia ambientata nella Napoli dei nostri giorni, una città al di là degli stereotipi dove una gioventù "normale" vive le contraddizioni di una società che continua a proporre modelli consumistici anche in una situazione economico-sociale molto critica. Sebastiano è un ragazzo dei nostri giorni ma è un "diverso", non nel senso che comunemente viene attribuito a questo termine, è povero, senza padre, vegetariano e per giunta un sensibile poeta. Egli affronta i problemi quotidiani non con rassegnazione, ma con tenacia e senso di responsabilità convinto che il cambiamento può e deve avvenire senza violenza. Attraverso la sua vicenda di amore, amicizia, impegno, delusione e dolore scopriamo una quotidianità comune all'attuale gioventù che in maniera più o meno consapevole vive, soffre, reagisce e lotta non solo, come comunemente si crede per raggiungere effimeri traguardi, ma anche per affermare in maniera dignitosa la propria individualità. Adolescenti con le loro debolezze, i loro capricci, i loro sogni, i loro amori, una storia che offre lo spunto per una pungente critica della società in cui viviamo. Un romanzo sull'adolescenza destinato anche agli adulti che vogliano comprenderla in forme più articolate e profonde di quanto i più diffusi stereotipi consentano di fare.

    Fine Modifica di DarkCoffee
    -------
    Inizio messaggio di maureen:

    Ed ecco le mie impressioni

    La sensibilità, l’amore per l’insegnamento, per gli alunni e per la musica di Annamaria Vargiù( in particolare per i Nightwish) hanno dato vita al suo nuovo libro “Il poeta e il pendolo”.
    Sebastiano, il protagonista del libro, diciottenne, frequenta l’
    ultimo anno di liceo, ama studiare, ama la poesia e la musica. Come la maggior parte dei suoi coetanei vive quei cambiamenti e quell’inquietudine tipici dell’adolescenza, che accompagnano quel percorso di crescita e di passaggio alla cosiddetta “maggiore età”. La sua classe è costituita da quella varia umanità rappresentativa di uno spicchio di società.
    Molti dei ragazzi attribuiscono una particolare importanza a quegli oggetti che sembra siano diventati indispensabili per vivere , pc, telefonini, abbigliamento griffato … ma c’è Ginevra, la migliore amica di Sebastiano che “Come sempre cerca di aiutarmi senza offendermi e senza farmelo pesare. Quello dell’iPOd è stato un caso isolato, in genere è l’unica che parla apertamente e con naturalezza della mia condizione economica, non me la fa pesare con inutili finzioni o ignorandola volutamente. Io non faccio mistero con nessuno delle difficoltà che siamo costretti ad affrontare io e mia madre ora che i nonni non ci sono più, ma non mi piace crogiolarmi nell’immagine del povero pezzente che cerca riscatto nello studio o in quella del poeta bohémien. E’ solo la realtà e basta. Non voglio né pietà o commiserazione, né tantomeno l’alone dell’eroe romantico. Ginevra l’ha capito e la sua amicizia è talmente profonda e sincera che il suo aiuto non mi umilia e nei casi estremi mi rivolgo a lei senza troppi problemi. Ma i casi devono essere proprio estremi, senza via d’uscita. Sono un normale ragazzo povero che studia. Tutto qui.”
    Sebastiano vive una situazione familiare non certo delle migliori, ma sua madre da sola lo ha fatto crescere nel migliore dei modi, lavorando e facendo sacrifici ha regalato a suo figlio una vita dignitosa e degna di essere vissuta.
    Sebastiano ama la poesia e ne scrive anche quando vuol riportare su carta i suoi sentimenti, i suoi pensieri, tutto quel mondo che prende posto nei meandri della sua anima, del suo cuore e della sua mente e che ha bisogno di trovare spazio e vita attraverso le parole. Ed anche la musica occupa uno spazio importante nella sua vita. “La musica mi isola dal mondo e mi chiude nelle mie emozioni, nei miei sentimenti. Non esiste nient’altro, solo io, la musica e la poesia.” In particolare a fare da colonna alla sua vita sono i Nightwish.
    Vivrà le sofferenze più strazianti per un adolescente, quelle che ti fanno credere che la fine di un amore rappresenti anche la fine della vita perché si è convinti che niente più valga la pena per continuare. Ma per fortuna quelle sofferenze passano, ci sono gli amici più cari, Ginevra, sua mamma, l’amore per lo studio che faranno risalire Sebastiano che così tornerà a sentire dentro di sé quelle sensazioni di leggerezza e felicità che ogni ragazzo dovrebbe vivere sulla propria pelle. E poi … poi c’è il finale che per ovvie ragioni non svelo …
    L’aspetto che ho apprezzato tantissimo leggendo “ Il poeta e il pendolo” è la figura di Sebastiano e di quello che rappresenta. Annamaria ha dato voce e volto a tutti quei ragazzi di cui spesso non si parla ma che sono tantissimi e che probabilmente non fanno rumore. Vivono la loro vita, i loro sogni e i loro desideri senza dar troppo peso a fronzoli insignificanti e non assolutamente necessari, ragazzi che nutrono la propria anima con la poesia, la musica, i libri, che credono ancora che essere riconoscenti verso che ti ha dato la vita e affronta innumerevoli sacrifici sia un fatto del tutto naturale, che credono ancora in determinati valori e lo ritengono fondamentale e necessario. Il mondo è pieno di questi ragazzi. Annamaria come donna, madre ed insegnante ne ha voluto scrivere e parlare attraverso il suo libro. Un bellissimo pensiero per tutti gli alunni che ha seguito in questi anni di insegnamento.
    Brava Annamaria e grazie per la tua sensibilità!
    Consiglio a tutti coloro che leggeranno le mie impressioni la lettura de “Il poeta e il pendolo”.
    Regalatevi il libro e fatevi accompagnare da Sebastiano. Rimarrà nei vostri cuori.

  2. Likes DarkCoffee, kaipirissima liked this post
  3. #2
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,522
    Post Thanks / Like

    Annamaria Vargiù - Il poeta e il pendolo

    Maureen copio il tuo messaggio in questa nuova discussione. Siccome è più vecchio del mio, è salito come primo post.
    Se non ti dispiace l'ho modificato mettendo la copertina e la descrizione del libro.

    Stasera ho finito la lettura, voglio far passare questa notte per non scrivere una recensione a caldo
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  4. Likes maureen liked this post
  5. #3
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da DarkCoffee Visualizza il messaggio
    Maureen copio il tuo messaggio in questa nuova discussione. Siccome è più vecchio del mio, è salito come primo post.
    Se non ti dispiace l'ho modificato mettendo la copertina e la descrizione del libro.

    Stasera ho finito la lettura, voglio far passare questa notte per non scrivere una recensione a caldo
    Ma assolutamente Dark, hai fatto benissimo

  6. #4
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,522
    Post Thanks / Like
    Eccomi qua.

    ------
    Prima di tutto, vorrei fare una premessa.
    Non mi piace recensire il libro con un occhio di riguardo perchè Annamaria è la nostra cara amica ed utente AnnaV. Quindi lo farò come se non la conoscessi, e come se stessi recensendo uno dei tanti libri letti nel corso della mia vita letteraria. In questo modo, penso e credo di portare rispetto ad AnnaV sia come persona e sia, anzi soprattutto, come scrittrice.
    ------

    Cosa penso del nuovo libro di Annamaria Vargiù?

    In realtà, ci sono punti che mi sono piaciuti molto, e punti che mi hanno un po' fatto ricercare la "vecchia" Vargiù.
    "Il poeta e il pendolo" è un romanzo che si presenta subito differente rispetto ai racconti, e al primo romanzo della scrittrice.
    Annamaria mi è sempre molto piaciuta per il suo modo di raccontare storie struggenti e rendere reali i personaggi. Ogni volta che ho finito di leggere i suoi libri, ho sempre avuto la sensazione che tutti gli eventi siano realmente accaduti, e dentro di me, tra i pensieri e il cuore, li ho portati nei giorni (ancora oggi ogni tanto ci penso!).
    Questo libro mi ha dato lo stesso effetto, ma non come speravo. Si, è vero, ancora ripenso ai protagonisti e alle loro storie, ma manca qualcosa, quel qualcosa che caratterizza la scrittura della Vargiù.
    Sicuramente descrivere la gioventù di oggi è molto difficile, tanto meno immedesimarsi in un ragazzo del quinto superiore (essendo la scrittrice dalla famosa parte del manico ), ma credo che non è questo che mi è mancato. Ho avuto come la sensazione che la scrittrice si sia "scoperta" di meno questa volta.

    Concludo dicendo che il libro mi è piaciuto e ne consiglio la lettura; che lo farei leggere più ai grandi che ai giovani; che smuove l'anima; e che, non lo nascondo, ma in alcune pagine mi sono scappate le lacrime.
    Brava Annamaria!

    Ah! Dimenticavo! Quanto mi sono mancati i miei giorni alle superiori! Manneggia! Si può tornare indietro???

    Attenzione! Spoilerone! Leggere solo a lettura completata!
      Spoiler

    Annamaria, ma li facciamo morire proprio tutti?
    P.S.: Anche se me l'aspettavo speravo non lo facessi almeno in questo libro
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  7. #5
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,522
    Post Thanks / Like
    Maureen, dopo aver letto la tua recensione, mi vergogno della mia!
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  8. #6
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da DarkCoffee Visualizza il messaggio
    Maureen, dopo aver letto la tua recensione, mi vergogno della mia!
    Arrossisco

  9. #7
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    Letto anch'io!!! a breve il commento.
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  10. #8
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    IL POETA E IL PENDOLO
    Di Annamaria Vargiù.
    Finalmente l’ho letto.

    Che dire, di Annamaria Vargiù? Che ci conosciamo da tanti anni, militando entrambe in forum letterari , io come lettrice, lei anche come autrice. Poi , anni fa, ci siamo conosciute pure di persona, ed a Napoli, sua città, mi ha portata a prendere il caffè nientemeno che al Gambrinus! ( dove prendeva il caffè il Commissario Ricciardi).
    Da tempo mi ripromettevo di leggere questo suo romanzo, che segue un altro romanzo , ed un libro di bei racconti. Ma vorrei parlare di questo libro come se l’autrice mi fosse estranea.

    E’ la storia di Sebastiano, ragazzo napoletano dei giorni nostri, povero. Povero: sembra quasi una brutta parola, ma l’essere figlio di ragazza madre, con lavori saltuari, in una casa in cui si risparmia su tutto, persino sul thè…fa quasi effetto.
    Ma Sebastiano ha una vita ricca ugualmente: bravo a scuola, amici che lo stimano, mamma che lo adora. E un’amica speciale che, anche se ricca, lo fa sentire la persona migliore del mondo. E’ uno spaccato di vita, scolastica e non, dei giorni nostri, quella che Annamaria ci racconta, con grande cognizione di causa, essendo anch’ella insegnante in una scuola superiore..
    Il linguaggio( per me a volte astruso) dei ragazzi, le loro speranze, le loro frustrazioni, i loro amori. Ed, in prima persona, quelli di Sebastiano, che scrive pure poesie , soprattutto nel momento in cui si innamora perdutamente di una bella e nuova compagna di scuola.
    Giorno dopo giorno l’anno scolastico della maturità scorre, portandosi dietro il suo carico di …tutto ciò che fa parte della vita dei diciottenni: le interrogazioni, la scoperta del sesso, i problemi… Fino all’epilogo, che corrisponde al termine del temuto esame, ma questo lo dovrà scoprire il lettore!
    Tutta la colonna sonora del libro rimanda a Il poeta e il pendolo( che dà il titolo) ed ai suoi versi. E’ una canzone dei Nightwish, che non conoscevo, non facendo parte del mio mondo musicale..
    Un romanzo delicato, dolcissimo, traboccante di affetto per i giovani ed il loro mondo spesso incompreso. Annamaria Vargiù si è calata in questa storia di amicizia e di amori con profonda sensibilità e con rispetto, che si legge in ogni riga!
    Per me è stato come fare un balzo all’indietro nel tempo, e ritrovarmi ai tempi della mia scuola superiore, e ritrovare le varie tipologie di compagni, quello ricco sbruffone, quello ricco ma “ alla buona”, quello schivo, quello generoso..quello che raccoglie confidenze e dispensa consigli.
    E’ stata una ventata di freschezza , questa storia, nonostante i momenti anche tristi, ed ho capito perché l’autrice ha insistito spesso perché lo leggessi, affermando che mi sarebbe piaciuto.
    Annamaria conosce i mei gusti, che non sono solo i gialli forti, ma anche la poesia, le storie delicate. Grazie perciò di questa opportunità e…auguri che sia apprezzato da tanti lettori!
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  11. Thanks kaipirissima, annaV thanked for this post
  12. #9
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,325
    Post Thanks / Like
    Manco solo io? Rimedierò !

  13. #10
    Senior Member L'avatar di annaV
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    napoli
    Messaggi
    475
    Post Thanks / Like
    Ciao a tutti, rieccomi dopo tanto tempo per dirvi, con notevole ritardo, che Il poeta e il pendolo ha trovato un altro editore. La casa editrice indipendente Porto Seguro lo ha ripubblicato( free naturalmente) e devo dire che per il momento mi trovo molto bene. Ringrazio gli amici del forum che mi hanno sostenuta e invito , chi ancora non l'ha fatto, a leggerlo e commentarlo. Amministratori, se possibile cambiereste la foto della discussione con quella della nuova edizione? Grazie e a presto!

  14. #11
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,522
    Post Thanks / Like
    Ciao AnnaV, mandami il link in privato e cambiamo
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  15. #12
    Senior Member L'avatar di annaV
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    napoli
    Messaggi
    475
    Post Thanks / Like
    Ciao a tutti, volevo dire che il libro, di cui c'è anche la versione ebook, ha avuto un notevole successo in particolare tra i giovani, ho saputo che alcuni docenti lo hanno addirittura adottato come libro di narrativa e i ragazzi lo hanno apprezzato molto. Il prossimo mese avrò il primo incontro con una di queste classi e sono certa che sarà un incontro molto stimolante ed emozionante. Vi riferirò. Buona lettura a tutti.

  16. Likes kaipirissima liked this post
  17. #13
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,325
    Post Thanks / Like
    Wao! Che bello!

  18. Thanks annaV thanked for this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •