Thanks Thanks:  9
Likes Likes:  11
Pagina 110 di 110 primaprima ... 1060100108109110
Visualizzazione dei risultati da 1,636 a 1,645 su 1645

Discussione: Diario di lettura

          
  1. #1636
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,630
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    cosa ti interesserebbe sulla storia ? Quelli di Valerio Massimo Manfredi?
    Mah, in realtà so che lui scrive più che altro romanzi, mentre a me interessano più saggi o opere su precisi periodi storici ... mi hanno consigliato, per esempio, un'interessante "Storia della Guerra Fredda"

    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    Quindi ti piacciono i polizieschi ambientati al nord?
    Io ho letto un paio di romanzi di Hakan Nesser e in casa ho "Il leopardo" di Nesbo, ma non l'ho letto
    ne ho letto uno di Camilla Lackberg e credo che con gli svedesi ho già dato...
    Ora, siccome mi piacciono i polizieschi, resto in Italia..., ma qualcuno, tipo il personaggio di Rocco Schiavone, non mi interessa e nemmeno Montalbano...
    sono difficile, eh ????
    Nesbo è un po' più del solo "Uomo di neve" per quanto ben scritto e famoso e, sinceramente, preferisco di gran lunga le prime opere alle ultime, dove la verosimiglianza delle scene e delle storie a volte è poco credibile.

    Sugli svedesi invece avrei molto da obiettare sul fatto che consideri la Lackberg come esperienza sufficiente, io di suo ho letto i primi quattro e poi l'ho mollata per palese deriva commercialistica, però se non hai mai letto anche un solo lavoro di Mankell allora il giallo nordico è come se non lo avessi mai conosciuto.
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  2. #1637
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2011
    residenza
    Cagliari
    Messaggi
    199
    Post Thanks / Like
    Concordo in pieno con Mauro, Henning Mankell è l'esponente del giallo nordico più interessante e incisivo ma non dimenticherei Nesser e dal versante femminile Liza Marklund e Kerstin Ekman, quasi una progenitrice del genere.
    Copio, per chi fosse interessato, alcuni miei appunti scritti su aNobii qualche anno fa nella rubrica "Curiosità sul giallo e dintorni".

    @daniela "L'alienista" è un ottimo giallo di atmosfera psicanalitica e ha avuto un seguito altrettanto notevole "L'angelo delle tenebre"

    Nome:   phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpg
Visite:  32
Grandezza:  12.5 KB


    Ho appena terminato la lettura dell'ottimo saggio di Alessandro Barbero "Caporetto" che racconta gli antefatti e lo svolgimento della catastrofica battaglia che rischiò di far perdere all'Italia la Prima Guerra Mondiale.

  3. Likes daniela liked this post
  4. #1638
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,630
    Post Thanks / Like
    La Marklund è una mia falla nel panorama giallistico scandinavo.
    Mi cercherò qualcosa di suo da (as)saggiare
    L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
    (Hubert Reeves, astrofisico)

  5. #1639
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,595
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Chomsky Visualizza il messaggio
    @daniela "L'alienista" è un ottimo giallo di atmosfera psicanalitica e ha avuto un seguito altrettanto notevole "L'angelo delle tenebre"

    Nome:   phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpg
Visite:  32
Grandezza:  12.5 KB

    Confermo, L'alienista mi è piaciuto, mi ha colpito molto l'insolita ambientazione ottocentesca e il primo tentativo di applicare i principi della psicologia criminale, quando ancora non esistevano i profiler. Veramente interessante e originale!

    Ora sto leggendo "Il giro di vite" di Henry James.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  6. #1640
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,034
    Post Thanks / Like
    Bene, finito il primo libro dell'anno, Macchine mortali. (Carino) Adesso inizio il secondo della saga.

  7. #1641
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,595
    Post Thanks / Like
    Finito "Il giro di vite" di Henry James, ho iniziato Pulvis et umbra di Antonio Manzini.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  8. #1642
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    323
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da daniela Visualizza il messaggio
    Finito "Il giro di vite" di Henry James
    Ti è piaciuto ?

    io ho finito "Una spina nel cuore" di Piero Chiara
    ho iniziato "Ferro recente" di Marcello Fois

  9. #1643
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,595
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    Ti è piaciuto ?


    Mi è piaciuto lo stile narrativo di Henry James. Scrive bene, gli darò un'altra opportunità, dopo "Il giro di vite"!
    La trama mi sembra molto datata, molto Ottocentesca, non mi ha entusiasmato, nè mi ha trasmesso alcuna inquietudine. La mia personale interpretazione è che il libro tratti dell'isteria e della pedofilia.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  10. #1644
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,034
    Post Thanks / Like
    Eccoci, finito anche il secondo libro della saga. Adesso il terzo che ahimè non è stato tradotto. Speriamo sia facile.

  11. Likes DarkCoffee liked this post
  12. #1645
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,595
    Post Thanks / Like
    Ho finito il peggior libro letto quest'anno (so che l'anno è ancora lungo, ma questo merita un posto in pole position!): Avevano spento anche le stelle. La vera storia di Syvia Perlmutter di Jennifer Roy
    Un libro inutile. Già il titolo scopiazzato (Avevano spento anche la luna è un libro molto bello), poi un racconto banale che si legge in meno di un'ora. Un'operazione commerciale, direi.

    Sto leggendo invece un libro molto interessante, Americanah, terzo romanzo della scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie, che offre uno sguardo lucido sulla realtà sia nigeriana sia americana, e sulla questione razziale. La protagonista Ifemelu, che studia a Princeton, tiene un blog "Raceteenth" di ‘osservazioni sui Neri Americani (un tempo conosciuti come ‘negri’) da parte di una Nera Non-Americana’ nel quale mette in piazza i tabù di cui è cosparsa l'apparente normalità dei rapporti interrazziali. Ed è questa una seconda narrazione che si inserisce nella prima (e dà secondo me maggior valore al romanzo).
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  13. Likes kaipirissima liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •