PDA

Visualizza la versione completa : VIVIAN LAMARQUE



daniela
02-November-2011, 22:57
Era detto aquilone
Non si chiamava così
ma era detto aquilone
perché quando appariva nel campo di erba
sembrava ondeggiare
e quando vedeva da lontano Maria
pareva innalzarsi
portato dal vento e dall’emozione.

Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 22:58
IL SIGNORE NEL CUORE

Le era entrato nel cuore.
Passando dalla strada degli occhi e delle orecchie le era entrato nel cuore.
E lì cosa faceva?
Stava.
Abitava il suo cuore come una casa.


Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 22:59
Cercasi casa
cercasi casa con sole
con sole fin dal mattino
casa con dentro un bambino
con madre con padre
secondo te a chi assomiglia
cercasi casa
con dentro famiglia.

Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 23:00
Tienimi ancora un po' preziosa
mangiami
a Natale.

Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 23:01
Sto ferma immobile:
sono commossa di te.

Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 23:01
IL SIGNORE SOGNATO

Splendidissima era la vita accanto a lui sognata.
Nel sogno tra tutte prediletta la chiamava.
E nella realtà?
La realtà non c'era, era abdicata.
Splendidissima regnava la vita immaginata.

Vivian Lamarque

daniela
02-November-2011, 23:02
ALLA LUNA

Oh essere anche noi la luna di qualcuno!
Noi che guardiamo
essere guardati, luccicare
sembrare da lontano
la candida luna
che non siamo.

Vivian Lamarque

Rosy
03-November-2011, 14:27
L'amore mio quando era bambino
chissà che grembiulini metteva
e se era un bambino buono o così così
l'amore mio quando era bambino
se sapevo dov'era me lo rubavo.

Rosy :P :P

Rosy
03-November-2011, 14:29
Tristissime. Nonostante l'apparente leggerezza che caratterizza la poesia di Vivian Lamarque.


A NOVE MESI

A nove mesi la frattura
la sostituzione il cambio di madre
Oggi ogni volto ogni affetto
le sembrano copie cerca l'originale
in ogni cassetto affannosamente.


ABBANDONO

Mangiavo dormivo
facevo la brava-bambina
per conquistarti "mammina".
Corteggiamento vano
a nove mesi mi hai presa per mano
mi hai lasciata a Milano.
Rosy :P :P

daniela
03-November-2011, 15:37
Poesia illegittima

Quella sera che ho fatto l'amore
mentale con te
non sono stata prudente
dopo un po' mi si è gonfiata la mente
sappi che due notti fa
con dolorose doglie
mi è nata una poesia illegittimamente
porterà solo il mio nome
ma ha la tua aria straniera ti somiglia
mentre non sospetti niente di niente
sappi che ti è nata una figlia.

Vivian Lamarque

daniela
03-November-2011, 15:38
Il mio primo amore

Il primo mio amore il primo mio amore
erano due.
Perché lui aveva un gemello
ed io amavo anche quello.
Il primo mio amore erano due uguali
ma uno più allegro dell'altro
e l'altro più serio a guardarmi
vicina al fratello.
Alla finestra di sera stavo sempre con quello
ma il primo mio amore il primo mio amore
erano due: lui e suo fratello gemello.

Vivian Lamarque

Aleciccio
03-November-2011, 23:26
LETTERA DAL BALCONE

Ti scrivo dal balcone
dove resto ancora un poco questa sera
a guardare l'orto al sole di settembre
a mangiare pane e olio e foglie piccole di basilico
ti scrivo meno fiera di quello che vorresti
sono una donna forte sì
ma con anche continue tentazioni di non esserlo
di lasciarmi sciogliere d'amore al sole
e carezzarti e baciarti un po' di più di quello che tu vuoi
ti scrivo dal balcone
guardando il fico pieno di frutti
e il pero con le foglie malate
ho qualche pensiero triste
e due o tre sereni.

VIVIAN LAMARQUE

daniela
04-November-2011, 09:46
Poesie per un gatto:

Fai l’agguato
a una piuma di merlo
l’intero manca
anche a te
senza saperlo.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:46
Poesie per un gatto:

Vuoi sempre essere informato
di tutto dei movimenti alimentari soprattutto.
In cucina segui adorante
ogni mia mossa come fosse una Messa
ma mi spiace è solo la cottura
di una verdura lessa.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:47
Poesie per un gatto:

La guardi con gli occhi spalancati
la credi una farfalla
invece è l’autunno Ignazio
e lei è una foglia gialla.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:48
Poesie per un gatto:

Ti guardo che lo guardi fisso
ti ha visto il cuore gli batte
a mille poverino
sei il mostro grande e grosso
di un pettirosso.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:49
Poesie per un gatto:

Sei quasi commovente
quando mi segui per niente
quando ti sposti di stanza
solo perché io mi sposto di stanza
devi allora da capo cercare
nuovo luogo e modo di fare ciambella
una nuova posizione
è questo il tuo discreto modo
di dare dedizione.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:50
Poesie per un gatto:

Sono ore che fai la posta
a un quarto di luna
da un angolo buio
defilato le stai preparando un agguato.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:51
IL SIGNORE ANDATO VIA

Era un signore andato via.
A lei qui rimasta tantissimo mancava.
La traccia da lui lasciata segnava ovunque
intorno a lei l'aria.
Come un quadro spostato
per sempre segna la parete.

Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:54
Per essere felice

senza disturbare

al suo numero leggermente sbagliato

devo telefonare.


Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:54
Credevo non mi amasse

perché è vietato

invece forse non mi ama

perché non è innamorato!


Vivian Lamarque

daniela
04-November-2011, 09:55
A vacanza conclusa

A vacanza conclusa dal treno vedere
chi ancora sulla spiaggia gioca si bagna
la loro vacanza non è ancora finita:
sarà così sarà così lasciare la vita?

PS.: Siamo poeti
vogliateci bene da vivi di più
da morti di meno
che tanto non lo sapremo.

Vivian Lamarque

Rosy
21-January-2012, 21:02
Fa così freddo
dov'è un camino?
Dov'è un fuoco?
Dov'è la vita?
Era qui adesso
dov'è finita?
( tratto da Poesie di ghiaccio)
:-P:-P

daniela
09-February-2012, 22:11
LO GUARDAVA

Lo guardava in disparte
parlare in quel suo modo particolare
con due suore
quando improvvisamente lui si voltò
e per mostrarle un’immagine religiosa
la circondò col braccio
e la guardò così profondamente
che le suore restarono impietrite
e anche lei svegliandosi
proprio in quel momento
impietrita per sempre
in quella posizione.

Vivian Lamarque

daniela
09-February-2012, 22:15
All'ultimo esame

Se sono stati capaci tutti
sarò capace anch'io
nessuno è stato bocciato
tantomeno quaggiù rimandato
(magari essere rimandati sfuggire!)
capaci tutti proprio tutti,
di morire.

Vivian Lamarque

daniela
09-February-2012, 22:20
Precipizio

Come in un film da ridere
mi stai facendo la fotografia
e mi dici di fare un passo indietro
ancora uno ancora uno uno
mentre mi spingi verso il precipizio
ti sorrido fiduciosamente
(forse hai agito innocentemente).

Vivian Lamarque

daniela
09-February-2012, 22:21
La signora dei baci

Una signora voleva tanto dargli dei baci
non dico tanti, anche solo sette otto
(mila). Invece era proibito perciò non glieli dava.
Se però non fosse stato proibito glieli avrebbe dati tutti
dal primo all'ultimo.
A cosa servono i baci se non si danno?

Vivian Lamarque

daniela
02-April-2012, 21:59
Ci deve essere un'epidemia
anche questa mia poesia appena nata
si è già bell'e malata.
Appena tu l'ha letta distaccatamente
senza fermarti e senza dirle niente
si è sentita girare un pò la testa si è appoggiata
si è svestita si è messa a letto
dice che è malata
ha guardato un pò le cose intorno distrattamente
poi ho chiuso gli occhi e non ha più detto niente
come Mimì finge di dormire
per poter con te sola restare
sta lì così senza dire niente
già così ridicola e disperata
appena appena nata.



Vivian Lamarque

Aleciccio
12-September-2012, 09:00
Vù Cumprà

Agosto ce ne andiamo

solo vi lasciamo Milano
vigilate voi, noi assenti
sulle nostre case eleganti
sui bei ladri distinti
sui governanti
noi ce ne andiamo, vi lasciamo
i nostri cani adorati
affamati assetati
ce ne andiamo, vigilate voi
sulla statuina che è d'oro
che non se la portino via vi lasciamo per compagnia
i nostri cani adorati
affamati assetati
e poi piccioni e piccioni
e sotto i piccioni
statue dai grandi nomi
statue rinomate
ma voi come vi chiamate?
Vi abbiamo tolto anche i nomi
nelle nostre città
vigilate voi, voi Persone
che chiamano Vù Cumprà.

Vivian Lamarque

kaipirissima
22-September-2012, 18:34
Che belle!
Meno male che ci siete voi... L'aquilone e Cerco casa sono stupende.
grazie

daniela
22-September-2012, 21:47
Che belle!
Meno male che ci siete voi... L'aquilone e Cerco casa sono stupende.
grazie

Potessimo anche noi guardare la vita con lo sguardo di Vivian Lamarque!

LA SIGNORA DEL PARASOLE

Come nel famoso quadro, ma non lui a lei, lei a lui teneva il
verde parasole.
Era un parasole speciale.
Chi stava lì sotto era protetto da tutti i mali del mondo.
La signora stava ben attenta a coprire perfettamente tutto il
signore, a non lasciarne fuori, in pericolo, nemmeno un pezzetto.

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 21:48
IL SIGNORE PUNTINO

Non potendolo vedere sempre, quando infine poteva vederlo lo
guardava moltissimo, fino all'ultimo minuto, fino all'ultimo
secondo, e anche dopo si voltava indietro, si voltava indietro.
Il signore diventava sempre più piccolo, ormai era quasi del
tutto irriconoscibile, eppure lei lo riconosceva benissimo,
anche sottoforma di minuscolo puntino laggiù.

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 21:48
IL SIGNORE NELL'ARIA

Alle ore venti ognuno tornava alla sua casa.
Non avevano una stessa casa?
No, ma nell'aria sì.
Nell'aria?
Sì, a destra e a sinistra nel mezzo dell'aria avevano una stessa
casa. Con le porte e le finestre gli uccelli le cene le voci e il riposo.
Non i colori?
Sì, colori splendenti erano appesi nei quadri nell'aria della casa.

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 21:50
IL SIGNORE DELLA BUONANOTTE

Da un letto lontano con tutta la migliore stessa buonanotte
gli augurava.
C'era la luna?
Oh sì la luna e anche le mille stelle, più le fronde degli alberi e le
addormentate acque, con tutto tutto buonanotte gli augurava.
E il signore sentiva?
Sì, il signore piano piano sentiva, mentre si addormentava.


Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 21:52
FATE PIANO

Fate piano si è addormentata
la televisione se l’è cullata
fate piano non sia svegliata
sta sognando di essere amata.

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 21:59
Code

Non mi dispiace fare le code,
c'è tempo per pensare,
per guardare dentro la borsa,
dentro la tasca dell'auto,
tempo per programmare i giorni a venire
domani dopodomani,
per guardare negli occhi di quell'extra gentile
(che vetro scintillante mi ha fatto,
gli ho chiesto il sinistro domani il destro,
ogni giorno un pezzetto diverso)
tempo per guardare quel bel geranio al quarto piano,
sta bagnandolo una vecchina pulita, bellina,
tempo per leggere i titoli, il nome di una via,
tempo per cominciare questa poesia.

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 22:01
"Era la sua baciatrice preferita.
Con lei si appartava un momento dal mondo, poi vi ritornava.
Era felice la baciatrice?
Oh sì, e anche il signore baciato lo era, e anche i baci di essere dati, tutti i conti erano tornati."

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 22:02
"Lui era notturno e lei era solare da guardare.
Uniti producevano una luce esatta e una fresca ombra.
Erano un signore e una signora proprio adatti.
Anche di notte?
Sì, di notte l’oscurità li avvolgeva e li univa, come emisferi".

Vivian Lamarque

daniela
22-September-2012, 22:03
"A un signore per le vacanze partito una signora inviò in fretta in fretta una lettera con dentro – se stessa.
Quando il signore aprì la busta la signora sorridendo ne uscì, era arrivata.
E il signore cosa disse?
Il signore fece un salto e non disse, un poco si arrabbiò e un poco rise."

Vivian Lamarque

Aleciccio
18-March-2013, 11:01
Se sul treno ti siedi al contrario
con la testa girata di là
vedi meno la vita che viene
vedi meglio la vita che va.
FINE

Vivian Lamarque (Tesero, 1946), da Poesie 1972-2002 (Mondadori, 2002)

Rosy
18-March-2013, 13:33
Se sul treno ti siedi al contrario
con la testa girata di là
vedi meno la vita che viene
vedi meglio la vita che va.
FINE



Vivian Lamarque (Tesero, 1946), da Poesie 1972-2002 (Mondadori, 2002)

deliziosa! Rosy

Aleciccio
15-July-2013, 16:34
LA SIGNORA IN FRETTAIl persempre era ormai cortissimo diventato.Quanti Natali erano rimasti?Una manciata.Allora bisognava non sprecare nemmeno un minuto?Sì, bisognava spicciarsi, per questo lei, in fretta,lo adorava.

Aleciccio
15-July-2013, 16:34
LA SIGNORA DELL’ULTIMA VOLTAL’ultima volta che la videnon sapeva che era l’ultima volta che la vedeva.Perché?Perché queste cose non si sanno mai.Allora non fu gentile quell’ultima volta?Sì, ma non a sufficienzaper l’eternità.
Vivian Lamarque

Aleciccio
15-July-2013, 16:35
IL SIGNORE DI FRONTEEra un signore seduto di fronte a una signora seduta di fronte a lui.Alla loro destra/sinistra c’era una finestra, alla loro sinistra/destra c’era una porta.Non c’erano specchi, eppure in quella stanza, profondamente, ci si specchiava.

Aleciccio
27-September-2013, 13:14
I mattini ghiro mio

I mattini ghiro mio
come vorrei che tu imparassi ad amare i mattini
soffriresti meno ad alzarti forse
se da te fosse come qui
che quando apri le finestre
subito hai lì alberi perfetti
immobili ma a guardare bene
con anche un punto dove le foglie tremano
per un uccello appena volato via
al rumore della finestra
(o forse ghiro mio avresti sonno lo stesso).
Vivian Lamarque

Aleciccio
03-October-2013, 09:54
CONDOMINO

Cammino piano, qua sotto
al terzo piano dorme un condomino
morto. E' tornato morto stasera
dall'ospedale, gli hanno salito
le scale, gli hanno aperto la porta
anche senza suonare, ha usato
per l'ultima volta il verbo
entrare. Ha dormito con noialtri condomini
essendo notte sembrava a noi uguale
ha dormito otto ore ma poi ancora
e ancora e ancora oltre la tromba
mattutina dei soldati, oltre il sole
alto nel cielo, ora che noi ci muoviamo
non è più a noi uguale. E' un condomino
morto. Scenderà senza piedi le scale.
Era gentile, stava alla finestra
aveva un canarino, aveva i suoi millesimi
condominiali, guarda gli stanno spuntando
le ali.

Vivian Lamarque

Aleciccio
03-October-2013, 09:59
Oggi ho inventato


Che Lei era con me al mercato
c’erano tanti fiori
avevamo gli occhi di tutti i colori.

Vivian Lamarque

Rosy
03-October-2013, 22:46
CONDOMINO

Cammino piano, qua sotto
al terzo piano dorme un condomino
morto. E' tornato morto stasera
dall'ospedale, gli hanno salito
le scale, gli hanno aperto la porta
anche senza suonare, ha usato
per l'ultima volta il verbo
entrare. Ha dormito con noialtri condomini
essendo notte sembrava a noi uguale
ha dormito otto ore ma poi ancora
e ancora e ancora oltre la tromba
mattutina dei soldati, oltre il sole
alto nel cielo, ora che noi ci muoviamo
non è più a noi uguale. E' un condomino
morto. Scenderà senza piedi le scale.
Era gentile, stava alla finestra
aveva un canarino, aveva i suoi millesimi
condominiali, guarda gli stanno spuntando
le ali.

Vivian Lamarque Triste ma deliziosa, questa poesia! La Lamarque non mi delude mai.
Rosy

Aleciccio
18-November-2013, 16:07
Su tutte le regioni d’Italia prevedo
cielo coperto o molto nuvoloso
con possibilità di schiarite a San Siro
e locali rovesci verso Viale Argonne quando
tu uscirai a prendere il tram.
Poi prevedo che per una settimana pioverà la pioggia
e se la grata è piena di foglie
entrerà acqua nello scantinato
e si bagneranno i giornali.
Nei fiumi i pesci saranno contenti
tu correrai a ripararti sotto il cappello
per evitare che ti piova sugli occhiali.
Sulle Alpi invece precipitazioni nevose
e nevicherà la neve anche sul Monte Stella a Milano
dove i bambini slittano sui sacchi vuoti dei rifiuti
forse non li hai mai visti.
Poi urlerà il vento e fischierà la bufera
noi due staremo al calduccio sotto le coperte
a sentirei lupi che grattano l’uscio
staremo vicini vicini
(ai rispettivi coniugi).
E chicchi di grandine grossi come uova
picchieranno sui tetti delle 127
e sulle povere vigne.
Come bestemmieresti se tu fossi contadino.
Nei mari molto mossi o localmente agitati
i pesci balleranno
sotto i piedi salati e stanchi
dei poveri pescatori
sorpresi al largo da venti
provenienti come te da nord-est.
Ma poi lo so già tornerà a splendere il sole
sui petti rossi dei pettirossi
sulle lenti degli occhiali miei e tuoi
sui parabrezza delle automobili
e in curva abbasseremo tutti insieme i parasole
con una mano.
Banchi locali di nebbia in Val Padana
e in Via Gaetano Moretti 21
dove la facciata della mia casa
che la padrona da vent’anni non vuole rifare
resterà nel vago e ci guadagnerà.
Se mi verrai a trovare ti perderai
farò annusare un tuo verso al mio cane
e partiremo a cercarti.
Ancora una settimana di piogge
che dalle parti di Viale Argonne
assumeranno carattere temporalesco
e tu per i tuoni
ti tapperai le orecchie.
Ma verso sera rosso di sera bel tempo si spera
e io uscirò come una gallina
a guardare l’arcobaleno
(sopra il tetto della casa).
E infatti domani lo so tornerà a splendere il sole
e tu andrai a spasso a nord-est di Milano
con la tua famiglia
e io a nord-ovest
con mia figlia.
Vivian Lamarque

Rosy
18-November-2013, 19:47
Avevo letto anch'io questa poesia che trovo tenerissima e struggente, oltre che ...diversa dalle solite! Non è vero?
vedo che anche Andrea apprezza... ciao ciao:)

daniela
02-January-2014, 21:55
Lui era notturno
e lei era solare da guardare.
Uniti producevano una luce esatta
e una fresca ombra.
Erano un signore e una signora
proprio adatti.
Anche di notte?
Sì, di notte l’oscurità li avvolgeva
e li univa, come emisferi.

Vivian Lamarque

kaipirissima
08-January-2014, 18:11
Ho disegnato una piccola casa di cemento
poi ho aperto la porta
e ti ho messo dentro
quando scenderà la notte e sentirai bussare
non sarà il vento
saranno le stelle a cento a cento.




Vivian Lamarque, 'Ho disegnato' in 'Poesie 1972- 2002

Rosy
08-January-2014, 19:32
PERDONATEMI! m'è scappato il dito!!!!!!!!!!!! non volevo mettere dislike!Come si cancella??????????????????? HELP!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Adoro Vivian Lamarque!

Rosy
01-February-2014, 22:57
LA SIGNORA DELL’ULTIMA VOLTA

L’ultima volta che la vide
non sapeva che era l’ultima volta che la vedeva.
Perché?
Perché queste cose non si sanno mai.
Allora non fu gentile quell’ultima volta?
Sì, ma non a sufficienza
per l’eternità.
da “Poesie dando del lei”