Thanks Thanks:  7
Likes Likes:  23
Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 31 a 45 su 71

Discussione: Il caffè

          
  1. #31
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Come tutti gli amanti della montagna non posso che magnificare questo tipo di chiusura del pasto.

    Nome:   599px-Grolle.jpg
Visite:  262
Grandezza:  51.5 KB

    La Grolla

    Ingredienti per 4 persone:


    4 tazzine di caffè
    4 tazzine di grappa bianca
    4 tazzine di punch all'arancia
    una tazzina di Génépy (liquore tipico della tradizione valdostana, da sempre apprezzato per le sue notevoli qualità aromatiche e digestive)
    4 cucchiaini di zucchero
    4 chiodi di garofano
    buccia d'arancia a piacere
    Preparazione[modifica | modifica sorgente]
    Versare direttamente nella coppa dell'amicizia le tazzine di caffè (va bene sia espresso sia preparato con la moka).
    Cospargere il bordo dell'apertura della coppa con zucchero.
    A parte scaldare in una piccola pentola le tazzine di grappa bianca, le tazzine di punch all'arancia, una tazzina di Genepy, i 4 cucchiaini abbondanti di zucchero, i 4 chiodi di garofano e la buccia d'arancia.
    Una volta sciolto lo zucchero, aggiungere al caffè il liquido filtrato.
    Facendo attenzione, dare letteralmente fuoco al contenuto, e lasciare che la fiamma viva caramelli lo zucchero del bordo, bagnando lo stesso di tanto in tanto, aiutandosi con un cucchiaio.
    Versare il caramello ottenuto nella coppa, chiudere con il coperchio e degustare la bevanda in compagnia à la ronde, curandosi di tappare con i pollici i beccucci adiacenti a quello dal quale si beve, passandosi la coppa senza mai appoggiarla sul tavolo se non dopo che sia finita tutta la bevanda.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  2. Thanks Claire thanked for this post
    Likes Rupert liked this post
  3. #32
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Il post di Mauro (che mi è piaciuto molto perché io appartengo ad una popolazione alpina e, in quanto tale, amante della montagna) mi ricorda che il caffè è anche oggetto etnolinguistico.
    L'italiano parlato in svizzera ha infatti anche alcuni termini che per un italiano non hanno alcun significato o hanno significato completamente diverso: si tratta di elvetismi. Eccone alcuni relativi al caffé:


    Caffè crème - Caffè con aggiunta di panna liquida. Dal francese "café crème", in uso anche nella Svizzera tedesca (Kaffee Crème, Kaffi crème in dialetto). V. anche Crema.

    Caffè fertig
    , café fertig - Caffè molto lungo, trasparente come fosse tè, con aggiunta di acquavite (= Schnaps), zucchero e - spesso - panna liquida ("cremino", v. a questa voce), servito in un particolare bicchiere a calice. Bevanda riscaldante della Svizzera centrale, molto popolare (un tempo almeno) tra i ticinesi in servizio militare oltralpe. Tedesco: Kaffee fertig, Kafi fertig in dialetto. Sembra essere la stessa cosa di Kaffee Luz (= Luzerner Kaffee, caffè di Lucerna). Kaffee Träsch è chiamato talvolta localmente quel che sembra essere l'originale caffè fertig, con acquavite di mele e/o pere. Più info al riguardo in Luz.ch; v. anche Träsch in de.wikipedia e Patrimonio culinario svizzero.

    Caffè tazza grande - Caffè molto lungo (2 dl circa) servito in una grande tazza.




    Un caffé luz nel tradizionale bicchiere da caffé.
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  4. Thanks Claire, Mauro thanked for this post
    Likes DarkCoffee liked this post
  5. #33
    Administrator L'avatar di DarkCoffee
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Rome
    Messaggi
    2,479
    Post Thanks / Like
    Rupert ti metto il like perchè è interessante il tuo post, ma non il tuo caffè
    The creatures outside looked from pig to man, and from man to pig, and from pig to man again: but already it was impossible to say which was which.

  6. #34
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da DarkCoffee Visualizza il messaggio
    Rupert ti metto il like perchè è interessante il tuo post, ma non il tuo caffè
    Hai perfettamente ragione, cara Dark. Il caffè tedesco (e svizzerotedesco) è famoso in tutto il mondo, ma non esattamente per la sua bontà. Probabilmete è per questo che i miei connazionali d cultura teutonica sentono la necessità di affogare il caffè in tutta quell'acquavite. In ogni caso trovavo più interessante il fenomeno linguistico che il beverone nel bicchierone...
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  7. #35
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  8. Thanks Rupert thanked for this post
    Likes Rupert liked this post
  9. #36
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like

    Smile

    BELLISSIMA! Grazie Claire. Non me la ricordavo più. È il Bach che nont'aspetti.

    Ecco un link che porta al Testo con traduzione in italiano.

    Il protagonista è un padre esasperato che cerca di costringere la figlia ad abbandonare il vizio del caffè e lei si oppone fieramente. Accetta qualsiasi obbligo e privazione pur di poter continuare a bere il suo caffè almeno tre volte al giorno. Accetta addirittura di sposarsi, a condizione che il futuro marito le conceda di sorbire la sua adorata bevanda.

    Illuminante la dichiarazione di amore caffeinico della giovane:

    [...]
    "Signor padre, non siate così severo!

    Se non posso bere tre volte al giorno
    la mia tazzina di caffè
    divento per mia sventura
    come un arrostino di capra rinsecchito.
    [...]
    Oh, che dolce gusto ha il caffè,
    più amabile di mille baci,
    più soave del moscato!
    Caffè, caffè io devo avere;
    e se qualcuno vuol ristorarmi,
    ah, mi versi del caffè! [...]
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  10. Thanks kaipirissima, Claire thanked for this post
    Likes Claire liked this post
  11. #37
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,289
    Post Thanks / Like
    Ecco, se non ho manie come lettrice, certo le ho come consumatrice di caffè.
    Che sia in tazza piccola,
    non trasparente.
    che sia caldo
    e che macchiato.
    Che sia prodotto in una nazione che lo sappia fare. Non bevo mai caffè all'estero. Anche se lo chiamano espresso e sempra essere fatto con le famose 5M: " miscela, macinatura, macchina caffè professionale, mano e manutenzione"

  12. Likes Mauro liked this post
  13. #38
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    895
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Non bevo mai caffè all'estero. Anche se lo chiamano espresso e sempra essere fatto con le famose 5M: " miscela, macinatura, macchina caffè professionale, mano e manutenzione"
    Ricordo alcuni caffè terribili sorbiti a Parigi e alcuni addirittura abominevoli trovati in Gran Bretagna (ma lì è questione di lotta culturale e posizione di principio. È più o meno come cercare un tè decente in Italia). Malgrado questo i tempi sono cambiati e uno dei migliori caffè che abbia mai assaggiato me lo hanno servito a Glasgow, in un esercizio del centro. Anche a Parigi non ti portano più automaticamente la vasca da bagno con sciacquatura di caffè. La Germania... ormai è stata rapita dal lato oscuro e si trovano degli ottimi caffè turchi, ma l'espresso è da dimenticare...
    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  14. Likes kaipirissima, Mauro liked this post
  15. #39
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Ecco, se non ho manie come lettrice, certo le ho come consumatrice di caffè.
    Che sia in tazza piccola,
    non trasparente.
    che sia caldo
    e che macchiato.
    Che sia prodotto in una nazione che lo sappia fare. Non bevo mai caffè all'estero. Anche se lo chiamano espresso e sempra essere fatto con le famose 5M: " miscela, macinatura, macchina caffè professionale, mano e manutenzione"
    In Italia deve essere
    bollente da scottare la lingua ed il palato
    corposo
    non troppo ristretto, o non ho il...tempo di assaporarlo!

    All'estero, stranamente
    sono di "bocca buona", nel senso che quando ho voglia di qualcosa di caldo che sappia di caffè, mi accontento anche di orribili SBOBBE, tipo quelle dell'aereo...ma si assomigliano tutti!

    Adoro i caffè turchi e quelli densi e speziati che si bevono in certi posti in medio Oriente.
    Il migliore di questi ultimi che io abbia bevuto è stato in Marocco , a Marrakesh, in un bar al primo piano che si affaccia su piazza Bab Teuth ( piazza delle spezie). Ne sento ancora il sapore!

    Nome:   caffè turco.jpg
Visite:  242
Grandezza:  10.0 KB
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  16. Likes kaipirissima liked this post
  17. #40
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,289
    Post Thanks / Like
    Cavolo Rosy, mi hai fatto una gola!
    rupert, vero, a Parigi il caffè bleah!

    Quanti caffè bevete in un giorno?

    io vado dai 4 ai 5, mai però dopo le 16, piuttosto prendo un cappucino.

  18. Likes Rosy liked this post
  19. #41
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    E credi : può farti gola, è squisito!!!!
    io ne bevo sempre e solo 3.Mattina, dopo pranzo e alle 16.
    E' più facile di meno; di più mai. Già ho l'insonnia!
    Dimenticavo: DI CAFFETTIERA!Quelli delle macchine tipo Nespresso ( sorry, caro George!)mi rendono elettrica!

    Nome:   nervoso.jpg
Visite:  210
Grandezza:  11.4 KB
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  20. Likes Mauro liked this post
  21. #42
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Cavolo Rosy, mi hai fatto una gola!
    rupert, vero, a Parigi il caffè bleah!

    Quanti caffè bevete in un giorno?

    io vado dai 4 ai 5, mai però dopo le 16, piuttosto prendo un cappucino.
    Io, di solito, due: colazione e dopopranzo, di più non posso in quanto soggetto a ipertensione, ma se ne bevo uno in più non succede nulla.
    Mai avuto, invece, il problema dell'orario ... posso prendermene uno anche alle 23 e russare beatamente a mezzanotte.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  22. Likes Rosy liked this post
  23. #43
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Rupert Visualizza il messaggio
    BELLISSIMA! Grazie Claire. Non me la ricordavo più. È il Bach che nont'aspetti.
    Verissimo, è un Bach sorprendente.
    e grazie per aver approfondito il significato del brano e di aver condiviso quel link molto interessante.

    Anch'io ho bevuto il caffè tedesco e non mi piace perchè sembra più una bibita.
    Da diversi anni lo adoro in formato espressino. Da me lo fanno buonissimo con un bell'aroma e con una bella schiuma di latte morbida morbida.
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  24. #44
    Master Member L'avatar di Claire
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Alta Murgia
    Messaggi
    1,819
    Post Thanks / Like
    Fernando Pessoa ne "Il libro dell'inquietudine"scrisse: "una tazza di caffè, una sigaretta fumata lasciandosi penetrare dal suo aroma,gli occhi socchiusi nel buio della stanza...non voglio niente di più dalla vita di questa realtà e i miei sogni..."

    La copia in bronzo di questo quadro di José Almada-Negreiros che ritrae Pessoa si trova in un famosissimo caffé di Lisbona, il Brasileira, dove il poeta amava trascorrere il suo tempo.

    Nome:   9_Jose_de_Almada-Negreiros_Retrato_de_Fernando_Pessoa.jpg
Visite:  265
Grandezza:  28.8 KB
    "...Comme on n’a pas le choix il nous reste le cœur"

  25. Likes DarkCoffee, Rosy, daniela, Mauro, Rupert liked this post
  26. #45
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Visto che siamo in periodo di mondiali di calcio, merita una citazione la fortissima nazionale colombiana i cui giocatori sono chiamati "Cafeteros"

    Nome:   colombia.jpg
Visite:  195
Grandezza:  97.7 KB
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •