Thanks Thanks:  3
Likes Likes:  28
Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 31 a 36 su 36

Discussione: Modi di dire

          
  1. #31
    Moderator L'avatar di kaipirissima
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Udine
    Messaggi
    3,707
    Post Thanks / Like
    Rosy, mai sentite.

  2. #32
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,439
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da kaipirissima Visualizza il messaggio
    Rosy, mai sentite.
    Nemmeno io!

  3. #33
    Master Member L'avatar di Rosy
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Arenzano ( Genova)
    Messaggi
    3,864
    Post Thanks / Like
    Quote Originariamente inviato da Elvira Coot Visualizza il messaggio
    Nemmeno io!
    AH AH AH AH Meno male che dico cose originali!!!!!!!!!!!!!!!
    " Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica..."
    M.Medeiros

  4. #34
    Master Member L'avatar di Elvira Coot
    Registrato dal
    Nov 2011
    Messaggi
    2,439
    Post Thanks / Like

    Fare il Cincinnato

    Significa essere modesto e disinteressato al punto di rinunciare a onori ai quali si avrebbe diritto. Si riferisce al console romano Lucio Quinzio Cincinnato, vissuto nel V secolo a.C., che dopo aver ricoperto le cariche di Console e Dittatore, si ritirò in campagna a vivere dei prodotti della terra. Quando gli chiesero perchè avesse lasciato gli onori che gli spettavano, rispose semplicemente che la Patria non aveva più bisogno di lui. La storia ce lo ha tramandato come esempio di virtù, rettitudine e semplicità di costumi.






    Sono rimasta impressionata dalla incredibile somiglianza fra Cincinnato e i politici italiani ...

  5. Likes DarkCoffee liked this post
  6. #35
    Master Member L'avatar di Sir Galahad
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    1,570
    Post Thanks / Like
    Essere al verde

    È un modo di dire che si riferisce alla candela, che può essere bianca o gialla. Infatti, candére in Latino vuol dire splendere, biancheggiare;i "candidati" alle cose pubbliche un tempo vestivano vesti bianche, a significare la purezza di intenti...Però, una volta, la porzione più bassa della candela era di color verde, per uno o due centimetri buoni, ed era anche rinforzata per sistemarla nel candeliere. Quando il fuoco aveva bruciato la candela, arrivava al "verde": e questo fu anche un modo di dire popolare per significare che aveva finito o quasi tutti i suoi soldi.


    Nome:   essere-al-verde.jpg
Visite:  52
Grandezza:  20.2 KB

  7. Likes kaipirissima liked this post
  8. #36
    Moderator L'avatar di Rupert
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    Lugano (CH)
    Messaggi
    982
    Post Thanks / Like

    italo-latino e anglo-latino: quid pro quo & do ut des

    È curioso come i modi di dire tramandati dalla tradizione linguistica classica, latina nella fattispecie, abbiano dato luogo a sedimentazioni semantiche simili (ma non identiche) per esprimere concetti altrettanto simili e in parte sovrapposti, ma con frasi idiomatiche completamente diverse.

    L'italiano cita il latino do ut des per esprimere la concessione di un favore o di un bene materiale, nella speranza o nella convinzione porale, che in un secondo tempo quel gesto generoso venga ricompensato da altrettanta generosità di ritoeno o, meno ingenuamente e più pragmaticamente nella certezza di poter in un secondo tempo far valere l'obbligo morale della riscossione di un debito acceso con la generosa concessione del favore iniziale.
    Si tratta di una concezzione teleologica delle relazioni in un groviglio di rapporti umani che si muovono tra la generesità interessata (quella del pubblicitario, per intenderci) e il ricatto morale. una bella immagine della complessità e della stupenda imprevedibilità delle relazioni sociali in ambito culturale italico e più ampiamente mediterraneo.

    Agli statunitensi (più che ai britannici) piace invece moltissimo la citazione latina quid pro quo (da non confondere col qui pro quo, sennò si cadrebbe in un qui pro quo col quid pro quo che è Roma per toma...). La citazione è latina e proviene dal diritto romano, ma rivela una posizione umana molto diversa rispetto a quella diacronica e teleologica insita nel "do ut des": salta in primo piano l'aspetto pragmatico, mercantilistico e contrattuale. È la quintessenza del "Gentlemen's Agreement", il quale a sua volta è una colonna portante della cultura sociale e giuridica anglo-sassone.
    "Io ti do questo se tu mi dai quello". Lo scambio equo e consensuale tra due parti libere di contrarre e stipulare.

    L'impero romano con la sua cultura era al tempo stesso politicamente ambiguo, pragmatico, socialmente intricato e mercantile. Nella trasmissione dei modi di dire, ogni area culturale successiva ha attinto in modo specifico e peculiare alla tradizione latina di partenza, rivelando anche in parte la sua natura profonda.


    "non vitae sed scholae discimus" (Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 106, 12)

  9. Thanks kaipirissima thanked for this post

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •