Thanks Thanks:  6
Likes Likes:  15
Pagina 1 di 15 12311 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 222

Discussione: La poesia del dolore

          
  1. #1
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    La poesia del dolore

    Ancora mi struggo per l'angoscia dei desideri,
    Ancora l'anima mia ti desidera,
    E nella tenebra dei ricordi
    Ancora io rivedo il tuo volto...

    Il tuo caro, indimenticabile volto,
    Che è sempre, e ovunque, davanti a me,
    Così inafferrabile, così immutato
    Come una stella nel cielo notturno.

    Fedor I. Tjutcev

    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like

    Re: LA POESIA DEL DOLORE

    C’è un limite al dolore
    in quel limite un caro conforto
    un’improvvisa rinunzia al dolore.
    Il pianista cerca un fiore nel buio

    e lo trova, un fiore che non si vede
    e ne canta la certezza.
    Il gioco è questo: cercare nel buio
    qualcosa che non c’è, e trovarlo.

    Ennio Flaiano
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  3. #3
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Re: LA POESIA DEL DOLORE

    Ieri ho sofferto il dolore



    Ieri ho sofferto il dolore,
    non sapevo che avesse una faccia sanguigna,
    le labbra di metallo dure,
    una mancanza netta d'orizzonti.
    Il dolore è senza domani,
    è un muso di cavallo che blocca
    i garretti possenti,
    ma ieri sono caduta in basso,
    le mie labbra si sono chiuse
    e lo spavento è entrato nel mio petto
    con un sibilo fondo
    e le fontane hanno cessato di fiorire,
    la loro tenera acqua
    era soltanto un mare di dolore
    in cui naufragavo dormendo,

    ma anche allora avevo paura
    degli angeli eterni.
    Ma se sono così dolci e costanti,
    perchè l'immobilità mi fa terrore?

    ALDA MERINI

    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like

    Re: LA POESIA DEL DOLORE

    C’è nel tempo
    del tempo quel dolore,
    l’aspro retrogusto
    delle ore morte,
    l’odore forte
    di un desiderio avvizzito;
    di tante cose
    non dette.

    C’è un tempo
    difficile per tutti.
    E ognuno ha
    la sua ora penosa,
    nella quale ogni azione
    risulta
    sterile e inutile.

    Montserrat Abelló i Soler
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like

    Re: LA POESIA DEL DOLORE

    Soltanto le notti

    A Jean Aristeguieta,
    A Árbol de Fuego
    .


    Scrivendo
    ho chiesto, ho perso.

    Stanotte, in questo mondo,
    abbracciata a voi,
    allegria di naufragio.

    Ho voluto sacrificare i miei giorni e le mie settimane
    alle cerimonie della poesia.

    Ho implorato tanto
    dall’abisso delle profondità
    della mia scrittura.

    Amare e morire non hanno aggettivi.

    Alejandra Pizarnik
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  6. #6
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile Adonis

    Ai confini della disperazione sorge la mia casa
    Con i muri gialli come burro, svuotata e leggera come nuvole.

    Lievitata come pasta di pane
    La mia casa ha tanti buchi-
    Il vento la scompiglia ma è stanco il vento.
    Arriva la bufera e la scuote tutta
    E il sole l’abbandona,
    l’abbandonano gli uccelli

    In tremito e convulsioni rovina la mia casa.
    Si fa invisibile, è molto più che invisibile, è idea.
    E io dormo nella casa, e il visibile mi dorme accanto
    Con voce debole, con voce soffocata.

    Adonis
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  7. #7
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like
    Ormai non sarà
    ormai no
    non vivremo uniti
    non alleverò tuo figlio
    non cucirò i tuoi vestiti
    non ti possederò di notte
    non ti bacerò prima di uscire.
    Non saprai mai chi sono stata
    perchè altri mi amarono.
    Non riuscirò mai a sapere perché né come
    né se era vero
    quello che dicesti che era
    né chi sei stato
    né cosa sono stata per te
    né come sarebbe stato
    vivere uniti
    amarci
    aspettarci
    rimanere.
    Ormai non sono altro che io
    per sempre e tu ormai
    per me non sarai che tu. Ormai non sei
    in un giorno futuro
    non saprò dove vivi
    con chi
    né se ti ricordi.
    Non mi abbraccerai mai
    come questa notte
    mai.
    Non potrò più toccarti.
    Non ti vedrò morire.

    Idea Vilariño
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  8. #8
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like
    Le cose non esplodono,
    si affievoliscono, sbiadiscono,

    come il sole sbiadisce dalla carne,
    come si esaurisce rapida la schiuma nella sabbia,
    perfino il lampo fulmineo dell'amore
    non ha un esito tonante,
    muore con il suono
    dei fiori che sbiadiscono come la carne
    sotto la pietra pomice sudante,
    tutto concorre a questa forma
    finché veniamo lasciati
    col silenzio che circonda la testa di Beethoven.

    Derek Walcott
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  9. #9
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like
    X Andrea.
    Con la poesia di Idea Vilarino mi hai preceduta: è una di quelle che leggo spesso. E che avrei postato presto! ciao
    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  10. #10
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile

    ..questo non è solo dolore vivo. E' gelo; amarezza; disperazione.
    Le parole di Anna Achmatova arrivano in fondo al cuore.


    ULTIMO BRINDISI


    Bevo a una casa distrutta,
    alla mia vita sciagurata,
    a solitudini vissute in due
    e bevo anche a te:
    all'inganno di labbra che tradirono,
    al morto gelo dei tuoi occhi,
    ad un mondo crudele e rozzo,
    ad un Dio che non ci ha salvato.


    27 giugno 1934
    Anna Achmatova.

    Rosy
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Baudin
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    294
    Post Thanks / Like
    A un compagno


    Se dovrai scrivere alla mia casa,
    Dio salvi mia madre e mio padre,
    la tua lettera sarà creduta
    mia e sarà benvenuta.
    Così la morte entrerà
    e il fratellino la festeggerà.

    Non dire alla povera mamma
    che io sia morto solo.
    Dille che il suo figliolo
    più grande, è morto con tanta
    carne cristiana intorno.

    Se dovrai scrivere alla mia casa,
    Dio salvi mia madre e mio padre,
    non vorranno sapere
    se sono morto da forte.
    Vorranno sapere se la morte
    sia scesa improvvisamente.

    Dì loro che la mia fronte
    è stata bruciata là dove
    mi baciavano, e che fu lieve
    il colpo, che mi parve fosse
    il bacio di tutte le sere.

    Dì loro che avevo goduto
    tanto prima di partire,
    che non c'era segreto sconosciuto
    che mi restasse a scoprire;
    che avevo bevuto, bevuto
    tanta acqua limpida, tanta,
    e che avevo mangiato con letizia,
    che andavo incontro al mio fato
    quasi a cogliere una primizia
    per addolcire il palato.

    Dì loro che c'era gran sole
    pel campo, e tanto grano
    che mi pareva il mio piano;
    che c'era tante cicale
    che cantavano; e a mezzo giorno
    pareva che noi stessimo a falciare,
    con gioia, gli uomini intorno.

    Dì loro che dopo la morte
    è passato un gran carro
    tutto quanto per me;
    che un uomo, alzando il mio forte
    petto, avea detto: Non c'è
    uomo più bello preso dalla morte.

    Che mi seppellirono con tanta
    tanta carne di madri in compagnia
    sotto un bosco d'ulivi
    che non intristiscono mai;
    che c'è vicina una via
    ove passano i vivi
    cantando con allegria.

    Se dovrai scrivere alla mia casa,
    Dio salvi mia madre e mio padre,
    la tua lettera sarà creduta
    mia e sarà benvenuta.
    Così la morte entrerà
    e il fratellino la festeggerà.

    Corrado Alvaro

  12. #12
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like
    Una forgia e una falce

    Un minuto fa avevo le finestre aperte
    e c’era il sole. Tiepide brezze
    attraversavano la stanza.
    (L’ho scritto anche in una lettera.)
    Poi, sotto i miei occhi, si è fatto buio.
    Il mare ha cominciato a incresparsi
    e le barche da diporto che erano a pesca
    hanno virato e sono rientrate, una flottiglia.
    Il tintinnabolo sotto al portico è caduto
    di colpo sotto una raffica. le cime degli alberi
    tremavano. Il tubo della stufa cigolava e sbatteva
    trattenuto dai tiranti.
    Ho detto: "Una forgia e una falce”.
    Certe volte parlo da solo, così.
    Nomino certe cose:
    argano, gomna limo, foglia, fornace.
    Il tuo volto, la tua bocca, le tue spalle
    ora sono per me inconcepibili!
    Che fine hanno fatto? E’come se
    li avessi sognati. I sassi che abbiamo portato
    a casa dalla spiaggia se ne stanno lì
    sul davanzale a raffreddarsi.
    Torna a casa. Mi senti?
    I miei polmoni sono pieni del fumo
    della tua assenza.

    Raymond Carver
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

  13. #13
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,865
    Post Thanks / Like

    Smile Non sei mio

    Non sei
    nella mia vita
    al mio fianco
    non mangi alla mia tavola
    ne' ridi ne' canti
    ne' vivi per me.

    Siamo estranei
    tu
    e me stessa
    e la mia casa.

    Sei un estraneo
    un ospite
    che non cerca che non vuole
    piu' che un letto
    a volte.
    Che ci posso fare
    se non cedertelo.

    Ma io vivo da sola.

    Idea Vilarino
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  14. #14
    Senior Member L'avatar di Aleciccio
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    827
    Post Thanks / Like
    TRISTEZZA

    Stamattina gli uccelli si sono radunati
    davanti alla mia finestra.
    Cantavano tutti assieme
    senza mettersi d’accordo.
    Li udivo appena,
    sotto le lenzuola
    e questa tristezza che mi prende la notte.
    Indifesa, in posizione fetale,
    desidero la vastità
    che talvolta mi gonfia
    come una colomba.

    Cecilia Casanova

    PS= W Chile!
    Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma. Paul Valery

  15. #15
    Senior Member L'avatar di Andrea
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    949
    Post Thanks / Like
    L'uguale e il contrario

    Il contrario di un uomo limpido è l'acqua sporca.
    Il contrario del mare è una donna cieca.
    Chi distrugge un ponte, costruisce un precipizio.
    Le cicatrici sono colpi che non si dimenticano.

    Ci sono verità senza limite e ci sono cose che finiscono:
    i fiumi sono Machado.
    Io ti ho amato oltre me.
    Gli scorpioni luccicano alla luce della luna
    e poi sono nuovamente velenosi e oscuri.

    E' così semplice.

    Lottare per le ceneri è rinunciare al fuoco.
    Una parola detta è un uccello che vola.
    La tua morte è sotto la mia pelle,
    uguale a un insetto in un bicchiere rovesciato.

    Che altro posso dirti?

    Che ti ho amato da Nord a Sud, senza fine,
    con unghie e con denti,
    senza segreti,
    senza trappole.

    Che non ho voluto sentire un'altra volta la tua voce,
    né guardare le nostre foto,
    né vederti accarezzare con le tue dita azzurre
    i cani che mangiano i resti della tua vita.

    Voglio solo oscurità e fumo.
    Sono venuto a dire che ti ho dimenticato;
    che ti dimenticherò ancora ogni giorno
    ognuno dei giorni della mia vita.

    Benjamin Prado
    L’amore è la voce dietro tutti i silenzi, la speranza che non ha il contrario in un timore.

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •