Thanks Thanks:  48
Likes Likes:  308
Pagina 94 di 122 primaprima ... 44849293949596104 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1,396 a 1,410 su 1823

Discussione: Diario di lettura

          
  1. #1396
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,302
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    P.S. voglio andare in piscina...
    Secondo me, leggere a bordo piscina è troppo bello! Magari appoggiare il libro, fare un tuffo e un paio di vasche e poi riprendere a leggere .... WOW!

  2. #1397
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,473
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Elvira Coot Visualizza il messaggio
    Secondo me, leggere a bordo piscina è troppo bello! Magari appoggiare il libro, fare un tuffo e un paio di vasche e poi riprendere a leggere .... WOW!
    Già! E la cicca dopo il bagno? Peccato che ho messo di fumare!

  3. #1398
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,302
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Già! E la cicca dopo il bagno? Peccato che ho messo di fumare!
    Anch'io! Alla cicca potremo solo pensare .....




    Ho cominciato "Il passato è una bestia feroce" di Massimo Polidoro. Per il momento, stupendo! Inizio fulminante, trama avvincente, fiato sospeso: se continua così sarà un successo

  4. #1399
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Hotel Miranda di Iman Bassalah

    Inaspettatamente molto bello.

    "Due donne in fuga. Selma è una giovane dissidente che scappa dalla Tunisia, dal suo regime dittatoriale, e dalle repressioni violente e tuttavia silenziose. Louise, fotografa di successo e figlia della buona società parigina, si sente intrappolata in un ruolo che non ha scelto. Decisa a non trascorrere un altro 14 luglio prigioniera della sua vita, abbandona marito, figli e benessere, facendo perdere le sue tracce. I destini delle due fuggitive si incontreranno in un piccolo albergo alla periferia di Parigi, l’Hotel Miranda, popolato da personaggi eccentrici e pittoreschi con storie complesse, commoventi e tremendamente umane. Qui, nel calore di questa strana e variopinta famiglia, Selma e Louise intraprenderanno il loro personale e definitivo viaggio verso la libertà."
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  5. #1400
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,473
    Post Thanks / Like
    Dunque riassumendo
    ho in ballo la saga di Shadowhunters. Sono al 4 capitolo.
    ho in ballo la serie di Lynley. Sono al ... 10?

    Ho preso per staccare un romanzo unico. Sono quasi delle perle rare ha un titolo lunghissimo.... E a mio nipote Albert lascio l'isola che ho vinto.... È divertente, ma non mi prende del tutto. Voi l'avete letto? È di David Forrest

  6. #1401
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,302
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Voi l'avete letto? È di David Forrest
    Di questi autori ne ho letti altri due e mi hanno fatto morire dal ridere! Questo non lo conoscevo, mi piacerebbe riuscire a trovarlo. Grazie, Kaipy!

  7. Likes kaipirissima liked this post
  8. #1402
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,473
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Elvira Coot Visualizza il messaggio
    Di questi autori ne ho letti altri due e mi hanno fatto morire dal ridere! Questo non lo conoscevo, mi piacerebbe riuscire a trovarlo. Grazie, Kaipy!
    Voglio i titoli, non si sa mai!
    Questo nello specifico è un romanzo antimilitarista.

  9. #1403
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,782
    Post Thanks / Like
    In ferie ho letto:


    “Quando sarai grande” di Valentina Diouf. E' di mia figlia ma avevo finito i titoli e l'ho letto volentieri, una bella storia multietnica di formazione sia umana che sportiva.


    "Il caffè di Sindona" di Gianni Simoni e Giuliano Turone. Interessante e dettagliata ricostruzione della storia di un personaggio che ha avuto un ruolo non da poco negli intrighi dell'Italia del dopoguerrra.


    "McMafia. Droga, armi, essere umani: viaggio attraverso il nuovo crimine organizzato globale" di Misha Glenny. Il titolo dice tutto e il libro è davvero ben scritto e interessantissimo.


    "La prima indagine di Theodore Boone" di John Grisham. Altro libro sottratto a mia figlia, legal thriller per ragazzi ma gradevole da leggere, come tutti i libri di Grisham

    Ora sono su un classicissimo: "La cruna dell'ago" di Ken Follett
    Non è vero che ti fermi quando invecchi, ma invecchi quando ti fermi.

  10. #1404
    Senior Member L'avatar di Serena-fundy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Roma
    Messaggi
    775
    Post Thanks / Like
    "Il sindaco di Casterbridge" del mio amato Thomas Hardy. Adoro questo scrittore!
    Due cose mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini. Bertrand Russell

  11. #1405
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,302
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Voglio i titoli, non si sa mai!
    IL FURTO DEL GRANDE DINOSAURO. "Un microfilm che contiene un piano segreto per sovvertire l’ordine mondiale viene nascosto all’interno di un museo.
    Il piano segreto è denominato “Il grande balzo all’ingiù”, e spiega che se tutti i cinesi nello stesso identico istante saltassero a terra da un’altezza adeguata, l’onda d’urto provocherebbe terremoti e maremoti tali da spazzare via gli USA. La spia che doveva recuperare il microfilm muore prima di portare a termine l’incarico, ma fa in tempo a confessare il nascondiglio a Hettie, la sua tata di quando era bambino: sala XIII, nella bestia più grande. Hettie scopre che si tratta di un enorme scheletro di dinosauro. La bambinaia cerca il microfilm, ma non lo trova; decide così di rubare (prendere in prestito, poi lo riporterà) pezzo per pezzo lo scheletro per continuare le ricerche con più calma. Recluta altre tate e insieme cominciano a trafugare un osso alla volta, nascosto nelle carrozzine. La polizia non ci mette molto a capire che c’è un nesso tra la processione di tate al museo e il dimagrimento del dinosauro. Sta per scattare l’arresto per tutte, ma intervengono i servizi segreti: “Lasciate lavorare le signore”, dicono gli 007, “magari sventiamo il giro di spie......

    Questo fa troppo ridere, non hai idea di che cosa riescono ad inventarsi le tate ....

    DOPO DI ME IL DILUVIO. In una nevosa sera di marzo, padre Benoir, giovane curato del minuscolo paese montano di St. Pierre-des-Monts, riceve la telefonata più importante della sua vita. Il suo interlocutore si presenta come Dio. Padre Benoir sbatte giù la cornetta. Quando una voce tonante, accompagnata da cori celestiali, inizia a parlargli direttamente nella testa, il curato si rende conto che è davvero il suo onnipotente datore di lavoro a essersi messo in contatto con lui. Il Signore ha deciso di eliminare in modo radicale le iniquità del mondo: un secondo diluvio universale, una "pulizia di primavera". Per suo volere imperscrutabile gli abitanti di St. Pierre-des-Monts sono stati scelti per costruire la nuova arca, sopravvivere al disastro e ripopolare il mondo. Il tempo stringe e il Creatore ha dato a padre Benoir pochi mesi per portare a termine l'arca. Un ulteriore miracolo (un maiale volante) mette a tacere i dubbi della popolazione, che si imbarca con fin troppo entusiasmo nella biblica missione. Il curato non dovrà solo tenere d'occhio i bizzarri personaggi che formano il suo gregge, ma anche affrontare l'ira del governo francese e dello stesso Vaticano, decisi a non permettere la secessione politica, e spirituale, del paese. In Italia, dal romanzo è stata tratta la commedia musicale di Garinei e Giovannini, "Aggiungi un posto a tavola."

    Anche questo fa ridere, sono personaggi troppo spassosi!


    Io te li consiglio entrambi, anche se, fra i due, il mio preferito è il primo

  12. Thanks kaipirissima thanked for this post
  13. #1406
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Quando si ha voglia di leggere un thriller angosciante, John Katzenbach è una certezza!
    "L'uomo sbagliato", avvincente.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  14. Likes kaipirissima liked this post
  15. #1407
    Junior Member
    Registrato dal
    Jul 2016
    Messaggi
    7
    Post Thanks / Like
    Ho amato quella trilogia, ma se la riguardo adesso mi chiedo come abbia fatto ad arrivare fino alla fine. Stessa cosa per I Pilastri della terra e Mondo senza fine di Ken Follet.

  16. #1408
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,473
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Elvira Coot Visualizza il messaggio
    DOPO DI ME IL DILUVIO. In una nevosa sera di marzo, padre Benoir, giovane curato del minuscolo paese montano di St. Pierre-des-Monts, riceve la telefonata più importante della sua vita. Il suo interlocutore si presenta come Dio. Padre Benoir sbatte giù la cornetta. Quando una voce tonante, accompagnata da cori celestiali, inizia a parlargli direttamente nella testa, il curato si rende conto che è davvero il suo onnipotente datore di lavoro a essersi messo in contatto con lui. Il Signore ha deciso di eliminare in modo radicale le iniquità del mondo: un secondo diluvio universale, una "pulizia di primavera". Per suo volere imperscrutabile gli abitanti di St. Pierre-des-Monts sono stati scelti per costruire la nuova arca, sopravvivere al disastro e ripopolare il mondo. Il tempo stringe e il Creatore ha dato a padre Benoir pochi mesi per portare a termine l'arca. Un ulteriore miracolo (un maiale volante) mette a tacere i dubbi della popolazione, che si imbarca con fin troppo entusiasmo nella biblica missione. Il curato non dovrà solo tenere d'occhio i bizzarri personaggi che formano il suo gregge, ma anche affrontare l'ira del governo francese e dello stesso Vaticano, decisi a non permettere la secessione politica, e spirituale, del paese. In Italia, dal romanzo è stata tratta la commedia musicale di Garinei e Giovannini, "Aggiungi un posto a tavola."

    Anche questo fa ridere, sono personaggi troppo spassosi!

    di questo mi pare che abbiano tratto il musical Aggiungi un posto a tavola.

    però mi sono arenata con la lettura. non so se lo finirò.

  17. #1409
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Sto leggendo Il guaritore di Antti Tuomainen.

    Un giallo scandinavo in clima apocalittico, inizio molto avvincente, poi un po' si perde nel finale. Comunque l'ho letto volentieri.

    "In una Helsinki flagellata dalla pioggia battente e dalle continue inondazioni, una giornalista sparisce nel nulla. Stava indagando su una serie di omicidi rivendicati da un misterioso personaggio che si fa chiamare il Guaritore. Sulle tracce di Johanna, si metterà Tapani, il marito. Un uomo che fa il poeta, ma che si trasforma in segugio per ritrovare l'unica cosa che conta, in un mondo sconvolto dal cambiamento climatico."


    "Riflettei su come a sorprenderci di più non sia tanto quello che ci è da sempre sconosciuto, ma ciò che credevamo di conoscere e invece scopriamo di non conoscere affatto".
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  18. #1410
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Sto leggendo "L'onore sopra ogni cosa" di Kathleen Grissom. Eccellente e molto avvincente!
    Nell'America sudista del 1830, una saga appassionante di schiavi in fuga, che fa rimanere senza fiato fino alla fine.

    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  19. Likes kaipirissima liked this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •