Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 5 su 5

Discussione: Under the skin - Jonathan Glazer - 2013

          
  1. #1
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,340
    Post Thanks / Like

    Under the skin - Jonathan Glazer - 2013

    Under the Skin

    Nome:   skin.jpg
Visite:  62
Grandezza:  72.3 KB

    Un film di Jonathan Glazer.
    Con Scarlett Johansson, Antonia Campbell-Hughes, Paul Brannigan, Krystof Hadek, Robert J. Goodwin.
    Fantascienza, 107 min.
    Tratto dal romanzo di Michel Faber Under the skin. (Autore anche di Il petalo cremisi e bianco)
    Scheggiatura: Walter Campbell
    USA, Gran Bretagna 2013


    Trama
    Un'aliena, sotto sembianze umane, coadiuvata da un misterioso motociclista (probabilmente alieno pure lui), va alla ricerca di cibo: una pappa mista di tutto ciò che gli umani tengono sotto la loro pelle, ossa, organi, nervi, sangue... Bleah.
    Alla guida di un furgone l'aliena, grazie alla sua indiscutibile bellezza e carica erotica, adesca uomini soli per trasformarli in riserva di cibo.
    Questa la base e il succo della storia.
    Naturalmente, come in ogni storia, c'è una svolta e un finale, che non dico, ovviamente.

    Difficile dare un giudizio fermo perché ė un film sfuggente.
    Prima di tutto cercare un senso in questo film è tempo perso.
    Non ha un significato, è più un'essenza.
    Il paradosso di questo film, e forse è anche il motivo per cui mi è piaciuto, ė l'assenza di un senso e la presenza di uno stato d'animo.
    Tutto nel film è glaciale. Fredda è la protagonista, indifferente a tutto, concentrata solo sulla caccia. Raggelante è il paesaggio scozzese, il cielo sempre nuvoloso, il mare, il bosco, la pioggia, il vento, il fango.
    Il paradosso è che nella sua freddezza fa breccia l'evanescenza di uno stato dell'anima.
    Il paradosso è che nella sua freddezza fa breccia un impercettibile e insostenibile sentimento.
    Il paradosso è che nel vuoto ti resta dentro qualcosa di inafferrabile.
    Questo è il motivo per cui mi è piaciuto.

    A chi mi chiedesse una "recensione" potrei dire:
    1 Che ci sono sequenze che mi ricordano tanto i cortometraggi che si vedono alla Biennale, immagini ripetitive, slegate, noiose, lente, prive di senso, eppure esteticamente belle.
    2 Ci sono all'interno della macrostoria delle microstorie rappresentate da tutti gli uomini che l'aliena incontra. Nel loro rapportarsi a lei c'è tutto un modo di esistere. In quelle poche battute si racchiude la loro personalità, la loro storia.
    3 Ci sono delle scene di una sensualità, erotismo e mistero che non solo ti trascinano ma ti risucchiano. Fantastiche. Il film varrebbe solo per quelle.
    4 C'è un linguaggio del corpo, degli occhi, delle labbra, della pelle.
    5 Scarlet Johansson nuda e bellissima. Burrosa.
    6 La musica può darvi un'idea del ritmo del racconto e la sua dimensione intima.
    https://m.youtube.com/watch?v=lggI2bQefeU


    Consigliato? Sì.

    In Her la Johansson recitava con la voce, qui con le labbra, gli occhi, il corpo. Devo ammettere che senza di lei il film non credo avrebbe avuto lo stesso impatto.

    Tratta da wikipedia vi lascio la lista dei film e video musicali del regista Jonathan Glazer.

    Film
    Sexy Beast - L'ultimo colpo della bestia (Sexy Beast) (2000)
    Birth - Io sono Sean (Birth) (2004)
    Under the Skin (2013)

    Videoclip
    Elenco non esaustivo.

    1995 - Massive Attack: Karmacoma
    1995 - Blur: The Universal
    1996 - Radiohead: Street Spirit (Fade Out)
    1996 - Jamiroquai: Virtual Insanity
    1997 - Jamiroquai: Cosmic Girl (versione 2)
    1997 - Nick Cave and the Bad Seeds: Into My Arms
    1997 - Radiohead: Karma Police
    1998 - UNKLE feat. Thom Yorke: Rabbit in Your Headlights
    2000 - Richard Ashcroft: A Song for the Lovers
    2006 - Massive Attack: Live with Me
    2009 - The Dead Weather: Treat Me Like Your Mother

  2. #2
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Che ci sono sequenze che mi ricordano tanto i cortometraggi che si vedono alla Biennale, immagini ripetitive, slegate, noiose, lente, prive di senso, eppure esteticamente belle.
    Mi sembra di capire che sei riuscita a vedere i corti della Mostra di Venezia.Ti dispiacerebbe dirmi quali e dove li posso reperire? Grazie
    Ciao
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  3. #3
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,340
    Post Thanks / Like
    Mi riferivo alla Biennale di Venezia, in cui ogni due anni si alternano Arte e Architettura.
    E li ho visti in loco, ma mai interamente perchė sono pallosissimi!

  4. #4
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Mi riferivo alla Biennale di Venezia, in cui ogni due anni si alternano Arte e Architettura.
    E lì ho visti in loco, ma mai interamente perchė sono pallosissimi!
    Cortometraggi nella sezione architettura e arte?concorrono cortometraggi anche in quelle sezioni? Scusami ma credevo ti riferissi ai cortometraggi della sezione cinema.
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  5. #5
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,340
    Post Thanks / Like
    Mi sono spiegata male. La Biennale è o di Arte o di Architettura. Non contemporaneamente. Non è una gara, ma un'esposizione. Ogni due anni, poichè la mostra dura due anni si alternano. Questi prossimi due anni sarà di ardhitettura. Sono stata solo una volta a quella di Architettura, ma era troppo strana per me. Di solito vado a quella di Arte. Anche perchè così vado a farmi un giro a Venezia che merita sempre. Non c'entra niente con la mostra del cinema che è un evento a sė.
    i video li ho visti in quella di Arte, intesi appunto come arte visiva. Sono filmati artistici, molto criptici e noiosi. Non sono documentari impegnati almeno non in modo esplicito.
    ricordo un video alla Biennale carino, era costruito con tanti collage di film in cui appariva un orologio, e attraverso l'orologio c'era uno,scandire ordinato del tempo. Es una scena di Caccia al ladro orologio sulle 10, poi Sabrina orologio 10.05, poi Il posto delle fragole orologio 10.20 ecc divertente (naturalmente non tutti i film erano noti)

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •