Thanks Thanks:  4
Likes Likes:  24
Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 31 a 44 su 44

Discussione: Pubblicità

          
  1. #31
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    285
    Post Thanks / Like
    "I persuasori occulti" di Vance Packard, saggio sui nuovi metodi di comunicazione pubblicitaria edito per la prima volta nei lontani anni cinquanta, malgrado l'evidente obsolescenza mediatica conserva un grande interesse per la capire la grande capacità di manipolazione psicologica dei mass media e delle agenzie pubblicitarie in particolare. Questo libro, all'epoca della prima uscita rivoluzionario, ci fa capire che quando acquistiamo qualsiasi cosa, non la compriamo per il suo essere intrinseco ma per il suo valore accessorio. Se ho necessità di un'automobile vengo suggestionato dalla pubblicità che mi suggerisce subliminalmente che pagando x per la macchina y non compro solo una vettura ma contestualmente acquisto anche prestigio, potenza e anche, perché no, anche sex appeal.
    Quando la strategia pubblicitaria incontrò la psicologia il consumismo divenne il fattore imprescindibile della crescita economica e sociale nell'America del dopoguerra e questo saggio analizza con rigore questo fenomeno, di interesse principale alla classe affluente in prima battuta ma che poi avrebbe riguardato tutti gli strati sociali della popolazione americana prima e mondiale in un secondo momento.
    Dopo la rinascita economica derivata dalla Seconda Guerra Mondiale e dall'euforia derivatane negli USA si pose il problema della continuazione del boom economico e i grandi gruppi industriali si ingegnarono a creare i bisogni dell'uomo moderno teso a raggiungere le "magnifiche sorti e progressive delle umane genti." Plasmando la psiche del consumatore queste industrie, sostenute dalla grande capacità intuitiva dei "persuasori occulti" crearono i "bisogni" dei cittadini comuni offrendo loro assieme alla merce che compravano, anche i sogni che popolavono la mentalità profonda, scrutata e codificata dai nuovi pifferai magici. Scritto in un epoca in cui la televisione non era così pervasiva come oggi questo saggio conserva un grandissimo interesse per il suo valore di testimonianza storica e per la sua preveggenza sull'aspetto psicologico della proposta politica a dispetto dell'interesse generale. Che un'idea sociale oppure un tema politico potesse essere "venduto" come una saponetta o un deodorante poteva sembrare un'eresia negli anni cinquanta ma ora abbiamo tutti capito che è un concetto con cui fare i conti tutti i giorni.
    Benché superato dall'inarrestabile avanzare del tempo è un testo da consigliare.

    Nome:   9717796.jpg
Visite:  59
Grandezza:  25.4 KB

  2. Likes daniela liked this post
  3. #32
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,164
    Post Thanks / Like
    Anche a me è sembrato che la ragazza sperasse in qualcuno di diverso

  4. #33
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Ho letto sia "26.900" che "I persuasori occulti" e so perfettamente come funziona il sistema e so anche che l'unica arma di difesa veramente efficiente nei confronti di questa forma di coercizione subdola è un livello di istruzione e cultura medio-alto ovvero l'unica cosa che serve per opporre una seria coscienza al bombardamento mediatico ... è un po' il mantra del "se li conosci li eviti"
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  5. #34
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    Bene ! si sta tanto parlando di inquinamento a livelli stratosferici, polveri sottili, città invivibili e irresperabili....
    e le nuove pubblicità cosa trattano ?????
    Suv da città..........
    è vergognoso !

  6. #35
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Vabbè ma se devi parcheggiare su marciapiedi o sugli scivoli per gli handicappati ti serve un mezzo adeguato no?
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  7. #36
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Mauro Visualizza il messaggio
    Vabbè ma se devi parcheggiare su marciapiedi o sugli scivoli per gli handicappati ti serve un mezzo adeguato no?
    Direi, Mauro !!!
    per non parlare di chi parcheggia sui posti moto
    e poi ti dico che ho visto parcheggiare selvaggiamente a Bologna (con un Suv ovviamente) un noto personaggio che pensa di essere un bravo cantante e in primavera prova a riempire lo stadio Dallara (vuol copiare da Vasco)....un emerito imbecille invece !!!!!!!!!

  8. Likes Mauro liked this post
  9. #37
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    Nome:   maxresdefault.jpg
Visite:  34
Grandezza:  86.3 KB

    Nooo, ma dico...............questa pubblicità è a dir poco orripilante.................
    sembra che la bambina, perchè cinese non abbia mai mangiato qualcosa di simile..............
    uhhhhh li odio !!

  10. Likes Enribello liked this post
  11. #38
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    Direi, Mauro !!!
    per non parlare di chi parcheggia sui posti moto
    e poi ti dico che ho visto parcheggiare selvaggiamente a Bologna (con un Suv ovviamente) un noto personaggio che pensa di essere un bravo cantante e in primavera prova a riempire lo stadio Dallara (vuol copiare da Vasco)....un emerito imbecille invece !!!!!!!!!
    Perché, Cremonini sarebbe un cantante?
    Ma, soprattutto ... c'è davvero qualcuno che paga per sentirlo?
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  12. #39
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Mauro Visualizza il messaggio
    Perché, Cremonini sarebbe un cantante? Ma, soprattutto ... c'è davvero qualcuno che paga per sentirlo?
    Grande Mauro !!! hai capito al volo....macchè cantante...è un parac..............poi ti dirò in quanti erano al Dallara...però, se non erro, credo che sia già sold out...ma me ne importa meno di niente.....

  13. #40
    Master Member L'avatar di Enribello
    Registrato dal
    Dec 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    1,042
    Post Thanks / Like


    "Volante perfettamente girevole..."

    Io li odio i nazisti dell'Illinois...

  14. #41
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    l'hanno proprio fatto vedere adesso a Marchionne al tg...

  15. #42
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,730
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Enribello Visualizza il messaggio

    "Volante perfettamente girevole..."

    Rotelle in gomma per non sentì li bozzi
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  16. #43
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    493
    Post Thanks / Like
    Nome:   ovulaz.jpg
Visite:  16
Grandezza:  93.6 KB

    Ma quanto è sgradevole e orribile 'sta pubblicità??? come sempre è l'uomo che decide !!!!!!

  17. #44
    Victorian lady L'avatar di Estella
    Registrato dal
    Dec 2016
    Messaggi
    852
    Post Thanks / Like
    Timeless Lacoste

    La pubblicità che celebra 84 anni di storia ed eleganza senza tempo. I due splendidi protagonisti, Damien Chapelle e Dorcas Coppin, la colonna sonora, l'agenzia che l'ha ideato e perché lascerà un segno. René Lacoste indossa le sua prima polo nel 1923 ma il marchio che porta il suo nome arriverà dieci anni più tardi, nel 1933. Timeless è uno spot dedicato alla nascita di un mito e uno stile ancora oggi intramontabile.
    Timeless è stato ideato dall'agenzia francese BETC e avrebbe reso felice anche Don Draper, il protagonista di Mad Men. BETC, con sede a Parigi, Londra e San Paolo, si occupa di Lacoste dal 2004 e ha creato numerosi altri spot celebri. L'agenzia ha ottenuto quattro Cannes Lions, gli Oscar della pubblicità, nell'ultima edizione della manifestazione.
    La storia, raccontata in appena 90 secondi (nella versione Director’s Cut), è un grande classico. Negli anni '30, in un'affollata stazione, un uomo e una donna s’incontrano e si
    scontrano. Lei è bellissima, lui altrettanto e fra i due scatta subito il colpo di fulmine. Quando lei sale sul treno, il protagonista non esita e le corre dietro.
    L'inseguimento disperato prosegue carrozza per carrozza e l'eroe dello spot si ritrova protagonista di un viaggio speciale. Speciale perché in ogni vagone si ritrova a (ri)vivere epoche diverse.
    Gli anni '40, gli anni '50, i '60, all'interno del treno lo stile si evolve, mentre i due protagonisti si continuano a rincorrere fino alla separazione. Negli anni '70, il protagonista non esita un attimo e fa un coraggioso salto per ricongiungersi a lei. Quello del salto, come scopriremo presto, è un tema ricorrente negli spot pubblicitari.
    Dopo il gesto dell'eroe, i due adesso si continuano a rincorrere: lui sopra e lei dentro il vagone fino ai giorni nostri. I due si ritrovano in un'affollata metropolitana parigina e si baciano. L'unica costante dell'intero spot, immutata anche durante i viaggi nel tempo, è la polo bianca intramontabile di lui.
    Bellissima la musica ("November" di Max Richter) in sottofondo.

    https://www.youtube.com/watch?v=IZC02EQqcXc
    La nostalgia mi ruba i colori della vita. (Cristina Campo)


  18. Likes Enribello liked this post

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •