Thanks Thanks:  2
Likes Likes:  2
Visualizzazione dei risultati da 1 a 11 su 11

Discussione: Libri che non avremmo letto se fossero stati censurati

          
  1. #1
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,620
    Post Thanks / Like

    Libri che non avremmo letto se fossero stati censurati

    La Repubblica ha pubblicato una lista di 15 libri che non avremmo potuto leggere se fossero stati censurati.
    Con questa scusa e la lista apro la discussione.

    Dalla Repubblica.it
    Si è appena conclusa, in America, la Banned Books Week, un evento annuale dedicato al rapporto tra letteratura e censura. Durante la settimana dei libri proibiti, librerie, centri culturali, biblioteche e scuole hanno dedicato focus e letture a quei libri che sono stati censurati, totalmente o parzialmente, a causa del loro linguaggio e delle loro tematiche. Di seguito, una selezione dei quindici libri famosi che avremmo potuto non leggere mai se la censura avesse bloccato definitivamente la loro pubblicazione

    In questa foto: Lolita- V. Nabokov. Testo famosissimo, ha avuto una storia travagliata. La trama, incentrata su un rapporto pedofilo e incestuoso, è stata censurata per anni dalle case editrici. Pubblicato a Parigi nel 1955, fu bandito dal ministero degli Interni francese per due anni. Divenne un bestseller solo nel 1958, dopo la pubblicazione negli Usa

    Memoria delle mie puttane tristi- G. Garcìa Marquez. Galeotto fu il titolo. Tutte le informazioni promozionali mandate dalla casa editrice spagnola che aveva pubblicato il libro, venivano cestinate a causa di quel 'puttane tristi'. Il libro di Garcia Marquez, fu anche oggetto di molte critiche da parte di quei gruppi di attivisti sociali che si occupano della battaglia alla prostituzione infantile che il romanzo, secondo loro, incoraggiava

    Anna Karenina- L. Tolstoj. Inizialmente pubblicato a puntate su un periodico russo, si fermò in realtà al penultimo capitolo. L'editore aggiunse nel 1877 un sunto di poche righe, sostituendo così la conclusione di questo classico ritenuto "frivolo e licenzioso". La parte finale vedrà la luce nella sua versione integrale solo grazie al finanziamento personale dell'autore

    Madabe Bovary- G. Flaubert. Fu censurato per la presunta immoralità della protagonista. L'indulgere di Emma nell'adulterio venne considerato un oltraggio alla religione e alla morale pubblica del tempo

    La prova del miele- Salwa al Neimi. Pubblicato per la prima volta da una casa editrice libanese, fu censurato in molti paesi arabi a causa del suo contenuto considerato sessualmente troppo esplicito. La trama è incentrata sull'incontro tra la protagonista e un uomo che le fa scoprire un nuovo modo, erotico e carnale, di vivere l'amore, finendo per ribaltare tutti i pregiudizi sul rapporto tra sesso e Islam

    Arancia meccanica- A. Burgess. Scritto da Anthony Burges del 1962, fu accolto in maniera controversa e accusato d'induzione alla violenza. L'autore, ispiratosi per la trama alla violenza subita dalla moglie mentre era incinta, fu costretto ad aggiungere un capitolo finale per 'ammorbidire' il tono

    L'amante di Lady Chatterley- D. H. Lawrence. Pubblicato in Italia nel 1928, fu messo al bando in tutta Europa e in particolar modo in Gran Bretagna. Considerato osceno per il modo in cui raccontava la sessualità femminile e l'adulterio, sarà definitivamente libero da ogni censura censura solo nel 1960

    Il risveglio- K. Chopin. Narra la scoperta del desiderio carnale, il 'risveglio' appunto, della protagonista che si scopre inadatta ai canoni della buona società del tempo. La storia di Edna, decisamente fuori dagli schemi per la letteratura di fine '800, è oggi considerata una delle prime opere femministe della letteratura

    Maurice- E.M.Forster. Scritto nel 1914, rimase nascosto per cinquantasette anni. La sua trama incentrata su un amore omosessuale fu a lungo osteggiata e censurata. Vide la luce solo nel 1971, dopo la morte dell'autore

    Un tram che si chiama desiderio- T. Williams.
    Incentrato sulla tragedia di un uomo omosessuale che, scoperto dalla moglie, si toglie la vita. L'autore cercò di evitare la censura riscrivendo parzialmente la sceneggiatura della trasposizione teatrale

    Tropico del Cancro- H. Miller. A causa di questo libro, considerato pornografico per alcune scene eccessivamente esplicite, Miller fu processato per oscenità

    Ulisse- J. Joyce. Considerato oggi uno dei libri più importanti del XX secolo, fu censurato dai circoli conservatori per quattordici anni. Nonostante le battaglie di Joyce per la pubblicazione dell'opera integrale, fu pubblicato solo nel 1922

    Via col vento- M. Mitchell. Indimenticato affresco degli Stati Uniti del Sud durante la Guerra di secessione, subì numerose critiche proprio a causa della minuziosa fedeltà storica. La critica del tempo imputò alla scrittrice di aver creato un mito eccessivo attorno alla storia, appoggiando dei valori che erano oramai morti con la Guerra civile. Diventò ugualmente un caso editoriale: con un milione di copie vendute in sei mesi, restò in cima alle classifiche delle vendite per più di due anni

    Ragazze di campagna- E. O'Brien. Opera autobiografica, fu proibita in Irlanda fin da subito. Pubblicato nel 1961, fu bandito dalla censura di stato e bruciato pubblicamente nel distretto parrocchiale dove viveva la famiglia della scrittrice. Ritenuto troppo esplicito, racconta la storia di due ragazze di campagna e del loro desiderio di emancipazione, sia emotiva che fisica

    Fanny Hill. Memorie di una donna di piacere- J. Cleland. "Fanny Hill", opera incentrata sul tema dell'omosessualità maschile, fu bandita subito dopo la sua pubblicazione e causò l'arresto dell'autore, degli editori e degli stampatori. Ritirato dal mercato, continuò a proliferare sul mercato nero fino a che, nel 1750, l'autore non ne riscrisse una versione fortemente censurata
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  2. Thanks Elvira Coot, kaipirissima thanked for this post
    Likes Claire liked this post
  3. #2
    Senior Member L'avatar di Serena-fundy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Roma
    Messaggi
    773
    Post Thanks / Like
    Ho letto Madame Bovary, L'amante di Lady Chatterley e Fanny Hill. Possiedo altri libri censurati che devo ancora leggere. Sono tutti molto belli. Chiedo venia, ma devo precisare che Fanny Hill non parla dell'omosessualità maschile ma è piuttosto incentrato sulle prodezze sessuali di una prostituta. Nel romanzo c'è una scena di omosessualità maschile ma non è da considerare il fulcro della storia.
    Due cose mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini. Bertrand Russell

  4. #3
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,288
    Post Thanks / Like
    Già letti (anni fa): Anna Karenina, Madame Bovary, Lady Chatterley.
    Ma "Via col vento" che fosse stato censurato proprio non lo sapevo! A me è piaciuto tantissimo, anche per tutte le vicende che nel film sono state tralasciate

  5. #4
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,620
    Post Thanks / Like
    Elvira, questi libri non sono stati censurati. Sono quelli che se lo fossero stati non li avremmo letti
    Infatti, non capisco perchè "Via col vento" è nella lista
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  6. #5
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,842
    Post Thanks / Like
    Leggendo Lolita (scritto nel 1955) io sinceramente mi sono stupita che l'avessero lasciato circolare.
    Anche al giorno d'oggi risulta molto forte, perchè è un pedofilo che parla.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  7. #6
    Senior Member L'avatar di Serena-fundy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Roma
    Messaggi
    773
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da daniela Visualizza il messaggio
    Leggendo Lolita (scritto nel 1955) io sinceramente mi sono stupita che l'avessero lasciato circolare.
    Anche al giorno d'oggi risulta molto forte, perchè è un pedofilo che parla.
    Io ho visto soltanto il film di Kubrick. Volevo leggere il libro ma non so...
    Due cose mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini. Bertrand Russell

  8. Likes daniela liked this post
  9. #7
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,288
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da DarkCoffee Visualizza il messaggio
    Elvira, questi libri non sono stati censurati. Sono quelli che se lo fossero stati non li avremmo letti
    Infatti, non capisco perchè "Via col vento" è nella lista
    Esatto, intendevo proprio dire che non sapevo che questo libro è stato a rischio di censura!

    Cosa c'era da censurare, poi, non so.

  10. #8
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,620
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Serena-fundy Visualizza il messaggio
    Io ho visto soltanto il film di Kubrick. Volevo leggere il libro ma non so...
    Serena, c'è stato anche un GdL su questo libro. Se cerchi dei commenti, lì ne abbiamo fatti molti. Attenta agli spoiler però!
    Lolita è un libro molto particolare, ci vuole fegato per andare avanti nella lettura!
    Io, molto probabilmente, lo avrei censurato.

    Elvira, io non ricordo nemmeno il film
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  11. #9
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Elvira Coot Visualizza il messaggio
    Esatto, intendevo proprio dire che non sapevo che questo libro è stato a rischio di censura!

    Cosa c'era da censurare, poi, non so.
    Ho letto da qualche parte che fu censurato perchè dal punto di vista storico era troppo fedele agli accadimenti avvenuti durante la guerra di secessione. La scrittrice fa vedere le cose dal punto di vista dei Sudisti e con una certa dose di nostalgia...
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  12. #10
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,288
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Claire Visualizza il messaggio
    Ho letto da qualche parte che fu censurato perchè dal punto di vista storico era troppo fedele agli accadimenti avvenuti durante la guerra di secessione. La scrittrice fa vedere le cose dal punto di vista dei Sudisti e con una certa dose di nostalgia...
    Una questione politica, quindi!

    Io proporrei di censurare anche, per esempio, Twilight, che fa vedere le cose dal punto di vista dei vampiri .... oppure "La mano sinistra di Dio" che fa vedere le cose dal punto di vista dei giustizieri ...

  13. #11
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,620
    Post Thanks / Like
    E chissà quanti per politica non hanno censurato...
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •