Thanks Thanks:  1
Likes Likes:  4
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 21

Discussione: Georges Simenon

          
  1. #1
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,782
    Post Thanks / Like

    Georges Simenon

    Scopro solo oggi con mia grande sorpresa che nel Forum non presente (finora) una discussione dedicata a uno dei pi grandi scrittori del '900.

    Cenni biografici da Wikipedia

    Georges Joseph Christian Simenon (Liegi, 13 febbraio 1903 Losanna, 4 settembre 1989) fu uno scrittore belga di lingua francese, autore di numerosi romanzi, noto al grande pubblico soprattutto per avere inventato il personaggio di Jules Maigret, commissario di polizia francese.

    Tra i pi prolifici scrittori del XX secolo, Simenon era in grado di produrre fino a ottanta pagine al giorno. A lui si devono centinaia di romanzi e racconti, molti dei quali pubblicati sotto diversi pseudonimi. La tiratura complessiva delle sue opere, tradotte in oltre cinquanta lingue e pubblicate in pi di quaranta Paesi, supera i settecento milioni di copie[1]. Secondo l'Index Translationum, un database dell'UNESCO che raccoglie tutti i titoli tradotti nei Paesi membri, Georges Simenon il sedicesimo autore pi tradotto di sempre[2] e il terzo di lingua francese dopo Jules Verne e Alexandre Dumas.

    Nonostante la sua opera abbia intrecciato diversi generi e sottogeneri letterari, dal romanzo popolare, al romanzo d'appendice, passando dal noir e dal romanzo psicologico, Simenon noto soprattutto per essere l'ideatore del commissario Maigret, protagonista di racconti e romanzi polizieschi.

    Simenon inizi la sua carriera di scrittore a poco meno di sedici anni, a Liegi, come giornalista nella sua citt natale. Negli anni venti, trasferitosi a Parigi, divenne un prolifico autore di narrativa popolare. Negli anni trenta raggiunse la fama grazie al personaggio del commissario Maigret, i cui racconti e romanzi furono i primi a essere pubblicati con il suo vero nome; sino ad allora infatti, Simenon aveva pubblicato opere sotto pseudonimo, usandone decine: il pi ricorrente era Georges Sim. Fu quella la svolta nella carriera letteraria di Simenon che, fino agli anni settanta, produsse un considerevole numero di romanzi (gialli e non) che lo rendono uno degli autori pi tradotti e pi letti del XX secolo. Nonostante l'enorme successo di critica e commerciale, la critica letteraria sempre stata indecisa riguardo una sua possibile classificazione, tanto che, bench la produzione poliziesca di Simenon riguardi una parte relativamente minoritaria della sua opera, egli ricordato per lo pi come un prolifico autore di romanzi gialli.

    Lo stile di scrittura di Simenon caratterizzato, nonostante il vocabolario scarno e la rinuncia di qualsiasi finezza letteraria, da atmosfere molto dense. Il suo lavoro arriva, nelle sue stesse parole, dal "popolo nudo", dall'uomo che viene alla luce dietro tutte le possibili maschere. La storia di Simenon ripercorribile sia nelle sue opere di finzione che nei diversi romanzi autobiografici.
    Non vero che ti fermi quando invecchi, ma invecchi quando ti fermi.

  2. #2
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like
    Bello, un topic dedicato a Simenon.
    Non ho letto ancora tantissimo di suo, la produzione vasta.
    Sono a quota ( solo ) 9.
    E' davvero straordinario, uno stile di scrittura fantastico.

  3. #3
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,473
    Post Thanks / Like
    Io non ho letto nulla!

  4. #4
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Io non ho letto nulla!
    Sono sicura che ti piacerebbe.

  5. #5
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,782
    Post Thanks / Like
    Finora di Maigret ho letto solo i primi due e mi sono piaciuti come ho scritto, ma trovo che Simenon sia davvero sottovalutato se limitato al solo ruolo di "giallista" perch i suoi romanzi sono davvero notevoli, appena recupero le recensioni le pubblico.
    Non vero che ti fermi quando invecchi, ma invecchi quando ti fermi.

  6. #6
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like


    Andrea Camilleri racconta Georges Simenon


  7. #7
    Master Member L'avatar di maureen
    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    1,165
    Post Thanks / Like
    Ho appena terminato di guardare questo bellissimo video.
    E' un piacere immenso stare ad ascoltare un grande come Camilleri raccontare di un altro grande come Georges Simenon.
    Incantevole!

  8. #8
    Junior Member
    Registrato dal
    May 2013
    Messaggi
    12
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da maureen Visualizza il messaggio
    Ho appena terminato di guardare questo bellissimo video.
    E' un piacere immenso stare ad ascoltare un grande come Camilleri raccontare di un altro grande come Georges Simenon.
    Incantevole!
    Concordo! E ammetto che mi vergogno un po' nel dire che non mi mai venuto in mente di leggere nulla di Simenon, soprattutto considerando la mia passione per il personaggio di Maigret. Ma mi avete davvero ispirata, voglio saperne di pi!

  9. #9
    Administrator L'avatar di Mauro
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Milano
    Messaggi
    2,782
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Giaroig Visualizza il messaggio
    Concordo! E ammetto che mi vergogno un po' nel dire che non mi mai venuto in mente di leggere nulla di Simenon, soprattutto considerando la mia passione per il personaggio di Maigret. Ma mi avete davvero ispirata, voglio saperne di pi!
    Ottima idea ... io comunque insisto nel dire che Simenon , prima di tutto, un grande romanziere per cui se vuoi approcciarlo anche senza passare dai gialli, hai comunque un'ottimo ventaglio di scelte con cui cimentarti.
    Non vero che ti fermi quando invecchi, ma invecchi quando ti fermi.

  10. #10
    Member L'avatar di Leonardo
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Varese
    Messaggi
    55
    Post Thanks / Like
    E io vorrei dire bravo a Mauro che perora la causa di Simenon, evitandogli la fine che tocca ad altri grandi di cui non si discute pi.
    Senza fare nomi, quanti maestri sono spariti, nel tempo, dai commenti dei lettori? Scrittori che stanno tuttora tre o quattro spanne sopra altri che hanno il solo merito di essere...pi recenti.
    Quindi, grazie a Mauro per la sua opera meritoria e grazie alle biblioteche che permettono di (ri)scoprire i grandi anche quando sono ormai scomparsi dagli scaffali delle librerie.

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    560
    Post Thanks / Like
    Uso questa pagina per non aprirne un'altra tanto vorrei parlare dei suoi romanzi, quelli senza Maigret....
    Ho scoperto Simenon qualche anno fa leggendo casualmente "Gli intrusi" su consiglio di mia sorella
    e da l non ho pi smesso...non li leggo uno dietro l'altro, ma ogni tanto...
    inoltre mi sono accorta che sono un antistress per me..(come i polizieschi)
    tra l'altro e non so come, anche nelle pagine Internet (varie) e in libreria, qualche titolo salta occasionalmente fuori...
    un esempio lampante stato "L'angioletto"..... credo l'anno scorso........
    comunque dei romanzi letti finora ne sono sempre rimasta contenta...

    ora sto leggendo "Le campane di Bicetre"..e questo devo dire che vado un po' a rilento...anche se scorre...

    se pu far piacere metto i titoli di quelli che mi sono piaciuti moltissimo (perch se metto molto devo scriverli tutti)

    Gli intrusi
    Il gatto
    Il piccolo libraio di Anchangelsk

  12. Likes daniela liked this post
  13. #12
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    Uso questa pagina per non aprirne un'altra tanto vorrei parlare dei suoi romanzi, quelli senza Maigret....
    Ho scoperto Simenon qualche anno fa leggendo casualmente "Gli intrusi" su consiglio di mia sorella
    e da l non ho pi smesso...non li leggo uno dietro l'altro, ma ogni tanto...
    inoltre mi sono accorta che sono un antistress per me..(come i polizieschi)
    tra l'altro e non so come, anche nelle pagine Internet (varie) e in libreria, qualche titolo salta occasionalmente fuori...
    un esempio lampante stato "L'angioletto"..... credo l'anno scorso........
    comunque dei romanzi letti finora ne sono sempre rimasta contenta...

    ora sto leggendo "Le campane di Bicetre"..e questo devo dire che vado un po' a rilento...anche se scorre...

    se pu far piacere metto i titoli di quelli che mi sono piaciuti moltissimo (perch se metto molto devo scriverli tutti)

    Gli intrusi
    Il gatto
    Il piccolo libraio di Anchangelsk
    Anch'io ho l'abitudine di leggere ogni tanto un libro di Simenon, davvero disintossicante e rilassante.
    Il migliore che ho letto, ed diverso da tutti gli altri suoi, "La neve era sporca".

    In un'imprecisata cittadina dell'Europa settentrionale durante un'occupazione (nazista? forse, ma non specificato) il giovane Frank Friedmaier, figlio della padrona di un bordello, frequenta il locale di Timo, il pi costoso del circondario. Freddo, insolente, solitario, Frank costantemente in cerca di una prova di iniziazione alla vita, e crede che la pi opportuna sia l'omicidio privo di alcuna ragione, fine a se stesso. Simenon entra nella testa di questo personaggio al limite fra l’abiezione e una paradossale innocenza.
    La neve era sporca apparso per la prima volta nel 1951.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  14. #13
    Senior Member L'avatar di Fosca
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Appennino Tosco-Emiliano
    Messaggi
    560
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da daniela Visualizza il messaggio
    Anch'io ho l'abitudine di leggere ogni tanto un libro di Simenon, davvero disintossicante e rilassante.
    Il migliore che ho letto, ed diverso da tutti gli altri suoi, "La neve era sporca".
    Grazie Daniela
    ora lo metto nella lista....(evviva! ce l'hanno anche alla bibliotechina qui su in paese)

  15. Likes daniela liked this post
  16. #14
    Master Member L'avatar di daniela
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    3,843
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Fosca Visualizza il messaggio
    Grazie Daniela
    ora lo metto nella lista....(evviva! ce l'hanno anche alla bibliotechina qui su in paese)
    Spero ti piaccia. E' comunque il pi diverso dagli altri suoi libri.
    A ciascuno e' affidato il compito di vegliare sulla solitudine dell'altro.

  17. #15
    Senior Member L'avatar di Robbo
    Registrato dal
    May 2015
    Messaggi
    159
    Post Thanks / Like
    Ho notato solo ora la discussione su Simenon.
    Questo Natale mi stato regalato "L'uomo che guardava passare i treni", il primo libro che leggo di quest'autore e mi piaciuto molto.
    Non mi dilungo sulla trama e recensione perch non ne sono molto capace, per un libro che credo meriti molta attenzione.
    Poi l'ho letto a cavallo tra natale ed inizio anno, proprio l'ambientazione temporale che presente nel libro ed stato doppiamente piacevole leggerlo.
    Non esiste niente al di fuori del momento.

  18. Likes daniela, kaipirissima liked this post

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •